ARTICOLI

“Creating the Conditions for Integration”

Cameron dichiara guerra al multikulti puntando sull'integrazione

di Alma Pantaleo
| 28 Febbraio 2012

Del resto lo aveva affermato con decisione un anno fa: “Il multiculturalismo ha fallito. È tempo di voltare pagina sulle politiche fallite del Paese”. A distanza di 12 mesi David Cameron ha trasformato quelle parole in fatti. Con il documento “Creating the Conditions for Integration”, reso pubblico lo scorso 21 febbraio, il governo britannico presenta “una nuova strategia di integrazione” che ha come obiettivo sostenere e difendere un’identità britannica compatta.

Il flop del movimento degli indignati

Dopo lo sgombero a St. Paul, Occupy London resta solo un sogno infranto

di Alma Pantaleo
| 28 Febbraio 2012

Alla fine l’hanno sgomberato. Dopo un mese di tira e molla giudiziari la City of London Corporation, che amministra il quartiere degli affari, è riuscita a far smantellare l'accampamento dei dimostranti di Occupy London, allestito nei pressi della cattedrale di Saint Paul. Così il movimento degli indignati made in Uk ha perso il suo baluardo più importante. La verità? Il movimento ha perso la sua ragione d’essere ed è destinato a non lasciare neppure strascichi.

L'uovo di giornata

Le profezie di Celentano sono ormai un "Servizio Pubblico"

di Alma Pantaleo
| 24 Febbraio 2012

Dai predicozzi alle profezie il passo è breve. Così a distanza di una settimana, dopo i capricci e le sfiancanti trattative su contenuto dei testi e bizzarre richieste che già ci puzzano di vecchio, Adriano Celentano è tornato in tv per sconvolgerci ancora. E quale salotto migliore se non quello di Michele Santoro?

L'uovo di giornata

Come al solito Santoro se la canta e se la suona (la censura)

di Alma Pantaleo
| 23 Febbraio 2012

Siamo alle solite, lui se la canta e lui se la suona. Parliamo di Michele-Martire della televisione italiana-Santoro che oggi occupa le prime pagine dei quotidiani nazionali con l’ennesima puntata della sua tragicommedia: “Io giornalista perseguitato dalla censura”. Ecco la questione del giorno: stasera la scaletta di Servizio Pubblico prevede ci sia un'intervista ad Adriano Celentano, fresco delle polemiche scatenate a Sanremo. Anche stavolta, come una settimana fa sul palco dell’Ariston, il Molleggiato ha preteso di presentarsi in trasmissione senza render noto il contenuto del suo “sermone”. Proprio per questo Sandro Parenzo - patron di Mediapason e nel caso specifico, l'uomo che permette a Servizio Pubblico di andare in onda su un network di canali locali privati – prevedendo scomodi sproloqui celentaneschi sulla Rai ha tuonato: “Se non vedo il testo di Celentano, non lo mando in onda”.

La risposta del controasse a Merkozy

Il piano Monti-Cameron non può restare sulla carta perché l'Ue deve crescere

di Alma Pantaleo
| 22 Febbraio 2012

Che tra i due ci fosse feeling lo si era capito il 18 gennaio scorso durante il loro incontro al 10 di Downing Street. A distanza di un mese si può parlare di vera e propria intesa tra il premier britannico David Cameron e il presidente del Consiglio italiano Mario Monti. Lo si può dire alla luce della lettera firmata da 12 capi di governo e promossa dal tandem Cameron-Monti assieme al primo ministro olandese Mark Rutte, il cosiddetto “piano per la crescita in Europa” inviato tre giorni fa all’Ue.

Domenica il lancio del nuovo progetto editoriale

Il "Sun" (domenicale) di Murdoch risplenderà nonostante la tempesta

di Alma Pantaleo
| 22 Febbraio 2012

Lo squalo, in barba al maremoto News Corp, è sempre vigile. Rupert Murdoch lascia tutti a bocca aperta dando lui in persona, a differenza di quanto successo in questi mesi, notizie di sé e del suo impero di carta: il prossimo 26 febbraio nelle edicole tornerà a ‘risplendere’ l’edizione domenicale di un nuovo fiammante Sun.

L'uovo di giornata

Lo strano (e inutile) giallo del reddito dei ministri

di Alma Pantaleo
| 22 Febbraio 2012

Stipendi, case, azioni, auto. Sulle prime pagine di tutti i quotidiani non si fa che parlare di questo: l’operazione trasparenza che ha reso pubblici e consultabili online da 24 ore i guadagni e le disponibilità di ministri e sottosegretari. Ma l’attenzione nei confronti di quanto sia più o meno ricco chi siede al governo ha raggiunto davvero livelli maniacali.

