ARTICOLI

Il libero commercio e lo sviluppo globale

di Flavio Felice
| 16 Aprile 2007

Sono in molti tra gli analisti e gli opinionisti latino americani che lamentano un cambio di rotta nelle relazioni commerciali tra Usa e Paesi sudamericani.  Alvaro Vargas Llosa, in un articolo apparso su “The American” fa notare come siano lontani i tempi in cui gli Stati Uniti sembravano spingere l’America Latina ad aprire le sue porte al mercato americano.

La Banca sul letto che scotta

di Giuseppe Pennisi
| 16 Aprile 2007

Nessuno avrebbe mai pensato che la Banca Mondiale sarebbe finita sulle prime pagine dei giornali per una storiaccia di letto, corna e trasferimenti in promozione. Ma sono ben altri i problemi che l'Istituto delle Nazioni Unite è chiamato ad affrontare. Primo tra tutti: quale obiettivo vuol perseguire.

Sul tesoretto Prodi sbaglia tre volte

di Oscar Giannino
| 13 Aprile 2007

Sul cosiddetto “tesoretto” fiscale, alfine si è espresso il presidente del Consiglio, Romano Prodi. In breve, cerchiamo di osservare pacatamente perché la sua presa di posizione contravviene a tre punti essenziali, se si guarda alla questione dal punto di vista di chi è liberista e dunque non può che essere contrario all’elevatissima pressione fiscale in atto nel nostro Paese.

Sul decreto legge il Governo fa dietrofront

di Emanuela Zoncu
| 13 Aprile 2007

''Un’operazione contro il mercato”. Così Corrado Calabrò, presidente dell’Agcom, definisce un eventuale decreto legge per separare la rete telefonica fissa da Telecom Italia. Ma il dietrofront del Governo c'è già stato, con il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Enrico Letta,che stamani ha spiegato come per il governo "non c’è l'urgenza per affrontare questo tema in modo straordinario".

Anche per Bankitalia la ripresa è targata 2005

di Cicero
| 13 Aprile 2007

Nel 2006, il Prodotto interno lordo italiano è cresciuto più del previsto. Il miglioramento come ovvio è imputabile anche a fattori di medio e lungo termine, a cui non sono estranee le politiche del precedente governo. Alcuni di questi fattori sono individuabili nell'analisi della congiuntura italiana contenuta nel  Bollettino Economico della Banca d’Italia pubblicato nei giorni scorsi.

Telecom, con la Rete di Prodi non si pesca nulla

di Benedetto Della Vedova
| 13 Aprile 2007

Finalmente, il Commissario Europeo per l'informazione e i media Viviane Reding ha chiamato il Ministro Gentiloni e la discussione su Telecom e sulla sua rete fissa è tornata con i piedi per terra. Se il Governo vuole continuare la “guerra allo straniero” dovrà cambiare registro. Malgrado non siano pochi i politici e i commentatori che hanno salutato favorevolmente il “via libera” dell’Ue, da parte della Commissione è arrivato una sonora bocciatura.

Quando l'Italia va al Fondo

di Giuseppe Pennisi
| 10 Aprile 2007

Questa settimana si svolgono a Washington, le riunioni primaverili degli organi di governo del Fondo monetario e della Banca mondiale. E la delegazione italiana crede, o finge, di partire con il vento in poppa. Ma la delegazione, sorridendo per le incoraggianti previsioni macro-economiche a breve, potrebbe rientrare mogia a ragione delle non troppo velate rampogne che riceverà per avere accantonato le riforme, e dato troppi soldi agli statali

Il caso Telecom è lo specchio del paese

di Flavio Felice
| 10 Aprile 2007

Un buon affare costa almeno vent’anni di buoni investimenti.  L’affare Telecom ci dice una cosa molto seria, che la “cultura” del mercato richiede una speciale abilità, che un autore come Kirzner ha chiamato “prontezza imprenditoriale”. Abilità tipica di figure che un gigante dell’analisi economica come Schumpeter ha sintetizzato con l’espressione “imprenditore innovativo”. Prontezza, innovazione e creatività, ahinoi, non sono prodotte né dal mercato né dalla politica. E il caso Telecom è soltanto il drammatico sintomo del malessere politico, economico e culturale che interessa il nostro Paese.

