Legalizzazione delle droghe

Versione stampabile
cannabis_business

'In tutta Italia si stanno aprendo centinaia di esercizi commerciali per la libera vendita della cosidetta Cannabis Light, con investimenti milionari di fondi internazionali su società italiane come la Cannabis Easyjoint. Il Consiglio Superiore di Sanità era intervenuto a giugno raccomandando che fossero attivate, nell'interesse della salute individuale e pubblica e in applicazione del principio di precauzione, misure per non consentire la libera vendita dei suddetti prodotti. Il ministro della Salute, la grillina Giulia Grillo, notoriamente schierata a favore della legalizzazione della cannabis, non soltanto non ha dato nessun seguito concreto al parere, ma ha mandato a casa gli autorevolissimi componenti del Consiglio che l'avevano stilato'. Lo afferma in una nota Carlo Giovanardi, ex parlamentare ed esponente di Idea Popolo e Libertà.

'Avendo avuto per tanti anni la responsabilità delle politiche di prevenzione ed educazione del Dipartimento Antidroga della presidenza del Consiglio denuncio con forza questa deriva del cosiddetto 'governo del cambiamento', in questo caso sicuramente in peggio, che avalla provvedimenti dal sapore punitivo verso organismi tecnici che evidentemente non si ritengono allineati al nuovo corso. Sarebbe interessante a proposito - conclude Giovanardi - conoscere il parere della Lega che non mi risulta abbia mai fatto parte del fronte antiproibizionista'.

Aggiungi un commento