Tutte le news

Banca Etruria, Boschi risponde a Grillo: "Problema M5S è Quarto"

10 Gennaio 2016
Boschi

Il ministro Maria Elena Boschi torna a parlare del caso Banca Etruria in una intervista al Corriere della Sera. Boschi, dopo aver ribadito la sua fiducia nei confronti del padre, ex vicepresidente della banca, spiega: "come governo abbiamo fatto quello che era giusto e doveroso fare, rispettando regole che l'Europa ci impone". "Siamo intervenuti per salvare un milione di correntisti di quattro banche," aggiunge il ministro, che però ricorda come il caso fallimenti non abbia coinvolto solo Banca Etruria".

 

"Io ho detto in Parlamento quello di cui sono convinta e lo ribadirei anche oggi," prosegue il ministro Boschi. "L'ipotesi di un mio conflitto di interessi è a dir poco fantasiosa. Ed è un po' surreale che rispetto a questa vicenda molto complessa e articolata che riguarda la fase che sta vivendo il sistema bancario italiano, si parli solo ed esclusivamente di Banca Etruria, che, anche per le sue dimensioni, ha un ruolo molto circoscritto". Un messaggio sibilinno, ma consideriamo il fatto che nei giorni scorsi il Corriere della Sera aveva pubblicato un articolo sulla relazione di Bankitalia contro i vertici del consiglio di amministrazione di Banca Etruria.

 

Boschi ha risposto anche agli attacchi del movimento 5 stelle, "Mi è sembrato un diversivo. Attaccano me perché sono in imbarazzo per i fatti di Quarto, che sono fatti seri", dice il ministro, ricordando il caso del comune a guida m5s dove si indaga su un presunto voto di scambio politico-mafioso. "Grillo sottovaluta sia l'intelligenza degli italiani che la rabbia dei sui militanti ed elettori. Io non credo che riuscirà a sviare l'attenzione da Quarto prendendosela con me", ha concluso il ministro Boschi.

Aggiungi un commento