ARTICOLI

La politica energetica di Bush spiazza i suoi odiatori

di Andrea Loquenzi
| 31 Gennaio 2007

Secondo un articolo di Gregg Easterbrook apparso sul sito "Slate.com" (non certo amichevole verso l'amministrazione Bush) e intitolato: "What the President Got Right" e cioè "Che Cosa Ha Azzeccato il Presidente", , la stampa ... (segue)

La guerra civile palestinese: un'occasione per Israele

di Efraim Imbar
| 29 Gennaio 2007

Israele sta perdendo una grande occasione per cambiare l’approccio diplomatico internazionale sulla questione palestinese. La permanente situazione di anarchia all’interno dell’Autorità Palestinese (AP) e l’imminente guerra civile tra le varie milizie, offre a Israele l’opportunità di sventare una ... (segue)

Dedichiamo il giorno della memoria a combattere Ahmadinejad

di Fiamma Nirenstein
| 27 Gennaio 2007

Questo Giorno della Memoria ha un titolo brutale nella sua concretezza, non è fatto solo di dolore, di stupore, di storia: si chiama “gli ebrei sono di nuovo minacciati di sterminio”, e punta un faro accecante su Mahmoud Ahmadinejad, presidente dell’Iran.

La memoria della Shoah fino ad oggi non ... (segue)

Un futuro di speranza e di opportunità: il discorso sullo Stato di Unione

di Andrea Loquenzi
| 25 Gennaio 2007

In un discorso della durata di circa cinquanta minuti, di fronte ad un audience che, per la prima volta da quando è in carica, presenta degli oppositori persino all'interno del suo partito, il presidente Bush tira dritto per la sua strada, facendo il punto sullo “State of the Union”

Tra tecnologia e simulazioni il rilancio di "Tsahal"

di Fiamma Nirenstein
| 24 Gennaio 2007

di Fiamma Nirenstein

Tzelim, nel deserto del Negev
Un miraggio tremolante nella prima luce dell’alba: case, moschee, alti edifici e un basso profilo di casba. Color ocra e bianco sul giallo del deserto. Una musica araba esce dagli altoparlanti, la memoria evoca scene di battaglia, appostamenti, .Ma la città non è vera, è v... (segue)

Israele era pronto per la pace ma non ha perso la guerra

di Fiamma Nirenstein
| 22 Gennaio 2007

Un paio di dibattiti, qualche articolo e si capisce in fretta che i crampi di Israele danno una certa soddisfazione, una specie di punizione cosmica a un Paese spesso colpevolizzato e anche criminalizzato: il Capo di Stato Maggiore Dan Halutz si è dimesso, il grande esercito israeliano, Tzahal, chi l’avrebbe detto, ha mostrato ... (segue)

Una Turchia che nega il passato non dà garanzie sul futuro

di Carlo Meroni
| 22 Gennaio 2007

Partiamo dal principio. O meglio, dalla fine. La fine dell’impero ottomano. Bisogna fare un salto indietro di un secolo tondo tondo e comprendere quel movimento rivoluzionario di allora e chiamato dei “giovani turchi”. Questi rivoluzionari, perlopiù intellettuali e militari, erano desiderosi di lasciarsi alle spalle ... (segue)

Quale Europa? L'asse franco-tedesco nel processo di integrazione

di Gaetano Quagliariello
| 17 Gennaio 2007

da Ventunesimo Secolo Anno V Numero 11, Ottobre 2006

Quale Europa? L'asse franco-tedesco nel processo di integrazione

di Victor Zaslavsky
| 17 Gennaio 2007

da Ventunesimo Secolo Anno V Numero 11, Ottobre 2006

A proposito di Somalia

di Carlo Meroni
| 15 Gennaio 2007

Ho avuto modo di leggere "l'uovo di giornata" riguardante "la speranza somala”. Vorrei dire la mia, poiché il mio servizio militare come volontario del terzo rgt. Bersaglieri lo passai a cavallo fra il 1993 ed il 1994 proprio in questo splendido ma devastato paese che mi è rimasto nel cuore, un po’ pe... (segue)

