Gasparri e Quagliariello

Versione stampabile
adozioni cai

“È veramente incredibile questa quadriglia sulle adozioni. Il vicepremier dà la colpa al sottosegretario, l’altro vicepremier dà la colpa al ministro, il ministro dà la colpa al premier, il premier dà la colpa al ministro. Anche in un campo questo, delicatissimo e importantissimo, il governo mostra la sua inadeguatezza”. Lo dichiarano in una nota congiunta i senatori Maurizio Gasparri (FI) e Gaetano Quagliariello (Idea). “Le adozioni - proseguono - vanno gestite con responsabilità e cautela, ma devono essere velocizzate per garantire una risposta a tutte le domande che restano troppo a lungo inevase, dal momento che ci sono più domande da parte di coppie eterosessuali che bambini da adottare in Italia. Ci sono state anni fa gestioni assolutamente inadeguate da parte delle commissioni competenti, che abbiamo denunciato anche in Parlamento, con una precisa colpa da parte della sinistra".

"E il balletto odierno è altrettanto inaccettabile. E’ necessario fare chiarezza: non ci accontentiamo di accuse incrociate a mezzo stampa ma assumeremo iniziative per portare la questione in Parlamento, affinché nelle commissioni e nell’Aula del Senato, con l’esame dei documenti, la verifica delle deleghe e la convocazione dei rappresentanti del governo, si chiarisca, almeno sotto il profilo delle responsabilità, chi deve fare cosa. Non si tratta di discutere delle opinioni, che evidentemente sono diverse - concludono Gasparri e Quagliariello -, ma di capire, leggi e documenti alla mano, come devono funzionare le istituzioni in una materia così delicata rispetto alla quale, ancora una volta, il governo ha saputo produrre solo paralisi”. 

Aggiungi un commento