Tutte le news

Versione stampabile
jet siria

Un caccia americano ha abbattuto un aereo dell'aviazione siriana nella provincia di Raqqa dopo che questo aveva sganciato bombe sulle Forze democratiche siriane (Sdf) impegnate contro i jihadisti dello Stato islamico (Isis). E' quanto riferisce la coalizione internazionale anti-Isis guidata dagli Stati uniti.

"Un SU-22 del regime siriano ha sganciato bombe vicino ai combattenti Sdf, a sud di Tabqa, e nel rispetto delle regole di ingaggio e della difesa collettiva delle forze alleate della coalizione, è stato immediatamente abbattuto da un F/A-18E Super Hornet", si legge nella nota. Mentre la coalizione ha precisato che due ore prima le forze del presidente siriano Bashar al-Assad avevano attaccato le Forze democratiche siriane nella città di Ja'Din, a Sud di Tabqa, "ferendo diversi combattenti e cacciando le Sdf dalla città". L'aviazione della coalizione sarebbe quindi intervenuta per fermare l'iniziale avanzata delle forze governative con una "dimostrazione di forza".

Secondo Damasco, "l'aviazione della coalizione internazionale ha preso di mira uno dei nostri caccia nella regione di Resafa, nel Sud della provincia di Raqqa, mentre era impegnato in una missione contro il gruppo terroristico Stato Islamico". L'esercito siriano ha poi precisato che "l'aereo è stato abbattuto e il pilota risulta disperso", aggiungendo che "il comando generale mette in guardia contro le gravi conseguenze di questa flagrante aggressione sulla lotta al terrorismo". 

Intanto pare che la Russia abbia annunciato la sospensione del memorandum con la coalizione a guida americana per la prevenzione degli incidenti e sulla sicurezza dei voli militari in Siria. Il ministero della Difesa russo ha comunicato che da oggi "termina la cooperazione con la parte americana nel quadro del memorandum per la prevenzione degli incidenti e per la garanzia della sicurezza dei voli nel corso dell'operazione in Siria". Mosca ha inoltre denunciato che gli americani non hanno usato il canale di comunicazione dedicato in occasione dell'abbattimento del caccia siriano. "L'abbattimento di un jet dell'aviazione siriana nello spazio aereo siriano - si legge nel comunicato del ministero della Difesa russo - è una violazione cinica della sovranità della repubblica araba siriana. Numerose azioni belliche dell'aviazione americana presentate come 'lotta al terrorismo' contro le forze armate legittime di un paese membro dell'Onu - concludono da Mosca - è una brusca violazione del diritto internazionale e difatti un'aggressione bellica nei confronti della repubblica araba siriana".  Si aspetta la replica da Washington, pare, infatti, che si stiano portando avanti due versioni diverse della storia.

Aggiungi un commento