Tutte le news

Versione stampabile

Passata la notte dei festeggiamenti per la Champions League e la vittoria del Barcellona, Roma da questa mattina ha cambiato veste e, tolti sciarpe, cappellini e bandiere colorate dei blaugrana, si prepara così ad affrontare un altro importante nodo per la sicurezza della città: il vertice del G8 dei ministri della Giustizia e degli Interni.

Da questa mattina negli aeroporti di Ciampino e Fiumicino si susseguono gli arrivi dei ministri e delle loro delegazioni di Canadà, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Russia, Stati Uniti e Repubblica Ceca. Secondo quanto prevede il protocollo del summit i lavori ufficiali cominceranno domani nel luogo prescelto dal piano di sicurezza e cioè la Scuola di Polizia di via Piero della Francesca, al Flaminio. Ma già da questa sera alle 20.30, nella sede della Prefettura della Capitale i ministri degli Interni e della Giustizia arrivati in Italia saranno accolti per una cena di benvenuto.

Nella capitale sono centinaia gli agenti dei reparti mobili schierati nelle zone a rischio. Scattate anche le chiusure al traffico e i divieti di sosta e parcheggio in gran parte del centro storico, in particolare a Via Veneto dove si trovano gli alberghi che ospitano le delegazioni, e nel quartiere Flaminio.

Aggiungi un commento