L'uovo di giornata

Caro Hoffman, più che "Il Manifesto" salva il "Piccolo Grande Uomo" di Hollywood

di Alma Pantaleo
| 20 Febbraio 2012

A mali estremi estremi rimedi. E così il Manifesto per salvarsi dal precipizio della chiusura definitiva tenta il tutto e per tutto chiedendo aiuto a un premio Oscar, habituè ormai della reclame. Vedere per credere. A campeggiare sulla prima pagina di qualche giorno fa del quotidiano ‘rosso’ – in liquidazione coatta amministrativa a seguito della crisi nella quale è piombato, c’era una special guest: Dustin Hoffman. 

L'uovo di giornata

Se una (non) mutanda vale più di mille polemiche

di Alma Pantaleo
| 16 Febbraio 2012

Ma Belen ce le aveva le mutande o no? Dalla tv, ai giornali, ai blog questa è la domanda del giorno. E le parole farfalla, tatuaggio, spacco, slip sono tra le più cliccate del web. Incredibile, verrebbe da dire. Se fino a 24 ore fa tutti, ma proprio tutti, dall’impiegato alla casalinga, dall’opinionista al prete, dal dirigente Rai alla signora in fila alla cassa, si sono sentiti in dovere di dire la loro sullo sproloquio - da predicatore da quattro soldi, concedetecelo – dell’Adrianone nazionale, oggi gli stessi sono alle prese con un emblema di difficile risoluzione: Belen Rodriguez indossava gli slip quando una falcata da prima serata ha fatto aprire un po’ troppo lo spacco vertiginosamente inguinale del suo vestito lasciando intravedere (‘intra’ neanche tanto) quella farfalla tatuata proprio lì, a un passo da dove non batte il sole?

Sanremo flop

Tra (s)clero e vuoto populismo, ecco il tristissimo festival di Celentano

di Alma Pantaleo
| 15 Febbraio 2012

“Che caz… è?”. Il trionfo della banalità e della tristezza. Così verrebbe da rispondere alla domanda che Morandi si è lasciato sfuggire ieri sera quando il teatro dell’Ariston è stato invaso da gente che scappava e si riversava per terra e da (pietosi) effetti speciali: suono di sirene, finte esplosioni e immagini di elicotteri da guerra. Non c’è altro modo per definire l’esordio di questa 62esima edizione di Sanremo. Un festival che, come volevasi dimostrare, più che della canzone italiana sembra essere il festival di Adriano Celentano. 

Dal linciaggio mediatico alla legge 10/2011

Così i poteri forti hanno distrutto la Protezione Civile (e Bertolaso)

Intervista ad Alessandro Sallusti di Alma Pantaleo
| 13 Febbraio 2012

L’emergenza maltempo ha messo in ginocchio gran parte dell’Italia. Ma la vera bufera si è abbattuta su chi quell’emergenza avrebbe dovuto gestirla. La Protezione civile negli ultimi anni ha conosciuto indubbiamente una fase di declino, che alla prima occasione si è mostrata in tutta la sua evidenza. Tanto che c’è chi ricorda con nostalgia la gestione di Guido Bertolaso. Come il direttore de Il Giornale, Alessandro Sallusti.

L'uovo di giornata

Le piume (di struzzo) di Carlà "operaia"

di Alma Pantaleo
| 13 Febbraio 2012

Che Carla Bruni abbia un fisico perfetto lo sappiamo tutti. Ma che addirittura si faccia delle sue forme una statua, per di più operaia, sembra un tantino esagerato. Sì, perché Jacques Martin, sindaco conservatore della banlieue parigina di Nogent-sur-Marne, ha proposto di erigere una scultura in bronzo con i tratti della Première dame in abiti (non da sfilata ma) da lavoro, in omaggio alle “plumassieres”, le materassaie del Belpaese che lavoravano le piume e che hanno contribuito allo sviluppo della sua città. “Sarà un piccolo omaggio all'Italia”, ha commentato il sindaco entusiasta.

L'uovo di giornata

Il Carnevale (giudiziario) di Cesare Battisti

di Alma Pantaleo
| 09 Febbraio 2012

Non bastava la beffa delle interviste dai toni vittimistici. O quella della mancata estradizione verso l’Italia. O peggio ancora quella della richiesta al presidente della Repubblica Napolitano di “avere una possibilità di difendersi” nel nostro Paese. Il ‘Cesare Battisti show’ continua. Assieme ai carri e alle ballerine seminude con tanto di pennacchio in testa che sfilano per le strade di Rio de Janeiro ci sarà anche lui. L’ex terrorista rosso, che ha trovato rifugio in Brasile dopo essere stato condannato in contumacia all'ergastolo ha comunicato che parteciperà al Carnevale più famoso al mondo.

