Bernardino Ferrero

di
Bernardino Ferrero
 | 
26 Aprile 2017

Nel 2014 Renzi twitta “Vola Alitalia, viva l’Italia”, salutando l’accordo con Etihad, la compagnia di bandiera emiratina, accorsa al capezzale di Alitalia sull’orlo di uno dei suoi tanti scampati fallimenti. Le ultime parole famose.

La denuncia degli imprenditori
Intervista a Massimo Ferrarese di
Bernardino Ferrero
 | 
23 Aprile 2017

«Con le mie aziende non produco più ponti e non partecipo più ai lavori pubblici neppure per le scuole,» è una presa di posizione netta, senza sconti, ma che non nasconde una punta di amarezza quella di Massimo Ferrarese – politico e imprenditore nel campo delle costruzioni – quando gli chiediamo perché in Italia crollano così tanti ponti.

Paolo: "Washington fondamentale", il Don: "Non vedo nessun ruolo degli Usa"
di
Bernardino Ferrero
 | 
21 Aprile 2017

Che le cose fossero cambiate con la fine della presidenza Obama lo abbiamo scritto e detto in tutte le lingue. E anche sulla Libia accade la stessa cosa: l'Italia, che per anni, dopo i disastri delle primavere arabe, aveva assecondato la linea obamiana, adesso, con l'arrivo di Trump si trova spiazzata.

Profilo basso dei candidati su terrorismo
di
Bernardino Ferrero
 | 
19 Aprile 2017

Il primo turno delle presidenziali in Francia sarà blindato. Un attacco jihadista è stato sventato a Marsiglia e si teme per la incolumità dei candidati.

Sfida su Twitter
di
Bernardino Ferrero
 | 
17 Aprile 2017

Lo scontro su Twitter tra il presidente di Idea Quagliariello e il renziano Guerini riaccende i riflettori sul referendum del 4 dicembre. L'arroganza della (in)vincibile armata del Sì da una parte e la clamorosa vittoria di Davide contro Golia.

L'opposizione contesta il risultato
di
Bernardino Ferrero
 | 
17 Aprile 2017

Con una vittoria di stretta misura, e mentre le opposizioni denunciano brogli elettorali, Erdogan festeggia la vittoria al referendum per il presidenzialismo in Turchia. Il "Sultano" di Ankara espropria dei suoi poteri governo e parlamento, candidandosi a guidare il Paese nei prossimi anni.

Sicurezza nazionale ma de che?
di
Bernardino Ferrero
 | 
15 Aprile 2017

Secondo diverse fonti, un gruppo di hacker chiamato Shadow Brokers avrebbe messo online rendendoli pubblici dei potenti, e fino a questo momento sconosciuti, software usati dalla Nsa per attaccare computer in mezzo mondo.

Un favore a Bruxelles
di
Bernardino Ferrero
 | 
14 Aprile 2017

Facebook ha sospeso 30mila account francesi a un tiro di schioppo, dieci giorni, dal primo turno delle elezioni presidenziali, motivando la decisione come una mossa necessaria a contenere l’aumento di fake news, disinformazione e spam sulle sue pagine. 

Lotti e Marroni ancora al loro posto
di
Bernardino Ferrero
 | 
12 Aprile 2017

E per i renziani c'è poco da stare allegri. 

Seguendo la stampa
di
Bernardino Ferrero
 | 
10 Aprile 2017

Diffide, minacce di querela, accuse incrociate. Questa sera si preannuncia una puntata di Report esplosiva dopo che sulla stampa sono emerse anticipazioni roventi che tirano in ballo l’Unità, l’imprenditore Pessina, chiamato, da ultimo, al capezzale della testata organo del Pd, e addirittura l’ENI, il colosso energetico italiano. 

Navi Usa dirigono verso Pyongyang
di
Bernardino Ferrero
 | 
09 Aprile 2017

Teniamo a mente questa data, 15 aprile. Il giorno in cui nella Corea del Nord si festeggia la nascita del fondatore Kim Il-sung. Pyongyang potrebbe essere tentata da una nuova bravata, altri missili lanciati come prova di forza. Ma dopo lo "strike" ordinato da Trump in Siria, adesso le navi militari Usa si dirigono verso le due Coree. 

Incredibile ma vero
di
Bernardino Ferrero
 | 
08 Aprile 2017

Sembra che il killer di Stoccolma sia un uzbeko e che abbia seminato la morte alla guida del camion scegliendo con cura le sue vittime, in particolare i bambini, scrivono fonti inglesi. 

Sessanta missili Usa contro basi siriane
di
Bernardino Ferrero
 | 
07 Aprile 2017

Donald Trump rovescia le basi della sua politica non interventista e scatena una tempesta di fuoco sulla Siria, come ritorsione dopo l’attacco chimico lanciato dal regime di Damasco su Idlib.

IDEA: estendere cedolare secca a imprese
di
Bernardino Ferrero
 | 
06 Aprile 2017

In parlamento si discute del decreto terremoto ma il governo ripropone i soliti metodi renziani, blindare i provvedimenti in commissione e in aula relegando le camere a dei passacarte. Qualcuno ci prova a mettere in campo proposte concrete per la ricostruzione, come Idea, il partito guidato da Quagliariello. Ecco come.

Seguendo la stampa
di
Bernardino Ferrero
 | 
05 Aprile 2017

Sono ancora indiscrezioni ma sulla stampa prende forma lo schema politico che Silvio Berlusconi ha tracciato, nei contenuti, nella intervista al Mattino dei giorni scorsi. Parlare di alleanze nel centrodestra è prematuro, spiega in ogni caso Berlusconi, parlando con i giornaliti a Milano. Prematuro finché non si saprà con quale legge andremo a votare. Intanto, il Cav. boccia il maggioritario.

Renziani allo sbaraglio
di
Bernardino Ferrero
 | 
02 Aprile 2017

Rispunta Maria Elena dimenticata Boschi, caduta in letargo dopo il fallimento delle riforme renziane. Il governo non aumenterà IVA e accise, dice il sottosegretario alla presidenza del consiglio intervistata su Sky. Tornano promesse e annunci, ma gli italiani non ci credono più. In attesa della resa dei conti con Bruxelles.

Decreto terremoto
di
Bernardino Ferrero
 | 
01 Aprile 2017

“In sette mesi hanno portato 25 container travestiti da casette,” dicono al presidio davanti a Montecitorio le persone che manifestano per la lentezza della ricostruzione postsisma. E mentre sulla Salaria si registrano rallentamenti del traffico causati da una ondata di proteste, a Bruxelles non si fidano pienamente del governo italiano. 

Global warming
di
Bernardino Ferrero
 | 
26 Marzo 2017

L’ideona che la guerra in Siria sia stata provocata dai cambiamenti climatici non è nuova. Ed è interessante risalire all’origine di una trovata del genere: da Carlo d'Inghilterra ad Al Gore.

Politicamente corretti
di
Bernardino Ferrero
 | 
23 Marzo 2017

Il primo ministro inglese, la “dura” Theresa May, ha detto che l’attacco “islamista” al parlamento inglese non è “islamico” e che l’islam è una “grande fede”. 

Morti e feriti
di
Bernardino Ferrero
 | 
22 Marzo 2017

In attesa di capire meglio chi era “l’uomo dalle fattezze asiatiche” che si è schiantato in auto contro i cancelli del parlamento inglese, ricordiamo che ieri ricorreva l'anniversario degli attentati di Bruxelles, rivendicati dall'Isis, lo Stato islamico.