Agli sgoccioli

Versione stampabile
padoan ue crescita

Nella caotica fase post voto, dove nessuno sa quale governo avremo, se lo avremo e quanto possa durare, puntuale arriva il richiamo da parte dell’Ue: “In Italia la crescita è ancora molto sotto la media europea, il debito è il secondo più elevato dell'Ue e la produttività è bassa” ha dichiarato il vicepresidente della Commissione Europea Valdis Dombrovskis. Tutte cose già note ma che ora assumono davvero le fattezze dell’ultimo schiaffo al povero Padoan e al duo Renzi-Gentiloni.

Nel consueto rapporto della Commissione, infatti, si registrano "squilibri eccessivi", tra cui alto debito e una protratta bassa produttività che comporta rischi di "implicazioni transnazionali, in un contesto di crediti deteriorati ancora elevati e disoccupazione". Il debito "si stabilizza ma ancora non ha imboccato un percorso di ferma discesa a causa del deteriorarsi del saldo strutturale". Come dire: si è fatto poco o nulla per invertire una tendenza già di per sé negativa.

Insomma, l’Europa esce allo scoperto, dopo aver nicchiato più volte nei mesi prima della campagna elettorale rincorrendo il tentativo di non “macchiare” eccessivamente il “prestigio internazionale” (si fa per dire) di Gentiloni. E ora che del Pd non rimangono altro che le briciole, scarica velocemente Padoan & Co. E non è un caso se da Bruxelles fanno sapere di essere disposti a concedere una proroga (causa elezioni) per la presentazione del Def, prevista per aprile. Il ministro Padoan avrebbe voluto scrivere lui il documento, ma la Commissione gli ha fatto notare che occorre un ministro nel pieno delle sue funzioni, dato che il Def, di fatto, è lo schema su cui verrà impostata la prossima legge di bilancio in ottobre. Tradotto: non può essere lui a gestire questa fase.

Chi lo farà ancora non è dato sapersi. Tuttavia rumors europei fanno sapere che nessuno a Bruxelles salirebbe sulle barricate se il Movimento 5 Stelle fosse messo alla prova concreta del governo. Eppure solo qualche mese fa più di qualcuno riferiva di alti timori europei per un eventuale governo grillino. Ora sembra tutto passato. Unica certezza, come riportato da diversi giornali, è che i vertici europei non vedrebbero di buon occhio un esecutivo guidato da Matteo Salvini. E poco importa se il centrodestra risulta la coalizione vincente. D’altronde, a queste latitudini, i responsi democratici provocano quasi sempre un po’ di orticaria.

CommentiCommenti 5

Eliseo Malorgioi (non verificato) said:

L'esponente dell "Europa" Dombrovskis e rappresentante del sistema finanziario che strangola paesi come l'Italia, evidentemente soffocato dall'ira e dalla paura per l'inatteso risultato delle elezioni italiane, prende ora a schiaffi i suoi stessi camerieri: Padoan - Renzi - Gentiloni ecc,
– Ma noi abbiamo fatto quel che ci avevate ordinato – potrebbero rispondere i tre camerieri – Com'è possibile ridurre il debito e aumentare la produttività ? Non vedi disgraziato che è proprio il debito (falso) che impedisce qualunque produttività?
I tre non ebbero palle a suo tempo per rifiutarsi di obbedire agli ordini, Nè hanno palle ora per dsare la giusta risposta al sig. Dombrovskis.

Eliseo Malorgio (non verificato) said:

Ecco come dovrebbe essere il denaro volendo risollevare l'Italia:

Il denaro, in forma di cedola stampata rappresenta una promessa di pagamento, o un titolo di credito, con su scritto: «Pagabile a vista al portatore» .
Ma questa frase che cosa significa oggi visto che il denaro non è più convertibile in oro?
Significa che il possessore, o portatore, verrà soddisfatto cedendola ad un fornitore e ricevendo un bene dello stesso valore di cui necessita. Ecco tutto.
Esempio:
Tizio è un dipendente dello stato. Riceve lo stipendio mensile per i suoi servizi di impiegato: la busta paga contenente tali titoli di credito o promesse di pagamento.
Tizio, con questi titoli, potrà acquistare presso i suoi fornitori, per esempio: generi alimentari, articoli di abbigliamento, elettrodomestici, libri, giocattoli, veicoli, ecc di cui necessita.
Poi, a loro volta i fornitori di: abbigliamento, elettrodomestici, giocattoli, ecc potranno cedere tali titoli di credito ciascuno a propri rispettivi fornitori e così formando una rete di scambi chiamata circolazione monetaria interna.
Ma in tale meccanismo esclusivamente riservato allo stato e benefico generatore di prosperità per una nazione, si intromette astutamente il sistema bancario privato.
Costui, soltanto stampando cedole, a costo pressochè zero per esso,, e presentandosi come «prestatore di valori» pretende indebitare tutti i cittadini dello stato
I quali pertanto saranno tenuti a «pagare il «debito pubblico», per giunta con interessi composti esponenziali.
Ma questo non è tutto.
Vi parlerò in seguito della «moneta bancaria» moneta falsa, anch’essa prodotta a costo zero, e anch’essa generatrice di debiti esponenziali con caratteristiche molto differenti dalle cedole a corso legale sopra descritte, e di scarsa o nessuna utilità per la popolazione che lavora.
Non pare a lorsignori che tale attività demenzial criminale del sistema bancario debba ora cessare?

Eliseo Malorgio (non verificato) said:

La foto in alto, è spaventosamente rappresentativa della realtà:
Il prepotente Dombrowskis, col suo faccione di odioso aguzzino, rimprovera il suo cameriere Padoan, e sembra dire:
"Come mai, voi governanti italiani, non solo non pagate i debiti, ma non siete capaci di presentare alcuna "crescita" economica?
A siffatte proposizioni demenziali dello str...ombettiere Dombrowskis, il cameriere Padoan fa la faccia contrita del subalterno colto in fallo, con le mani della marmellata.
Non è capace e non può dire una frase del tipo "Ma và a farti fottere maledetto strronzo!!"
Qualunque impresario, persino il meno capacitato potrebbe risponderere: "ma come è possibile crescere quando si è caricati di debiti?"
Non avrebbe neppure bisogno di illustrare che i debiti tanto accuratamente sbandierati sono falsi, inesistenti, inventati, creati con colpetti di bacchetta magica, e gonfiati poi da giornalisti e economisti corrotti e da mezzi di comunicazione e spettacolo della stessa risma e di proprietà della comitiva del sig Dombrowskis. O mio Dombrowskis!.
Senta me, sig Padoan, si apra la braghiglia e faccia la pipì sulle scarpe del sig. Dombrowskis, poichè questa è l'unica risposta possibile da dare a questo demenzial- delinquente.