A Rovigno

Versione stampabile
radossi commendatore

Venerdì 21 settembre, a Rovigno d'Istria, oggi la croata Rovinj, l'onorevole Carlo Giovanardi ha consegnato al direttore e fondatore del Centro di ricerche storiche di Rovigno, il prof. Giovanni Radossi in occasione del 50esimo anniversario dell'istituzione. In qualità di Presidente dell’Associazione Nazionale Insigniti Onorificenze Cavalleresche (ANIOC), l'ex parlamentare ha voluto onorare i quasi 30.000mila italiani rimasti in Istria e il loro impegno per la promozione della lingua e cultura italiana. In modo particolare, per l'occasione, ha messo in risalto la straordinarietà di quanto è riuscito a costruire il prof. Radossi e il cui contenuto non è la fotografia del passato, ma “lo spiega alle nuove generazioni che altrimenti poco sanno dei drammi del Novecento e rischiano di mettersi a fare gli stessi percorsi” – ha avvertito – mettendo in risalto l’Istria quale esempio di convivenza da proiettare in avanti. 

In allegato, l'articolo dell'evento apparso su "La Voce del Popolo", quotidiano italiano dell'Istria e del Quarnero. 

CommentiCommenti 3

Massimiliano (non verificato) said:

Meritatissima onorificienza, tuttavia tanti altri la meriterebbero.
La Venezia Giulia e Dalmazia sono terre dove l'italianità è ai minimi termini. Quindi massima attenzione alle nostre Comunità autoctone che sfociano talenti culturali di altissimo livello, i quali devono ottenere un riconoscimento dallo Stato...