Tutte le news

Versione stampabile
charlie gard

Secondo il Sun, il Papa vorrebbe dare al piccolo Charlie Gard un passaporto vaticano per permettergli il ricovero in Italia. Il tabloid britannico cita una "fonte di alto livello" in Vaticano, secondo cui le limitazioni legali poste dalla giustizia britannica allo spostamento del bimbo malato terminale in un altro Paese potrebbero essere "superate" se diventasse cittadino dello Stato del Vaticano: "Sarebbe un fatto senza precedenti, ma si sta valutando", avrebbe spiegato la stessa fonte, aggiungendo: "I parametri legali impediscono che venga spostato e curato all'estero. Se questo può essere superato, allora sia così". Tanto più che è "ben noto che il Papa ha preso come interesse personale il caso di Charlie, commentando la vicenda pubblicamente due volte".

Il Sun ricorda poi che il segretario di stato, il cardinale Pietro Parolin, aveva detto che la Santa Sede avrebbe fatto il possibile per superare gli ostacoli legali al trasferimento di Charlie al Bambin Gesù. Ed oggi, su questo fronte, sarebbe atteso un importante annuncio. 

Acquista il libro di Assuntina Morresi "Charlie Gard-Eutanasia di Stato" sullo shop de l'Occidentale

Aggiungi un commento