Tutte le news

Versione stampabile

Cinque supplenti in attesa di ricevere l'assegnazione per una cattedra si sono spogliati rimanendo in mutande davanti al liceo scientifico Newton a Roma per protestare, hanno detto, contro il loro stato di precarietà in quanto da anni non sono stati ancora messi in ruolo. La protesta, inscenata nel giardino del liceo, è durata alcuni minuti. I supplenti hanno anche esposto un cartello con la scritta "Dopo anni di precariato ancora in mutande".

"Ormai in Italia, per essere ascoltati, si è costretti a fare gesti clamorosi come quello di oggi, in pieno stile 'Full Monty"', ha commentato il dirigente scolastico del liceo Mario Rusconi, vice presidente dell'Associazione nazionale presidi.

Quasi cento supplenti sono da ore nel liceo scientifico in attesa di ottenere la cattedra per l'insegnamento di educazione fisica nelle scuole romane. Il liceo Newton, in viale Manzoni, è una delle otto scuole polo per l'assegnazione delle cattedre disponibili in vista della nomina di 4.986 docenti, tra supplenti e di ruolo, e oltre 4.041 amministrativi nella capitale. Oltre al Newton, a Roma le scuole polo dove partiranno le altre assegnazioni di supplenze, anche nei prossimi giorni, sono Daniele Manin, Settembrini, Leonardo Da Vinci, Cristoforo Colombo, Galileo e istituti superiori di via Asmara e via Tuscolana.

Aggiungi un commento