Succede in Argentina

Versione stampabile
aborto umbria

In Argentina il medico Leandro Rodriguez Lastra è stato appena condannato a due anni di reclusione e alla perdita dell’abilitazione a svolgere la professione medica a causa del suo rifiuto di praticare un aborto. A stringersi attorno a lui vi sono stati i vertici della Chiesa Cattolica e di quella Evangelica, nonché numerose organizzazioni politiche e sociali tradizionalmente pro-life. La sentenza appena pronunciata dal giudice Alvaro Meynet asserisce che il ginecologo è venuto meno ai suoi doveri di funzionario pubblico. Netta la presa di posizione del Vescovo ausiliario di La Plata Alberto Bochatey, il quale afferma che “il popolo argentino vuole la vita e non la morte.” Questo è l’ennesimo capitolo che viene scritto in questi giorni sul tema dell’interruzione di gravidanza, che in queste settimane sta tornando protagonista a livello internazionale come da tempo non lo era. La decisione presa dalla magistratura argentina è ancora più eclatante se si pensa che i Parlamenti di due stati americani (Alabama e Missouri) solo pochi giorni fa hanno messo al bando la pratica dell’aborto praticamente in quasi tutti i casi.

Aggiungi un commento