Economia

di
Giuseppe Pennisi
 | 
30 Maggio 2007


Il gruppo americano ATG (affiancato da Mediobanca) ha lasciato la gara Alitalia prima ancora di acquisire, dalla data room, le informazioni finanziarie di dettaglio (le più importanti riguardano la redditività per le singole tratte). ATG ha sbattuto la porta il giorno in cui venivano annunciati i risultati elettorali. E la coincidenza non è fortuita.

di
Emanuela Zoncu
 | 
29 Maggio 2007


La notte ha portato consiglio e frutti. Almeno per i sindacati, che davanti a un governo totalmente piegato sono riusciti a strappare 101 euro di aumento in busta paga per i dipendenti del pubblico impiego (ministeriali e non), con 600 milioni di euro in più da stanziare nella prossima finanziaria.

di
Giuseppe Pennisi
 | 
29 Maggio 2007


Quanto ci costa lo spacchettamento dei ministeri voluto dal governo dell'Unione? L’aumento delle poltrone; gli effetti sulle amministrazioni; l’ingorgo causato dal moltiplicarsi del “concerto” richiesto ormai da un coro di ministri, vice ministri e sottosegretari; la perdita di importanza dell’Italia nel maxi-negoziato sulla riforma delle tre istituzioni alla base dell’architettura economica mondiale e molto, molto altro.

29 Maggio 2007

Molti quadri dirigenti e tecnici di Confindustria hanno trovato azzardata la scelta montezemoliana nell’assemblea di Confindustria del 24 maggio, di buttarla in politica. Passati gli applausi, resta la mancanza di una seria riflessione sui problemi della confederazione e si sono creati rapporti con governo e opposizione sempre più tesi. Naturalmente si comprende come Luca Cordero di Montezemolo dovesse cercare di recuperare fino in fondo un rapporto forte con la base per tentare di influenzare la successione. Le mosse tentate sinora per vie interne (creare consenso su Andrea Moltrasio o inventarsi un nuovo personaggio) non parevano funzionare. E’ comprensibile anche che Montezemolo non volesse concentrarsi su un vero bilancio dei risultati della sua gestione, che oltre a essere deludente sarebbe stato comunque noioso da esporre, cosa che particoalrmente dispiace a LCdM. Però, l’azzardo di un attacco così frontale alla politica, non era stato previsto da molti: anche se qualche osservatore più attento aveva fatto notare prima del 24 come la campagna del Corriere della Sera non potesse che essere un preludio all’assemblea degli industriali.

di
Sergio Corbello
 | 
28 Maggio 2007


Mercoledì scorso, il ministro della Solidarietà Sociale Paolo Ferrero se ne è uscito affermando, circa una scelta cruciale che in questi giorni debbono compiere milioni di cittadini, “Se un lavoratore mi chiedesse consiglio, gli direi di lasciare il trattamento di fine rapporto in azienda. I lavoratori non si fidano della pensione integrativa perché hanno sentito di troppi fondi pensione falliti”.

di
Emanuela Zoncu
 | 
25 Maggio 2007


E pensare che sul fronte Alitalia le cose dovevano sistemarsi entro due mesi. Invece, grazie alla condotta schizofrenica del Governo, il cielo sopra l’ex compagnia di bandiera è tutt’altro che sereno, con il ministro Bianchi che infischiandosene dei richiami della Consob  rivendica il diritto suo e dei suoi colleghi ministri “competenti” di dire la loro sulla questione.

di
Flavio Felice
 | 
24 Maggio 2007


A segnare in modo indelebile il dibattito su etica ed economia è stato il saggio di Milton Friedman Il monopolio e la responsabilità sociale degli imprenditori e dei lavoratori. In questo importante saggio, il premio Nobel per l’economia sostiene una tesi tanto semplice quanto a parere di alcuni semplicistica ed eccessivamente sbrigativa.

di
Giuseppe Pennisi
 | 
23 Maggio 2007


Il Presidente del Consiglio Romano Prodi ha confermato che il Dpef verrà presentato il 28 giugno , alla vigilia della Festa di Santi Pietro e Paolo (Patroni di Roma) ed in linea con le scadenze ufficiali (nel 2007 il termine perentorio del 30 giugno cade di sabato). Ci sarà poco da festeggiare. Il "tesoretto" è già annullato dall'aumento della spesa pubblica, mentre le promesse del precedente Dpef non sono state mantenute e la crescita è di nuovo a rischio.

22 Maggio 2007


Il giorno per ricucire lo strappo sul pubblico impiego dovrebbe essere giovedì. Quando il Governo incontrerà Cisl e Uil sul rinnovo del contratto degli statali (non sarà presente il leader della Cgil Guglielmo Epifani, impegnato per il congresso dei sindacati europei). Il condizionale è d’obbligo, considerati i chiari di luna della maggioranza di Governo.

