ARTICOLI

Seguendo la stampa

Melloni tira il Papa per la mantella

di Eugenia Roccella
| 20 Giugno 2015

Nel suo editoriale sul Corsera di ieri, Alberto Melloni parla di "ragioni strumentali" legate al family day. Ma la strumentalità è nel tentativo, maldestro, di attribuire al Papa le proprie idee.

"Differenze tra uomo e donna fanno crescere"

Il Papa e le ragioni del Family Day

di Bernardino Ferrero
| 15 Giugno 2015

Le parole del Papa su gender e differenze sessuali sono interpretabili come un incoraggiamento rivolto a quanti, il prossimo 20 giugno in Piazza San Giovanni, manifesteranno proprio su questi temi. In difesa della famiglia naturale e per tutelare il diritto dei bambini a crescere con un padre e una madre.

Ma un'occhiata ad Avvenire no?

Se il Papa legge solo Repubblica

di Eugenia Roccella
| 27 Maggio 2015

No Santità, non ci faccia questo: la nostra è una preghiera, un grido accorato dal basso, un appello che sale fino a Lei da cuori avviliti. No, Repubblica no. Non il giornale di uno Scalfari che sostiene, in un articolo di pochi giorni fa, che il progetto del Papa è di guidare la Chiesa cattolica verso una sorta di nuova riforma protestante...

Tutte le news

Papa su teoria gender: cancella differenza, non sa confrontarsi con essa

di Antonio Degl'Innocenti
| 16 Aprile 2015

Il Santo Padre prosegue il suo ciclo di conferenze in preparazione del Sinodo autunnale.

La Chiesa in movimento

Perché la Resurrezione cambia ogni cosa

di George Weigel
| 06 Aprile 2015

Ve ne sarete accorti partecipando a una veglia funebre al capezzale di una persona amata; se ne rendono conto ogni giorno medici, infermieri e sacerdoti, anche sul campo di battaglia: il corpo umano combatte contro la morte, resistendo alla fine inevitabile. (Tratto da NRO)

Auguri dall'Occidentale

Buona Pasqua, messaggio universale di speranza

di Antonio Degl'Innocenti
| 04 Aprile 2015

Tra le festività cristiane, la Pasqua ricopre un ruolo centrale nella vita dei fedeli. E’ un momento fondamentale nel percorso cristiano, punto di arrivo e punto di partenza. È in questa circostanza che si manifesta il miracolo più grande: la Resurrezione. Un messaggio per tutte le genti, culmine della speranza cristiana.

Tutte le news

Gender, Bagnasco: No al transumano, no a uomo nomade e senza identità

di Antonio Degl'Innocenti
| 24 Marzo 2015

Con le teorie del gender si vuole "edificare un transumano in cui l'uomo appare come un nomade privo di meta e a corto di identità".

Tutte le news

Da Bagnasco ancora un monito contro la colonizzazione ideologica del gender

di Antonio Degl'Innocenti
| 27 Gennaio 2015

Un appello a tutela della famiglia.

Settimana Santa

Papa Francesco: "Sotto la Croce ci sentiamo figli di Dio"

di Marco De Palma
| 19 Aprile 2014

La secondo Via Crucis di Papa Francesco ha portato a Roma, nella notte del Colosseo, 40mila persone. 800mila fedeli nella Capitale per il Venerdì Santo, tra loro molti bambini e ammalati. Ma c'erano anche 19 capi di stato e 24 primi ministri. Il Papa è tornato a parlare della crisi economica.

L'Occidentale della Domenica

L'inverno arabo delle persecuzioni ai cristiani

di Alessandra Boga
| 30 Marzo 2014

Esiste un’associazione senza fine di lucro chiamata “Voice of the Copts” che si occupa di denunciare le violenze contro i cristiani in Egitto. Ha sede sia negli stati Uniti che in Italia e il suo presidente, Ashraf Ramelah, scrive su diversi giornali on-line proprio per dare voce a cristiani egiziani come lui che nel loro Paese o  in altri Stati islamici vengono discriminati, incarcerati, costretti a fuggire o uccisi. Ecco la sua storia.

