Tutte le News

Roma, Bertolaso apre a Marchini: "Possibili sinergie"

di
 | 30 Marzo 2016
marchini bertolaso

Silvio Berlusconi domani sarà a Roma per confrontarsi con Guido Bertolaso e seguirne la campagna elettorale. «Noi andiamo avanti con Bertolaso», è la parola d'ordine che risuona dentro Forza Italia. Le valutazioni fatte a colpi di sondaggi non convincono lo stato maggiore del partito. L'idea di fondo è che  a Bertolaso serve solo un po’ di tempo per far conoscere le sue proposte e dare corpo e sostanza alla sua campagna elettorale. Per questo motivo Berlusconi ha chiesto di fare sondaggi soltanto a partire dalla metà di aprile. 

 

Per quanto riguarda la lista azzurra una opzione potrebbe essere quella di schierare come capolista una figura molto popolare come Alessandra Mussolini, una scelta utile anche a drenare voti altrimenti del polo di destra Noi con Salvini-Fratelli d'Italia. Nel corso di questa settimana potrebbe anche esserci un vertice chiarificatore tra Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni. 

 

Il fine settimana di Pasqua ha registrato infiene un riavvicinamento di Bertolaso all'altro candidato per le comunali, Alfio Marchini. I due sembrano accomunati dall’idea di essere «uomini del fare» evocata da Berlusconi ed è stato lo stesso ex capo della Protezione civile a parlare di «possibili sinergie con Marchini»  in un’intervista a Radio Città Futura. 

 

Il ghiaccio lo aveva rotto la settimana scorsa sempre Bertolaso, che in un’intervista al Corriere aveva detto: «Se mi ritirassi dalla corsa, appoggerei Marchini». Intervento diverso rispetto a quello di Giovanni Toti, governatore della Liguria, consigliere politico del Cavaliere: «Se Bertolaso fa un passo indietro, andremmo sulla Meloni».

 

Bertolaso e Marchini in passato hanno già avuto modo di collaborare ai tempi della giunta guidata da Francesco Rutelli e del Giubileo del 2000: Bertolaso era vice-commissario, Marchini si occupò per conto di Fs del piano della mobilità su ferro. Nell’orizzonte romano c'è anche l'ex governatore Storace.

 

In una intervista sul “Il Giornale d’Italia”, Storace ha detto: "La partita su Roma ci vedrà impegnati contro una sinistra che non merita di governare, contro quei grillini che rischiano di compromettere il futuro dell'economia cittadina, e contro l'arroganza di un centrodestra che ha scientemente evitato di infastidire il manovratore".  

Aggiungi un commento