Nuove sfide

Versione stampabile
banche_popolari_nexi

Le banche popolari, azioniste della Luigi Luzzatti SpA, entrano con una quota rilevante nel capitale di Hi-Mtf Sim: il Presidente della Luzzatti, Vito Primiceri, ha firmato oggi a Roma il closing dell’operazione di acquisto del 25% del capitale di Hi- Mtf subentrando a Nexi S.p.A., ex ICBPI.

Il closing fa seguito all’approvazione dell’operazione da parte della Banca d’Italia che ha formalmente comunicato il suo nulla osta alla Luzzatti SpA nell’aprile scorso.

La Luigi Luzzatti - che riunisce 17 Banche popolari che esprimono un’intermediazione sui territori per un totale dell’attivo pari a circa 270 miliardi di euro e 264 miliardi di provvista attraverso una rete di oltre 5.200 sportelli – va così ad affiancare con pari quota Banca Sella, Iccrea e Aletti  nella compagine sociale di Hi-Mtf, la SIM che gestisce la piattaforma specializzata nella negoziazione delle azioni e obbligazioni bancarie.

Il Presidente Primiceri esprime la propria soddisfazione: «L’ingresso nel capitale della piattaforma concretizza anche sul piano degli assetti proprietari la collaborazione industriale maturata negli ultimi anni. Sono certo – ha proseguito il Presidente – che la Luzzatti SpA sarà strumento di altre importanti iniziative di interesse comune alle Banche del territorio, oltre a quella in corso per la cartolarizzazione di NPL, a dimostrazione della rinnovata vitalità del settore e della sua capacità di fare squadra per aumentare le sinergie e affrontare le sfide del mercato».

Aggiungi un commento