Tutte le News

La visita del Papa in Israele, tra sciopero diplomatici e polemiche dei giornali

di Ronin
| 08 Marzo 2014

Secondo le autorità israeliane il viaggio del Papa in Terra Santa previsto dal 24 al 26 maggio è a rischio per uno sciopero dei diplomatici israeliani che dal 4 marzo sta imbarazzando il Governo Netanyahu ed ha già fatto saltare la visita del primo ministro inglese Cameron in Israele. Il Vaticano però conferma la visita: "Va tutto come previsto: questo viaggio ci sarà e ci sarà secondo il programma già stabilito", ha detto il segretario di Stato Parolin. Fonti israeliane fanno sapere che la Santa Sede avrebbe annullato una missione preparatoria prevista per la prossima settimana, ma Padre Lombardi ribatte che il "sopralluogo della delegazione" ci sarà.

Il rapporto di Ginevra

L'Onu non può riscrivere l'abc della Chiesa cattolica

di Bernardino Ferrero
| 07 Febbraio 2014

La Commissione Onu per i Diritti dell'Infanzia a Ginevra ha appena pubblicato un rapporto in cui si chiede alla Chiesa Cattolica e al Vaticano di rimuovere "immediatamente" i sacerdoti colpevoli o anche sospettati di pedofilia e abusi sui minori. Costoro dovranno essere denunciati alle autorità civili. Ma non si capisce invece la richiesta di modificare i propri insegnamenti, in materia di aborto, di contraccezione, di identità di genere.

La IX° edizione

"Ratzinger oltre Ratzinger", laici e cattolici si confrontano agli Incontri di Norcia di Magna Carta

di Elena de Giorgio
| 26 Ottobre 2013

Al centro del dibattito della nona edizione degli “Incontri di Norcia”, organizzati da Fondazione Magna, c’è stato il confronto tra due relazioni, elaborate a partire da due Manifesti espressione di posizioni e tradizioni culturali opposte tra loro su temi che hanno a che fare con la vita sociale, economica e politica delle popolazioni europee: il "Manifesto di Norcia" del 2011, di Gaetano Quagliariello, Maurizio Sacconi ed Eugenia Roccella, rivolto all’area di centrodestra; il "Manifesto dei “marxisti-ratzingeriani", scritto da Giuseppe Vacca, Pietro Barcellona, Mario Tronti e Paolo Sorbi, pubblicato nello stesso anno e rivolto alla sinistra democratica.

La Chiesa in movimento

Il Papa dice no alla "cultura dello scarto"

di Carlo Bellieni
| 24 Settembre 2013

Alcuni hanno malinterpretato le parole del Papa espresse nell’intervista a Civiltà Cattolica. Malinterpretando, hanno subito commentato: “Il Papa apre a questo e a quello…!”, “Il Papa non parla più di bioetica!”. Commento sbagliato: le novità non sono nella direzione che pensano loro. Il Papa parla di abbracciare anche chi sbaglia… ma con uno sforzo di ricostruzione di un “io” dell’uomo occidentale distrutto e immiserito, dove sarebbe stravolgente puntare il dito su questo o quell’errore, quando il disastro è dentro.

La Chiesa in movimento

Papa Francesco se ne frega degli schemi benpensanti dei giornali. Per lui la Chiesa è una vita

di Luigi Amicone
| 30 Luglio 2013

Avete visto le scene del Papa a Rio, no? Braccia aperte a ricevere chiunque gli si parasse davanti. Baci per donne e piccini. E mate con il primo che dalla folla gli allungasse cannuccia e beverone. E così, raccontano le cronache dei giornalisti al seguito, sarà stata la Gmg carioca una «Woodstock per conquistare il gregge perduto» (Repubblica), oppure un vero e proprio “espaldarazo”, come ha sognato El País, con questa sua bella illusione che il Papa sia volato in Brasile per «un riconoscimento degli indignados»? (Tratto da Tempi.it)

