Seguendo la stampa

Versione stampabile
Emma Bonino

 

“Diciamoci le cose come stanno: questa lista non c’è” Dice Emma Bonino al Corriere della Sera (1 marzo) Si è fatta candidare, lei leader radicale, perché in Lazio non c’era quasi più il Pd, vincerà le elezioni perché non c’è più il Pdl. Ed è contenta come una matta. Più che una democratica la Bonino è un cuculo

“Ora per tutti è il momento dell’efficienza” Dice Gianni Alemanno sul Sole 24 ore (1 marzo) Dette da un (pur bravo) leader del centrodestra “romano” il giorno dopo la presentazione delle liste regionali nella Capitale, queste parole paiono una beffa. Ma va tenuto conto che il “Sole 24 ore” del lunedì chiude quasi una settimana prima

“Ma il compito della legge, per poter pretendere obbedienza, è di contrastare l’arroganza di chi le infrange” Dice Gustavo Zagrebeky sulla Repubblica (1 marzo) Dell’arroganza di chi, con su la toga, la legge la manipola a fini politici, Zagrebesky se ne fa un baffo

“L’etica pubblica? Peggio che nel ‘92” Dice Oscar Luigi Scalfaro alla Stampa (1 marzo) In queste parole tutta la soddisfazione per un lavoro ben fatto

 

CommentiCommenti 3

carlo C. Cipriani (non verificato) said:

sfruttiamo l'occasione della mancata presentazione della lista PDL per rinnovare la classe politica di Roma alla Regione.
Il PdL dovrà votare le liste legate alla Polverini, con personaggi nuovi, outsider, potrebbe esser l'ocacsione del rinnovo di cui tanto si parla.