Fine vita

Versione stampabile
biotestamento-eutanasia-eugenia-roccella

Domani il Senato approverà in via definitiva la legge sul testamento biologico. Ciò che va detto chiaramente, senza inutili giri di parole, è che il provvedimento, imposto all’esame dell’Aula a poche settimane dallo scioglimento delle Camere per ovvie ragioni di convenienza elettorale, rappresenta la via italiana all’eutanasia.

“Non è una legge sulla libertà di cura” dice Eugenia Roccella, parlamentare di Idea. Il testo che il Senato si accinge a varare senza neppure un adeguato dibattito parlamentare “consente di sospendere alimentazione e idratazione – sottolinea – per cui chiunque, anche una persona che non sta male, che non è in fin di vita, potrà decidere di morire attraverso la sospensione dei sostegni vitali, acqua e cibo”.

C’è un unico aggettivo che, in breve, può essere utilizzato per definire la legge: “illiberale”. La Roccella lo spiega nel video qui sotto. 

 

CommentiCommenti 3

Ezio Nervegna (non verificato) said:

Tra 20 anni ci ricorderemo di questa legge come quella che ha aperto la strada a nuove leggi per fornire un comoda soluzione all impossibilita di pagare le pensioni causa bancarotta dell Inps.. i futuri e numerosi anziani sono avvisati