ARTICOLI

Due pesi, due misure

Il sistema bancario, la Brexit e quel rischio derivati (per ora) ignorato dalla Bce

di Giuseppe De Lucia Lumeno *
| 09 Dicembre 2017

Mentre la Banca Centrale Europea si concentra sui NPLs (Non Performing Loans), forse il campo di analisi dovrebbe essere ampliato: i derivati ancora presenti nei bilanci bancari di alcuni grandi gruppi europei possono rappresentare un pericolo rda non sottovalutare. 

Make America Great Again

America al lavoro, la vera vittoria di Trump

di Roberto Santoro
| 09 Dicembre 2017

A Novembre, nella nuova America di Trump sono stati creati 228 mila nuovi posti di lavoro, con un tasso di disoccupazione al 4,1 per cento, secondo i dati diffusi dal dipartimento del lavoro.

Boschi story

Maledizione Banca Etruria! E ora per il Pd non serve audire Ghizzoni

di Carlo Mascio
| 05 Dicembre 2017

Per i Dem, l’audizione dell'ex ad di Unicredit dinanzi alla Commissione d’inchiesta sulle banche non s’ha da fare. Almeno per ora.

L'audizione di Rossi

Banche, da Renzi solo polvere negli occhi per confondere i cittadini

di Angela Napoletano
| 02 Dicembre 2017

È solo una nuvola di polvere, niente di più, quella che i renziani hanno sollevato sull’audizione del procuratore di Arezzo Roberto Rossi alla Commissione d’inchiesta sulle banche. 

Manovra stile renziano

La legge di bilancio e i saldi di fine legislatura per alfaniani e pisapiani

di Carlo Mascio
| 30 Novembre 2017

Alla fine le proposte di Alternativa Popolare e di Campo Progressista sono state accolte. Come aveva chiesto Renzi per evitare di rompere con quelli che, al momento, sembrano essere gli unici interlocutori della fantomatica coalizione del centrosinistra a guida Pd.

Oltre la crisi?

Se il protezionismo torna d'attualità (non solo negli Usa di Trump)

di Giuseppe De Lucia Lumeno*
| 30 Novembre 2017

Oltre agli Stati Uniti e al suo Presidente, la tentazione protezionistica sta investendo anche l’Unione Europea dove la Francia e la Germania temono sempre più la concorrenza della Cina. 

Oltre la crisi?

Altro che ripresa! A crescere sono solo i poveri (anche al Nord)

di Alessandro Cornali
| 19 Novembre 2017

Mentre il Governo Gentiloni festeggia per una crescita al di sotto della media europea che ci ha fatti salire dal 28esimo al 25esimo posto affermando che l’Italia sta uscendo dalla crisi, la realtà, rappresentata dai dati diffusi da Caritas, Fondazione Cariplo, Banco Farmaceutico e Banco Alimentare della Lombardia, smentisce tanto ottimismo.

Edilizia in stallo

Manovra 2018: l’Ecobonus cambia, il bonus ristrutturazioni no

di Carlo Mascio
| 18 Novembre 2017

Nessuna novità per il comparto ristrutturazioni dalla manovra economica 2018. Si va avanti di bonus in bonus, di proroga in proroga, senza pensare che un piano strutturato favorirebbe la progettazione di lungo periodo dando ossigeno a tutto l’indotto. 

Tra Pil e deficit

Crescita, Gentiloni grida festante: "Non siamo più gli ultimi in Europa!" (perché siamo penultimi)

di Carlo Mascio
| 15 Novembre 2017

Secondo le stime Eurostat, sia l’Eurozona sia la Ue a 28 hanno fatto segnare un +0,6% e un +2,5% su base annua. A crescere meno sono solo Italia (1,8%) e Belgio (1,7%), separate da un misero 0,1%, dato di per sé ottimista se si pensa che nella Nota di aggiornamento del Def il governo stesso prevedeva una crescita pari all’1,5%. E se si tiene conto del monito della Commissione sui conti pubblici, c'è davvero poco da festeggiare. 

Campagna elettorale

Manovra economica: poche risorse, tante mancette

di Carlo Mascio
| 09 Novembre 2017

Padoan è da mesi che va ripetendo sempre lo stesso concetto: per la manovra economica le risorse sono poche. Peccato però che, oltre alle misure salva Iva, il resto dei provvedimenti sono le classiche micro misure di mance e mancette elettorali che, in tempi di magra, rappresentano quasi l’unica speranza per il Pd per provare a racimolare qualche voto in più. Per quelle le risorse non mancano mai. 

