Tutte le news

Versione stampabile

Il premier israeliano Ehud Olmert si è scusato con la Santa Sede per un programma televisivo in cui erano stati irrisi Gesù e la Madonna. Le scuse di Olmert sono state formulate in apertura della seduta del Consiglio dei ministri di oggi.

La settimana scorsa il comico televisivo Lior Schlein (Canale 10) aveva destato grande indignazione nella comunità cristiana locale, e poi anche in Vaticano, per essersi espresso in tono irriguardoso nei confronti del cristianesimo in reazione alla vicenda del vescovo lefebvriano Richard Williamson e alle sue dichiarazioni negazioniste sulla Shoah.

"Provo rammarico - ha detto Olmert ai ministri - per le espressioni contro la religione cristiana manifestate la settimana scorsa in un programma televisivo".

"Io non desidero - ha aggiunto Olmert - che il governo israeliano intraprenda una critica dei diversi programmi televisivi. Ma penso che se in un altro Paese fossero state dette cose analoghe contro la religione ebraica, di certo la comunità ebraica avrebbe reagito con un grido di allarme".

Olmert ha assicurato di non avere alcuna intenzione di limitare il diritto di espressione in Israele: "Eppure è certo giustificato pretendere ragionevolezza e responsabilità, anche un pò di autocontrollo, anche nei programmi satirici". Olmert ha quindi rivolto le proprie parole alla comunità cristiana in Israele, ha elogiato la sua "coesistenza con il nostro popolo" e ha precisato che "i rapporti di Israele con il Vaticano e con il mondo cristiano sono molto buoni e non c'è alcuna ragione per arrecare loro danno".

Aggiungi un commento