L'Inghilterra celebra il Diamond Jubilee

Tenacia e dignità reale. La corona di Elisabetta II compie 60 anni

di Alma Pantaleo
| 06 Febbraio 2012

“Io dichiaro davanti a voi tutti che tutta la mia vita, sia essa lunga o breve, sarà dedicata al vostro servizio e al servizio della nostra grande famiglia imperiale a cui tutti apparteniamo”. Elizabeth Alexandra Mary aveva solo 21 anni quando pronunciò queste parole. Parole che appena quattro anni dopo, precisamente  il 6 febbraio del 1952, da promessa futura si sarebbero tramutate di colpo, con la morte improvvisa del padre re Giorgio IV, in un impegno presente e a tempo indeterminato. Quella ragazzina ausiliaria durante la guerra e amante dei motori sarebbe diventata Elisabetta II, regina del glorioso Regno Unito.

L'uovo di giornata

Sarkozy junior e i mal di pancia presidenziali

di Alma Pantaleo
| 03 Febbraio 2012

Non bastava la disoccupazione galoppante e la sempre più faticosa scalata per superare nei sondaggi un Hollande lanciatissimo negli indici di gradimento degli elettori. Sarkozy è di nuovo nel “cagotto”. Letteralmente.

A farcelo finire è stato il figlioletto Pier, anche noto come Dj Mosey, richiestissima star della consolle che sulla scia di Bob Sinclair sta tentando di esportare il “French Touch” in giro per l’Europa. Lo scorso 25 gennaio era a Odessa per una serata in un club superchic ma tra un disco e l’altro si è sentito male per un’intossicazione alimentare ed è stato ricoverato in ospedale. Fin qui niente di strano, direte, saranno fatti di Sarkozy junior e del suo stomaco.

L'uovo di giornata

Monti diventa "nonno" e il sito del governo quello dei Teletubbies

di Alma Pantaleo
| 02 Febbraio 2012

Lisa, una bambina di due anni e mezzo, alla domanda “che cosa hai visto in TV?” risponde “Ho visto il nonno Mario, quello che dice le cose giuste per il futuro…”. No, non siamo su una pagina fan di nonno Libero, il buffo e amatissimo personaggio di un Medico in Famiglia ma su www.governo.it.  E no, non è uno scherzo. Assurdo ma vero, quella che avete appena letto è una delle quattro lettere inviate alla presidenza del Consiglio che si trovano sul sito ufficiale di Palazzo Chigi nella sezione “Dialogo con i cittadini”. Quello della bimba è senz’altro il messaggio che più lascia attoniti e quasi disorienta perché per un attimo ci sembra di imbatterci nella Melevisione piuttosto che nei Teletubbies, ma le altre tre lettere non sono da meno in quanto a toni che farebbero venire il diabete solo a leggerle per quanto sono smielate.

L'uovo di giornata

Altro che prati verdi, il ragazzo della via Gluck sognava i verdoni

di Alma Pantaleo
| 30 Gennaio 2012

La “Celenovela” sembra essere finalmente giunta all’ultima puntata. Dopo giorni di sfiancanti tira e molla, di frivolezze, e di vari “vediamo, chissà, valutiamo, forse” è arrivato, grazie a Dio, il ‘sì’ dalla Rai. Celentano sarà a Sanremo. Noi tiriamo tutti un sospiro di sollievo visto che non dovremo più sorbirci nuovi colpi di scena in questa tormentata quanto noiosissima ‘love story’ e il Molleggiato si metterà in tasca un bel gruzzolo.

La Scozia a un passo dall'indipendenza?

Salmond contro Cameron: "Nel 2014 referendum per divorziare da Londra"

di Alma Pantaleo
| 26 Gennaio 2012

“Do you agree that Scotland should be an independent country?”. Questa domanda breve, chiara e diretta potrebbe cambiare le sorti (e lo status) della Scozia. Ieri il premier scozzese e leader dello Scottish National Party (SNP), Alex Salmond, ha presentato in Parlamento un documento che traccia le linee guida del governo per il referendum sull’indipendenza della nazione che si terrà nell’autunno 2014.

L'uovo di giornata

I "sì, forse, anzi no" tecnici di Elsa Fornero

di Alma Pantaleo
| 25 Gennaio 2012

Se dovessimo assegnare un titolo al nostro ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali sarebbe quello di ‘Mrs eterna indecisa’.  Sì perché i “sì, forse, anzi no” di Elsa Fornero su temi caldi dell’agenda governativa che stanno animando il dibattito politico sin dalla sua nomina all’interno della squadra tecnica di Monti si fanno sempre più repentini.

La vignetta di Vauro su Fiamma Nirenstein

Se la satira diventa un dogma e la critica diventa un'eresia

di Alma Pantaleo
| 23 Gennaio 2012

Alla vigilia delle solenni celebrazioni per la Giornata della Memoria torna a galla un caso controverso. Un giudice ha stabilito che non possa esserci diritto di critica alla critica. Sicuramente molti ricorderanno la discussa vignetta che troneggiava sulla prima pagina del “Manifesto” del 13 marzo 2008 che ritraeva l’On. Fiamma Nirenstein nelle fattezze del mostro di Frankenstein, con sul petto la stella di Davide e il fascio littorio. A firmarla era stata la matita di Vauro Senesi...