L'economia italiana e la fragilità della cultura imprenditoriale

di Massimo Lo Cicero
| 06 Aprile 2007

Il problema dell’economia italiana non è l’invadenza della politica ma la fragilità della cultura imprenditoriale. Sono queste le due facce di un paese che, negli ultimi due secoli, alla cultura del mercato ha preferito sistematicamente la mediazione delle gerarchie dello Stato.

Alitalia può decollare solo con i due fondi americani

di Cicero
| 05 Aprile 2007

Dei tre raggruppamenti in corsa per Alitalia, i due grandi fondi di investimento TPG e Matlin Patterson si presentano con le carte in regola sul piano industriale per offrire un assetto proprietario stabile e orientato alla ricerca dell’efficienza.

Telecom, ecco come Rossi studia la controffensiva

di Giuseppe de Filippi
| 04 Aprile 2007

Per l’attuale presidente di Telecom Italia non è stato trovato un posto nelle liste dei consiglieri di amministrazione da votare in assemblea il 16 aprile. Ma Rossi, comprensibilmente, non si arrende. E di palazzo ha deciso di frequentarne un altro, quello di Piazzetta Cuccia dove ha sede Mediobanca.

L'economia cresce grazie alla Germania

di Mario Seminerio
| 04 Aprile 2007

Non vi è nulla di strutturale nella crescita italiana: essa appare puramente congiunturale, basata sull’export stimolato dalla forte espansione globale, ed altrettanto esposta alla concorrenza globalizzata, destinata a interrompersi in modo brusco al primo rallentamento internazionale. Una ripresa trainata soprattutto dalla vigorosa ripresa tedesca, il modello a cui guardare.

Pubblico impiego: il grande inganno

di Antonio Mambrino
| 03 Aprile 2007


Il Ministro Nicolais ha nei giorni scorsi rassicurato i sindacati del pubblico impiego, garantendo che il Governo ha già previsto le ulteriori risorse (per 1,7 miliardi di euro) destinate al rinnovo dei contratti dei pubblici dipendenti per il biennio 2006-2007. In realtà, la cifra necessaria è pari a circa 2 miliardi, se riferita ai soli statali, e diventa quasi doppia se (correttamente) rapportata a tutti i dipendenti delle pubbliche amministrazioni.

Se Prodi va contro il mercato

di Cicero
| 02 Aprile 2007

Se il governo, preoccupato di assicurare l’italianità della Telecom, volesse indurre qualche  imprenditore nazionale ad acquistarla, sarà costretto inevitabilmente ad offrire garanzie che l’investimento sarà  messo al riparo dalla concorrenza e trasformato quindi in un monopolio legale. Un netto regresso sul piano della struttura concorrenziale del mercato.

Telecom, cortocircuito nel Governo

di Emanuela Zoncu
| 02 Aprile 2007

Usa e Messico si fanno avanti nella partita Telecom e in Italia scoppia la bufera. Soprattutto nella maggioranza di Governo, con Di Pietro e Rifondazione che parlano di Operazione da fermare e il portavoce Sircana che ricorda: "le scelte del Cda sono sacre". 

Il gettito è cresciuto, la confusione pure

di Oscar Giannino
| 02 Aprile 2007

La settimana scorsa ci ha riservato almeno tre fatti di grande rilievo. L’ulteriore crescita del gettito tributario nei primi dati relativi al 2007. L’incagliarsi delle prime promesse di restituzione fiscale da parte del governo. E una sorprendente polemica, che spiega come vi sia confusione molto alta anche nel campo dei liberisti e liberalizzatori.

La Regola di San Benedetto: un paradigma per l’azienda postmoderna

di Raffaele Iannuzzi
| 31 Marzo 2007

Dopo molte sbornie mercatiste e molta sbobba apologetica su “customer care”, è giunto il momento di rimettere le mani nella realtà dell’uomo e considerare impresa non solo l’organizzazione aziendale, ma anche e forse, in primis, soprattutto la vita stessa, che si gioca in un’avventura che affascina e sorprende continuamente.

L’inverno demografico dell’Europa

di Emanuela Zoncu
| 31 Marzo 2007
Intervista a Gérard-Francois Dumont

Gli sforzi del potere politico sono strettamente legati alla fecondità reale della popolazione: nei Paesi dove le politiche per la famiglia sono insufficienti, come Italia e Spagna, si registra la natalità più bassa. Gérard-Francois Dumont, esperto in geografia e demografia, usa parole dure e toni preoccupati per spiegare perchè in Europa la crescita è a zero.