Economia in ascesa

Versione stampabile
trump

La riforma del fisco di Donald Trump che tanto preoccupa Bruxelles mette le ali alla borsa americana che nei giorni scorsi ha stracciato tutti i record, pur con un leggero calo nella giornata di ieri. Dall’inizio dell’anno, il Dow Jones ha guadagnato il 25,45% salendo a quasi 5mila punti. Su anche l’indice S&P 500, un altro record, e il Nasdaq, oltre i 7mila punti, per la prima volta. Il Congresso Usa in questa settimana ha varato una riforma del fisco storica firmata poi dal Presidente Trump, facendo così un bel regalo di Natale ai contribuenti, alle famiglie, ma soprattutto alle imprese che potranno continuare a investire sfruttando il momento positivo di crescita della economia Usa. E mentre CNN, la "Pravda americana", come la chiama Trump, sostiene che la maggioranza degli americani è contro la riforma, mentre si allungano i tempi del Russiagate (il superprocuratore Mueller secondo indiscrezioni dovrebbe continuare a indagare un altro anno), e non si placano le polemiche internazionali per la scelta di Trump di spostare l’ambasciata americana a Gerusalemme, ancora una volta occorre ricordare che giornaloni e antitrumpisti di ogni latitudine avevano salutato la riforma trumpista come la definitiva sconfitta del Don, dicendo che non sarebbe mai passata e descrivendola come la Waterloo della Casa Bianca. Invece a Natale gli americani avranno da festeggiare. Grazie a Babbo "Don" Natale. 

CommentiCommenti 3

Concetto Baronessa (non verificato) said:

In Italia dobbiamo scrollarci di dosso il malgoverno degli antitrumpisti