La Chiesa in movimento

Cerchiamo un po' di Tommaso Moro in ognuno di noi

di Federica Chiavaroli*
| 13 Giugno 2013

Riflettendo sul discorso tenuto dal Santo Padre, Benedetto XVI, alla Westminster Hall il 17 settembre 2010, ho constatato la straordinaria attualità della vicenda di Tommaso Moro. La sua figura oggi rappresenterebbe di per sè un ossimoro, una contraddizione in termini: un Politico Santo.

La Chiesa in movimento

Bagnasco ai Vescovi: no al populismo, difendere la famiglia

di Roberto Cantona
| 20 Maggio 2013

"Con la sua prolusione," è il commento di Eugenia Roccella (Pdl), "il cardinale Bagnasco indica ancora una volta i punti imprescindibili per la costruzione di una società rispettosa di ogni essere umano: accanto all'urgenza del lavoro e al diritto dei cittadini a essere governati responsabilmente dai loro rappresentanti, ha ricordato, ancora una volta, il bene universale della famiglia, che 'non può essere umiliata e indebolita da rappresentazioni similari che non sono necessarie per tutelare diritti individuali in larga misura già garantiti dall'ordinamento'".

La Chiesa in movimento

Papa Francesco, la difesa della Vita è difesa del Creato

di Carlo Bellieni
| 16 Maggio 2013

"Vegliate su voi stessi e su tutto il Creato". Con questa frase, pronunciata il 14 maggio scorso,  Papa Francesco ha mirabilmente alzato il tiro e dato un nuovo significato alle parole che riguardano la difesa della vita. Recentemente, alcuni ecologisti americani sono rimasti colpiti dalle parole del Pontefice sul rispetto del Creato e mi hanno comunicato l’interesse per questo insolito (ma in realtà non proprio insolito nella Chiesa) parlare del Papa sul Creato come oggetto di tutela da parte del cristiano.

La Lettura Annuale di Magna Carta, nel decennale della Fondazione

Quale ruolo della Fede in Dio nello spazio pubblico?

di Camillo Ruini*
| 07 Maggio 2013

Parleremo non del ruolo di Dio ma del ruolo della fede in Dio, nello spazio pubblico: è una precisazione necessaria perché quando si parla di Dio la questione è inevitabilmente filosofica e teologica (di questa ho parlato nel mio libro intervista  con Andrea Galli). Quando invece si parla della fede in Dio la questione può essere anche storica, culturale, sociologica, politica. La domanda su Dio però si ripropone, nel senso che occorre precisare a quale Dio si rivolga la fede: la differenza tra gli dei del politeismo, il Dio del monoteismo, o il Dio del panteismo è infatti assai grande ed ha conseguenze decisive anche per il ruolo della fede nello spazio pubblico. Dirò dunque che mi riferisco al Dio di Gesù Cristo, cioè al Dio della nostra tradizione italiana, europea e non solo europea.

Cattolici in politica/ 2

L'impegno cattolico dei politici non è mai un generico "sentimento"

di Gaetano Quagliariello
| 25 Aprile 2013

La tesi di Renzi è più o meno questa: oggi non si può rivendicare una identità politica o uno spazio nell’agone pubblico in nome del proprio essere cattolici; tantomeno si può tradurre l’aspirazione cristiana, in politica, nella difesa di alcuni precetti e di una visione etica che viene vista come arcigna e molto rigida. A me pare che questa tesi, da un canto, banalizzi la nostra storia e, dall’altro, semplifichi eccessivamente il significato del voler essere oggi cristiani in politica. Non si può infatti ignorare che lo Stato italiano è l’unico nato 'contro' la Chiesa, negando così una parte di quella tradizione che preesisteva allo stesso Stato unitario. Né si possono dimenticare o banalizzare i percorsi contorti attraverso i quali i cattolici si sono integrati nella vita politica.