Tutte le news

Versione stampabile
gas

Da oggi scendono ancora le bollette dell'energia, dopo i ribassi registrati nei primi tre mesi dell'anno. Per le famiglie la bolletta dell'elettricità costerà il 5,0% in meno, mentre per la bolletta gas la diminuzione sarà maggiore, in media 9,8% in meno (solo in parte attesa per la stagionalita' estiva). I risparmi per famiglie e piccoli consumatori sono previsti per il secondo trimestre 2016.

 

Secondo una nota diffusa dall'Autorità per l'energia, la riduzione della bolletta del gas è principalmente dovuta al calo eccezionale della componente 'materia prima' e dalle aspettative al ribasso nelle quotazioni dei mercati all'ingrosso di gas naturale in Italia e in Europa (30% in meno rispetto al trimestre precedente). Per l'elettricità, la spesa per la famiglia sarà di circa 502 euro, con un calo del -1,6% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell'anno precedente, con un risparmio di 8 euro. Per il gas il risparmio sarà più consistente, 59 euro, -5,2% su una spesa complessiva di 1.076 euro all'anno.

 

Le riduzioni in bolletta, sempre secondo l'Autorità per l'energia, derivano sul lungo periodo dalla riforma del 2012, ma anche dal trend ribassista nei mercati delle commodity energetiche, con una maggiore abbondanza di gas in Europa. Per il Codacons "si tratta di maxi-ribassi che comporteranno risparmi per le famiglie, ma che potrebbero essere addirittura più pesanti se si arrivasse in Italia ad un taglio della tassazione sulle bollette energetiche," spiega il presidente Carlo Rienzi.

 

"Il nostro paese, infatti, detiene il record europeo per le tasse sull'energia: la pressione fiscale incide sulle bollette per il 37% (luce) e per il 34% (gas). Situazione ben diversa in Europa, dove la tassazione media è del 32% sull'elettricità e del 23% sul gas. Una tassazione così elevata di fatto ostacola e riduce i vantaggi per i consumatori derivanti dal taglio delle tariffe; per tale motivo invitiamo il Governo a mettere finalmente mano alle tasse sulle bollette, allineando la pressione fiscale a quella europea", conclude Rienzi.

 

Secondo Coldiretti "la riduzione delle tariffe energetiche è importante per le famiglie, ma anche per il contenimento dei costi delle imprese". "Il contenimento della spesa energetica in un momento di crisi ha un doppio effetto positivo perché  aumenta il potere di acquisto dei cittadini e delle famiglie, ma riduce anche i costi delle imprese particolarmente rilevanti per l'agroalimentare. Il costo dell'energia si riflette infatti in tutta la filiera e riguarda le attività agricole, ma anche la trasformazione, la conservazione degli alimenti".

 

Un emendamento dei relatori al ddl concorrenza depositato in commissione Industria del Senato prevede l'obbligo di rateizzazione per le maxi-bollette di luce e gas in caso di "ritardi o interruzioni della fatturazione o prolungata indisponibilità dei dati di consumo reali" purché la colpa della lievitazione della bolletta non sia riconducibile al cliente finale. A stabilire le misure necessarie per far scattare l'obbligo e per "responsabilizzare i distributori" sarà l'Autorità per l'energia e il gas. 

CommentiCommenti 3

Massimo (non verificato) said:

Altro che rateizzazione obbligatoria!!! Per un giorno di ritardo su una bolletta non oggetto della rateizzazione, ho dovuto versare l´intero importo pena la sospensione del servizio!!! Alla faccia della rateizzazione. Sono stati due anni senza effettuare una lettura del contatore luce!!!