Comunarie di Roma

Versione stampabile
andrea augello

"Secondo notizie di stampa, la Procura vorrebbe archiviare il mio esposto sul dossier De Vito e sulla guerra interna al M5S durante le comunarie di Roma. Tuttavia gli ampi stralci degli interrogatori di De Vito, della Raggi e dell'avvocato Canali, svolti dalla Procura a margine del mio esposto sul dossieraggio contro De Vito prodotto dal trio Raggi, Frongia e Stefano alla vigilia delle ultime elezioni comunali e riportati oggi da La Repubblica e Il Messaggero, dipingono uno spaccato squallido e deprimente che rivela odi e veleni che dilaniano il Movimento 5 Stelle a Roma". Lo dichiara il senatore Andrea Augello, di Idea. "A prescindere dal dato politico e dall'ovvia considerazione che i fatti esposti nella mia denuncia non erano dunque 'invenzioni' propagandistiche ma circostanze direttamente confermate da tutti i leader grillini interrogati - prosegue -, non posso che ritenere frettolosa la richiesta di archiviazione. Perché o è vero quel che dicono la Lombardi e De Vito - e allora mi pare difficile non procedere per calunnia ai danni di De Vito davanti a 7 parlamentari, che sono ovviamente altrettanti pubblici ufficiali - oppure De Vito mente e allora era fondato il dossier che lo accusava di abuso di ufficio. Difficile stabilire quale delle due sia la verità senza interrogare, per sentire la loro versione, anche Stefano, Frongia e la Raggi. O no?", conclude Augello.

Aggiungi un commento