I tempi della giustizia...

Versione stampabile
antonio caridi

“Dopo venti mesi di custodia cautelare il tribunale della libertà ha scarcerato l’ex senatore Antonio Caridi, in carica sino al 23 marzo, dopo che due volte la Cassazione aveva annullato per mancanza di indizi la misura cautelare”.  Lo dichiara il senatore Carlo Giovanardi (Idea - Popolo e Libertà). “Voglio ricordare che sono stati i colleghi senatori del PD e dei Cinque Stelle – continua – ad autorizzare all’inizio di agosto del 2016 l’arresto del collega, avendo imposto d’autorità l’allora presidente del Senato Piero Grasso l’inversione dell’ordine del giorno, costringendo il Senato ad esprimersi sulla custodia cautelare prima ancora della decisione del Tribunale della Libertà che era prevista per metà agosto”. “Sono intollerabili – chiosa – i tempi di un sistema giudiziario che impiega 20 mesi per stabilire che mancano i presupposti per tenere in carcere un cittadino, ed è ancora più grave che siano stati in questo caso i colleghi senatori a condannarlo anticipatamente quando in Giunta per le Autorizzazioni ed in Aula si erano levate più voci, compresa quella del sottoscritto, per sottolineare che nelle carte inviate dalla procura di Reggio Calabria non c’era nulla che giustificasse la privazione preventiva della libertà di un rappresentante del popolo”. 

Nel link, l'intervento integrale del 4 agosto 2016 del senatore Giovanardi in Senato sul caso Caridi: 

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Resaula&leg=17&id=987229# 

  

Aggiungi un commento