22 Maggio 2007

In tanti si chiedono che cosa dirà Luca Cordero di Montezemolo nella prossima assemblea di Confindustria. Si tratta – ricordiamo – dell’ultimo discorso ufficiale del presidente. Occasione dunque di rilievo, nella quale ci si attende l’illustrazione del bilancio di un mandato di guida della confederazione in corso da tre ed entrato nel suo ultimo anno. Che cosa sceglierà Montezemolo: presenterà un elenco di gloriose conquiste dell’associazione degli imprenditori o preferirà sottolineare quali sono i problemi ancora aperti sui quali dovrà misurarsi il successore?

di
Giovanni Arnolfini
 | 
22 Maggio 2007

Cesare Geronzi

L’operazione compiuta da Bazoli e da Passera si è perfezionata in un contesto assai più “politico” rispetto a quello di Profumo/Geronzi. Basterebbero a dimostrarlo le ripetute recenti (stizzite) smentite bazzoliane circa qualsivoglia ingerenza della politica nei confronti del suo Gruppo.

di
Giuseppe Pennisi
 | 
17 Maggio 2007

Da un anno e mezzo, è in atto un deflusso dai fondi comuni d’investimento. Le determinanti sono numerose. Da un lato, le banche puntano a vendere agli sportelli prodotti più remunerativi per i loro bilanci. Da un altro, ci sono state scelte (poco accorte) delle società di gestione del risparmio verso attività forse più promettenti ma meno trasparenti. Da un altro ancora, l’andamento particolarmente non esaltante dei fondi obbligazionari

di
Bernd Bergmann
 | 
16 Maggio 2007

Durante la campagna elettorale in Francia la Banca Centrale Europea è stata attaccata da entrambi i candidati. L’obiezione mossa sia da Nicolas Sarkozy sia da Segolène Royal è di aver alzato i tassi di interesse troppo rapidamente e di aver trascurato la crescita economica.

di
Marco Saccone
 | 
16 Maggio 2007


Il podio, nell’ambita competizione per il titolo di impresa più innovativa del mondo è così composto: Apple, Google, Toyota. Eccole le tre big, le imprese che occupano la ribalta nella classifica annuale stilata da Fortune e Boston Consulting group.  La lista è il risultato del giudizio incrociato di 2.500 top manager internazionali e di quello dei consumatori chiamati a decidere quali fossero le aziende più innovative nella tecnologia.

di
Giuseppe Vegas
 | 
15 Maggio 2007


Marzo è passato, maggio sta finendo e l’unica cosa sicura in tema di pensioni è che si sta svolgendo tra il ministro dell'economia, i sindacati e il resto dei partiti che fanno parte del governo quello che non si potrebbe che definire un dialogo fra sordi.

di
Giuseppe Pennisi
 | 
15 Maggio 2007


Entra in dirittura di arrivo il beauty context per la cessione dell’Alitalia. Il comunicato diffuso dal Ministero dell'Economia non precisa se le cordate possono essere ampliate, facendo entrare altri partner (in condizioni di soci di minoranza). Non indica neanche se la stazione appaltante ha definito una definizione più trasparente del concetto di “italianità”. Ma non si tratta di mere dimenticanze.

15 Maggio 2007

E’ partita con mesi e mesi di anticipo rispetto al solito. Di solito la campagna per la presidenza di Confindustria decollava, al più presto, nell’autunno precedente la vera e propria elezione. Invece questa volta alcuni dei competitori principali per la guida di viale Astronomia hanno cominciato a muoversi già in queste settimane.

di
Giuseppe Pennisi
 | 
11 Maggio 2007


Nel confronto con i sindacati, il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Tommaso Padoa-Schioppa ha almeno un asso nella manica. Ma non lo mette, per il momento, sul tavolo. Probabilmente perché teme di mostrare il suo tallone di Achille. L’asso nella manica sta nei numeri per smontare lo stendardo costruito sullo “scalone”: tanto il ministro quanto i sindacati sanno che nell’arco dei prossimi tre anni coloro  potenzialmente interessati alla misura sono circa 190.000 persone, ossia 63.000 l’anno (un potenziale elettorale, per intenderci).

di
Emanuela Zoncu
 | 
10 Maggio 2007

Mario Baldassarri

E’ un fiume in piena l’ex viceministro del governo Berlusconi, Mario Baldassarri. Non gli va giù di essere preso in giro con numeri che non trovano riscontro nella realtà e di litigare per un tesoretto che non può essere distribuito perché occorrerebbe prima metterlo nel bilancio di assestamento di giugno. E lo scontro relativo alla riforma previdenziale? Quello per il senatore di An è un film già visto, dove le pensioni sono solo i titoli di coda di una pellicola falsata.

di
Sergio Corbello
 | 
08 Maggio 2007

Rispetto ad altre  forme di incentivo al posticipo pensionistico, contenute in precedenti disposizioni legislative, il bonus Maroni si è caratterizzato per la cogenza, nei riguardi del datore di lavoro, della scelta compiuta dal lavoratore. Esso rappresenta, cioè, il primo provvedimento che di fatto ha impedito la (facile) tendenza ad espellere dall’impresa il lavoratore anziano, appena egli maturi il diritto pensionistico.