#CharliesFight/4

Versione stampabile
charlie gard genitori

Sembra ormai chiaro che il piccolo Charlie è prigioniero del GOSH, l'ospedale in cui è ricoverato dallo scorso ottobre, che ormai ha stabilito di farlo uscire da lì solo da morto: non può infatti essere trasferito in altri ospedali, anche estremamente qualificati, che si sono dichiarati disponibili (tra cui, come è noto, il Bambin Gesù), e non può essere neppure portato a casa a morire. Sono stati finora accampati "motivi legali", che però non sono stati mai spiegati. Come ha giustamente osservato il Prof. Alberto Gambino, in realtà i tribunali inglesi hanno detto esattamente il contrario: il 21° statement della decisione dell'HIGH Court of Justice stabilisce espressamente che "trasporting Charlie to the USA would be problematic, but possible", trasferire Charlie negli Usa sarebbe problematico ma possibile.

E' una situazione inaccettabile per un paese di nobile e antica tradizione democratica e liberale: imporre a un cittadino quando, come e dove morire, sottrargli questa ultima libertà, grazie a una sorta di sequestro di stato, sembra un paradosso incredibile.

Vogliamo chiarire ancora una volta, a scanso di equivoci, che qui non è in gioco il trattamento sperimentale, e quindi se il trattamento sia utile e clinicamente appropriato o sia accanimento terapeutico, ma il fatto che i medici vogliono somministrare cure palliative staccando, al tempo stesso, respirazione e nutrizione artificiale. Questa appare una scelta per far morire il piccolo più che per non farlo soffrire. Noi invece chiediamo che non si sospendano i sostegni vitali, somministrando anche le cure palliative quando altre strade non siano percorribili. Quali sono le controindicazioni mediche nel tenere attaccato il ventilatore mentre si fa la palliazione, cioè mentre si fa un trattamento che evita la sofferenza?

In queste condizioni, senza motivi legali e senza controindicazioni mediche, dobbiamo purtroppo riconoscere che si tratta solo di una ingiustificata ostinazione da parte dell'ospedale inglese, un accanimento ideologico e non terapeutico, che contraddice la storia culturale e politica di un grande paese come la Gran Bretagna.

CommentiCommenti 5

Antonio (non verificato) said:

paese di nobile e antica tradizione democratica e liberale? - a me pare un paese stupidotto tanto da mantenere sontuosamente una monarchia tanto un'utile quanto ingombrante. Notare poi che non si sono mai adeguati agli standard metrici internazionali. Più che liberal è decrepito

Eliseo Malorgio (non verificato) said:

Signora Roccella, mi sembra che lei non voglia accettare l'idea che il piccolo Charlie dev'essere sacrificato ritualmente poer ordine della "magistratura" inglese in onore degli dei barbarici Baal e Moloch.
Lei non accetta il fatto che la Magistratura sia appena un'associazione esoterico satanista disposta a qualunque nefandezza in opposizione al più elementare senso di umanità e di decenza.
Guardi, Signora Roccella, dia un'occhiata al site cattolico tradizionalista "Chiesa viva" sul quale scriveva il compianto teologo Don Luigi Villa, amico di Padre Pio di Pietralcina. Nel mensile vengono denunciati atti di inaudita efferatezza contro bambini: sacrifici rituali, atti scellerati da film dell'orrore: atti di inaudita crudeltà contro bambini indifesi in tenera età, commessi da indivitui arcinoti, appartenenti ad alti gradi della Massoneria anche ecclesiastica. Nel site Chiesa Viva vengonoo esplicitamente accusati il "benemerito papa Bergoglio, il Ratzinger, il principe Bernardo d'Olanda. Questi signori sarebbero stati condannati mi pare all'ergastolo da un tribunale internazionale per ati contro l'umanità con tanto di testimoni oculari..
Non ha mai sentito dire di fatti altrettanto incredibili accaduti alla Cecchignola di Roma, cittadella riservata ad avvocati ed ufficiali dell'esercito, atti criminali contro bambini denunciati dal magistrato 'eretico" Paolo Ferraro perseguitato per tali atti nel quale erano coinvolti alti magistrati?
E di quel che combinano con i minori la signora Hillary e il suo degno compare Obama?
Sapeva che in Italia scompaiono nel nulla circa quattro mila bambini e non si sa che fine fanno?

Massimo pozzi (non verificato) said:

Un pezzo da Pulitzer.....intempestivo, poco corretto e sgrammaticato.