Scacco matto di Bush ai democratici

di Giancarlo Loquenzi
| 12 Gennaio 2007

L’exit strategy di Bush per l’Iraq è vincere la guerra in Iraq. Non si tratterà di una vittoria campale, salutata da salve di cannoni e da marce trionfali come quelle di un tempo, ma sarà – se gli eventi lo consentiranno – la vittoria di “qualcosa di nuovo nel mondo arabo”. Sarà ... (segue)

Strategia americana

di Fiamma Nirenstein
| 12 Gennaio 2007

Nathan Sharansky, il 58enne ex dissidente russo che quando uscì dalle carceri sovietiche trovò in Israele un destino di ministro e oggi di direttore del Centro Strategico dell’Istituto Shalem, è uno degli eroi preferiti di George Bush. E la correzione di linea annunciata dal presidente americano ieri è in qu... (segue)

Un nuovo corso per la guerra in Iraq

di Andrea Loquenzi
| 11 Gennaio 2007

Il presidente rassicura la sua nazione dicendo che l'esercito americano sta combattendo in Iraq per la democrazia di quel paese e per la sicurezza interna agli Stati Uniti.  Poi ricorda a tutti che un anno fa gli iracheni avevano votato loro stessi per la democrazia, un evento che viene definito sensazionale dallo stesso Bush.  A ... (segue)

Una Germania mondiale

di Francesca Traldi
| 10 Gennaio 2007

L’anno internazionale 2007 si apre all’insegna della Germania, chiamata a presiedere sia la Unione Europea (per sei mesi) che il G8, ospitando in giugno il vertice dei capi di Stato e di Governo ad Heiligendamm, una località che si affaccia sul Mar Baltico.

Cogliendo di sorpresa chi l’ha accusata di... (segue)

D'Alema e l'ottimismo senza politica

di Fiamma Nirenstein
| 22 Dicembre 2006

Gerusalemme è piena di sole quando la mattina Massimo D’Alema la lascia sul convoglio di auto dirette a Ramallah. Il serpente di auto del consolato italiano fa la sua strada fra le pietre nel deserto della Giudea; D’Alema è arrivato dal Libano la sera avanti; prima di dirigersi alla Mukata si ferma a salutare il Nun... (segue)

Logiche Atomiche

di Andrea Loquenzi
| 20 Dicembre 2006

Con la ratifica dell’accordo di cooperazione sull'energia atomica ad opera del Presidente Bush, avvenuta lunedi nel corso di un’apposita cerimonia tenutasi alla Casa Bianca, gli Stati Uniti innaugurano un nuovo corso diplomatico nei confronti dell’India, paese che non ha mai preso parte al Trattato di Non-Proliferazione nuc... (segue)

Quanto vale l'abbraccio di Prodi

di Fiamma Nirenstein
| 18 Dicembre 2006

È rinfrescante che Ehud Olmert abbia trovato sorrisi in Europa sia durante la visita ad Angela Merkel che quando ha visto Romano Prodi; ottimo, certo, che il primo ministro italiano da cui sono per lo più pervenute condanne e critiche per la politica di Israele trovi la forza di pronunciare una frase importante che ne riconosc... (segue)

Il caos palestinese

di Fiamma Nirenstein
| 14 Dicembre 2006

Il mondo palestinese ha oltrepassato diverse linee rosse nelle ultime quarantotto ore. Ieri a Gaza l’assassinio a sangue freddo sulla soglia della scuola dei tre bambini di un alto rappresentante della sicurezza palestinese, il colonnello del Fatah, Baha Balusha, fra le tante sanguinose rese dei conti fra Hamas e Fatah, è certo ... (segue)

ISG: ideas for a strategic blunder?

di Frederick Dooley
| 12 Dicembre 2006

The Iraqi Study Group (ISG) has issued its recommendations on the main points the US administration needs to address in tackling the chaos of present-day IRAQ.

Washington's Continuing Debate on Iraq

di Marco Vicenzino
| 07 Dicembre 2006

The report by the Iraq Study Group (ISG) formalizes in a single document views and realities known for a long time, which many officials have voiced publicly and others privately due to the fear of political retribution.   The report is devoid of the political rhetoric and grand-standing that marked the months and weeks leading up ... (segue)