Asta sospetta

Versione stampabile
Cupinoro

"Abbiamo presentato oggi una interrogazione al Mibact su quanto sta accadendo intorno alla discarica di Cupinoro, posta all'interno dei terreni dell'Università Agraria di Bracciano. Infatti, a fronte del fallimento della 'Bracciano Ambiente', società partecipata interamente dal medesimo comune e che ha gestito la discarica, il curatore fallimentare starebbe approntando una vendita di ramo di azienda comprendente l'AIA in scadenza nel maggio 2018, per permettere la prosecuzione del trattamento rifiuti in aree attigue alla discarica". Lo dichiara Vincenzo Piso, deputato di 'Idea'.

"La vendita - prosegue - dovrebbe avvenire per il mezzo di un'asta il prossimo 21 novembre. Nell'interrogazione chiediamo lumi al Mibact rispetto a una vicenda che già vide l'opposizione della Direzione Regionale del Ministero, che non vede ad oggi alcuna comunicazione formale dell'Università Agraria di Bracciano proprietaria dei terreni interessati e che riguarda un quadrante che dal 1991 - conclude Piso - sostiene sul proprio territorio il peso della discarica di Cupinoro".

Aggiungi un commento