Più debito e più tasse rispetto al 2016

Ormai alla spending review ci crede solo Padoan

di Carlo Mascio
| 30 Ottobre 2017

L’analisi effettuata dal Centro Studi di Unimpresa, sulla base dei dati della Banca d’Italia, non lascia scampo ad equivoci: da gennaio ad agosto dello scorso anno, la spesa statale era arrivata a quota 305 miliardi e si è attestata a 320 miliardi nello stesso periodo di quest’anno. E, come sempre, se aumenta la spesa pubblica aumentano anche le tasse. 

Giorno di Festa

Monti, Visco e l'orologio di Susanna Camusso

di Lodovico Festa
| 26 Ottobre 2017

 “Con il governo Monti si è scelto di dichiarare l’inesistenza di problemi sulle banche”: come ben illustrato dal famoso aforisma sull’orologio rotto che due volte al giorno segna l’ora giusta anche Susanna Camusso dice una cosa giusta, sul Corriere della Sera del 22 ottobre.

Futuro digitale

Tecnologia e mercato del lavoro ai tempi della quarta rivoluzione industriale

di Bernardino Ferrero
| 19 Ottobre 2017

Il tema del rapporto tra tecnologia e lavoro è tornato al centro del dibattito pubblico. Non si tratta di una discussione nuova, ma troppo spesso ha tralasciato l'enorme impatto che la rivoluzione digitale ha e avrà sul mercato del lavoro. 

Legge di bilancio

La manovrina piace solo a Gentiloni e Padoan

di Carlo Mascio
| 19 Ottobre 2017

Niente investimenti di lungo periodo (che producono lavoro) e effettivi tagli di spesa (che producono risparmio). Tre quarti delle risorse destinate a disattivare l'aumento aumatico dell'Iva e mancano anche i bonus e le mancette tipiche delle manovre renziane. Ecco perchè quella presentata dal governo è una manovrina di corto respiro.  

E noi paghiamo!

Alitalia, in arrivo altri 300 milioni di soldi pubblici

di Carlo Mascio
| 14 Ottobre 2017

Parliamoci chiaro: se ora il governo è “costretto” a buttare altro denaro pubblico per far sì che gli aerei continuino a volare (soprattutto in tempo di campagna elettorale) è grazie alle scelte fallimentari contenute nel piano industriale degli arabi di Etihad varato nel 2014 con la solenne benedizione del governo Renzi. Tanto alla fine chi paga sono sempre cittadini e lavoratori. 

Industria 4.0 cercasi

Ilva come Alitalia, unica certezza sono solo gli esuberi

di Carlo Mascio
| 14 Ottobre 2017

Meno male che Renzi aveva più volte confermato di voler "rilanciare Taranto salvando l'Ilva”. Se questi sono i risultati, è evidente che le cose non sono andate proprio così. Altro che Industria 4.0! 

In arrivo stangata fiscale da 81 miliardi di euro

Più tasse e più debito, il fact checking sull’aggiornamento del Def smaschera i giochini del governo

di Bernardino Ferrero
| 04 Ottobre 2017

Il fact checking sulla Nota di aggiornamento del Def realizzato dal Centro Studi di Unimpresa non lascia spazio a dubbi: nei prossimi quattro anni le tasse saliranno di 80,9 miliardi di euro e le uscite dal bilancio subiranno un aumento complessivo di oltre 30 miliardi. Nulla di nuovo. Ecco il solito schema "tassa e spendi" tipico dei governi di sinistra. E a pagare sono sempre i cittadini. 

Dati Istat

Se il Jobs Act funziona solo d'estate

di Carlo Mascio
| 03 Ottobre 2017

Secondo l'Istat, ad agosto la disoccupazione è calata dell 0,2% grazie all'aumento di contratti a termine che, soprattutto durante la stagione balneare, in genere registrano un trend positivo. Renzi esulta ma l'aumento dei contratti stabili promessi con il Jobs Act per ora si vede solo con il binocolo. 

Crescita +3,1 nel secondo trimestre

"Trumponomics", l'economia Usa vola oltre ogni più rosea aspettativa

di Roberto Santoro
| 02 Ottobre 2017

L'economia USA continua a marciare, e non lo dice qualche sito trumpista ma CNBC, network finanziario del conglomerato delle telecomunicazioni Comcast.

E io pago!

Tassa e spendi, il solito trucco della sinistra per scansare l’aumento dell’Iva

di Carlo Mascio
| 30 Settembre 2017

Scongiurare l'aumento dell'Iva dal 22 al 25%? No problem. Il governo si affida al solito vecchio rimedio: aumentare la spesa pubblica. Che, alla fine, per riequilibrare i conti, con ogni probabilità significherà più tasse da pagare.