ARTICOLI

Lotta di potere

Chi demonizza Trump a spese degli Stati Uniti

di Antonio Pilati
| 10 Novembre 2017

La demonizzazione morale e politica di Trump serve a dinastie, ideologi dei diritti e vincenti della globalizzazione per restare in sella. La lotta è feroce e rischia di condurre alla paralisi l’azione politica degli Stati Uniti. 

Identità politiche e culturali

Quell'Europa frantumata dagli algoritmi finanziari e il ritorno della politica delle Nazioni

di Antonio Pilati
| 04 Novembre 2017

Nell’ultimo triennio i sistemi politici europei hanno perso l’impronta unitaria e per molti tratti omogenea che li aveva a lungo caratterizzati e si frantumano in varianti regionali piuttosto difformi fra loro.

Comprare tempo non basta

La crisi strutturale non è risolta, forse si dovrà rivedere l’euro

di Antonio Pilati
| 22 Ottobre 2012

La promessa estiva della Bce di acquistare in quantità debito pubblico degli Eurostati pericolanti in modo da frenare la corsa dei rendimenti, ormai giunta a soglie disgreganti, ha ottenuto l’effetto richiesto: i mercati si sono raffreddati e, grazie al concorso anche di altri fattori (la sentenza della Corte di Karlsruhe, la vittoria dei partiti europeisti nei Paesi Bassi), si è comprato tempo prezioso. Ma tempo per fare cosa? (tratto da Il Foglio)

Cosa ci sta facendo la Germania e come reagire

Scuotiamoci

di Antonio Pilati
| 07 Agosto 2012

La crisi si è drammatizzata nell’estate 2011 a causa della dispersione di sovranità insita nell’architettura dell’Eurozona. Oggi, estate 2012, mentre la crisi si fa dirompente, il rimedio diventa la ripresa di sovranità: la dinamica europea si rovescia e dalla dispersione si passa alla concentrazione. C’è però una differenza: la dispersione lascia i partner dell’euro in uno stato di parità; la concentrazione addensa potenza nelle mani di chi detta condizioni. (tratto da Il Foglio)

Il paradosso della costruzione europea

Perché parliamo tedesco

di Antonio Pilati
| 01 Marzo 2012

Da più di due anni l’Ue somministra alla Grecia un doloroso fallimento a rate dettato, ancor prima che dalla difesa di specifici interessi materiali, dall’intento di punire su scala collettiva una serie di inganni contabili inflitti dai politici locali alle istituzioni Ue. Nel 2011, oltre alla Grecia, vari altri Stati, tra cui l’Italia, hanno visto messa sotto tutela la propria politica economica mediante cogenti strumenti di indirizzo attivati da organi Ue (direttive della Commissione, lettere della Bce). (tratto da Il Foglio)

Otto anni dopo la “riflessione inquietante” di Guarino

Attaccare il debito (ma di brutto)

di Antonio Pilati
| 15 Febbraio 2012

Il 6 agosto 2004 il Corriere della Sera pubblica in evidenza un’analisi di Giuseppe Guarino con un titolo che oggi, a quasi otto anni di distanza, appare molto attuale: “Il debito pubblico? Serve una cura choc. E’ il vero freno dell’economia italiana”. Il sommario auspica “un impegno bipartisan per accelerarne la discesa”. Ma è il contenuto che, in alcuni passaggi, fa impressione: “Nel sistema comunitario gli stati membri non sono tenuti ad aiutarsi reciprocamente. (tratto da Il Foglio)