Bio

Molisano di Portocannone, classe 1988, Carlo Mascio ha studiato Scienze politiche e ha scritto per Matchman News e Oggi Nuovo Molise. Ha fatto esperienza di comunità nel gruppo della FUCI di Urbino e tra i Frati Minori Conventuali. Ha lavorato anche nell'ufficio stampa e comunicazione della Scuola di Management Pastorale presso la Pontificia Università Lateranense. 

ARTICOLI

Pensiero unico

Umbria, soldi contro il bullismo omofobico (che non c'è) e non alle famiglie

di Carlo Mascio
| 09 Dicembre 2017

La Regione Umbria stanzia 40 mila euro per studiare il bullismo omofobico. "Con tutte le emergenze che attanagliano la nostra regione, dal lavoro ai trasporti, dalla coesione sociale alla sanità sino alla tutela dell’ambiente - denuncia Sergio De Vincenzi - è preoccupante che si mobilitino tante forze sulle discriminazioni legate all’orientamento sessuale".  

Centrosinistra bruciato

Pisapia e Alfano, ovvero i fantomatici alleati di Renzi fatti fuori dal renzismo

di Carlo Mascio
| 07 Dicembre 2017

La fantomatica coalizione di centrosinistra voluta da Renzi è morta prima ancora di nascere. A decretarne la fine ci hanno pensato Giuliano Pisapia e Angelino Alfano. I due non solo non stringeranno alleanza con il Pd ma addirittura non parteciperanno alle elezioni politiche.

Boschi story

Maledizione Banca Etruria! E ora per il Pd non serve audire Ghizzoni

di Carlo Mascio
| 05 Dicembre 2017

Per i Dem, l’audizione dell'ex ad di Unicredit dinanzi alla Commissione d’inchiesta sulle banche non s’ha da fare. Almeno per ora.

Manovra stile renziano

La legge di bilancio e i saldi di fine legislatura per alfaniani e pisapiani

di Carlo Mascio
| 30 Novembre 2017

Alla fine le proposte di Alternativa Popolare e di Campo Progressista sono state accolte. Come aveva chiesto Renzi per evitare di rompere con quelli che, al momento, sembrano essere gli unici interlocutori della fantomatica coalizione del centrosinistra a guida Pd.

Dopo il danno anche la beffa

Banche, nella legge di bilancio solo briciole per i risparmiatori truffati

di Carlo Mascio
| 29 Novembre 2017

Dire che nell’ultima legge di bilancio le risorse destinate al risarcimento dei risparmiatori truffati sono misere è dire davvero poco.

Epic fail

Leopolda, la battaglia alle fake news inizia con le bufale del Pd sul terremoto

di Carlo Mascio
| 28 Novembre 2017

Secondo il commissario per il terremoto del Centro Italia Paola De Micheli (Pd) "ora nelle zone colpite dal sisma il tessuto sociale sta rinnovandosi e lentamente sta riprendendo la vita normale". Peccato che le cose non stanno proprio così. E a ricordarglielo sono stati proprio i terremotati che hanno subissato di commenti la pagina Facebook della De Micheli. 

Crisi sfiorata

Gentiloni: "La legislatura è finita". Meno male!

di Carlo Mascio
| 24 Novembre 2017

Sotto traccia, senza grandi titoloni né clamori, il governo ieri ha rischiato. Tanto che Gentiloni, come riporta Repubblica, era ad un passo dalle dimissioni e ora più che mai sembra non avere dubbi: “La legislatura è finita” 

Coalizione fantaulivista

Per Renzi un Ulivo sempre più bonsai

di Carlo Mascio
| 22 Novembre 2017

Entusiasmi renziani a parte, sembra proprio che la nuova lista che dovrebbe nascere a fianco del Pd, più che ad un nuovo Ulivo assomiglia tanto ad una misera olivetta, persa in un cocktail poco riuscito. 

Edilizia in stallo

Manovra 2018: l’Ecobonus cambia, il bonus ristrutturazioni no

di Carlo Mascio
| 18 Novembre 2017

Nessuna novità per il comparto ristrutturazioni dalla manovra economica 2018. Si va avanti di bonus in bonus, di proroga in proroga, senza pensare che un piano strutturato favorirebbe la progettazione di lungo periodo dando ossigeno a tutto l’indotto. 

Sorpresa?

Alitalia, ma Delrio solo ora scopre che non abbiamo più una compagnia di bandiera?

di Carlo Mascio
| 18 Novembre 2017

Sarà l’imminente campagna elettorale, sarà che le vicende relative ad Alitalia non sono mai filate lisce come l’olio, sta di fatto che ora il buon Graziano sembra accorgersi che non abbiamo più una compagnia di bandiera. 

Tra Pil e deficit

Crescita, Gentiloni grida festante: "Non siamo più gli ultimi in Europa!" (perché siamo penultimi)

di Carlo Mascio
| 15 Novembre 2017

Secondo le stime Eurostat, sia l’Eurozona sia la Ue a 28 hanno fatto segnare un +0,6% e un +2,5% su base annua. A crescere meno sono solo Italia (1,8%) e Belgio (1,7%), separate da un misero 0,1%, dato di per sé ottimista se si pensa che nella Nota di aggiornamento del Def il governo stesso prevedeva una crescita pari all’1,5%. E se si tiene conto del monito della Commissione sui conti pubblici, c'è davvero poco da festeggiare. 

Doccia fredda

Risparmiatori truffati? La legge di bilancio li lascia (di nuovo) a secco

di Carlo Mascio
| 11 Novembre 2017

Se con la commissione d’inchiesta sulle banche, Renzi pensava di rismaltare la sua immagine di amico dei risparmiatori, pensando così di offuscare le responsabilità politiche del Pd in materia, non sembra proprio che l'operazione stia avendo successo. Anche perchè nella legge di bilancio (ancora una volta) per i risparmiatori truffati non c'è nulla. 

Campagna elettorale

Manovra economica: poche risorse, tante mancette

di Carlo Mascio
| 09 Novembre 2017

Padoan è da mesi che va ripetendo sempre lo stesso concetto: per la manovra economica le risorse sono poche. Peccato però che, oltre alle misure salva Iva, il resto dei provvedimenti sono le classiche micro misure di mance e mancette elettorali che, in tempi di magra, rappresentano quasi l’unica speranza per il Pd per provare a racimolare qualche voto in più. Per quelle le risorse non mancano mai. 

L'Isola al centrodestra

Musumeci presidente con il 40%, in Sicilia vince il centrodestra unito

di Carlo Mascio
| 06 Novembre 2017

Vince Musumeci sfiorando il 40% seguito da Cancelleri il 34,7%. Il candidato del Pd Fabrizio Micari invece si ferma al 18,7%, Claudio Fava scende al 6,1 e Salvo La Rosa non va oltre lo 0,7%. Il centrodestra unito conquista la Regione Sicilia. 

Doccia fredda

Terremoto: macerie ancora in strada ma il governo batte cassa

di Carlo Mascio
| 02 Novembre 2017

Finito il periodo dell’emergenza post terremoto, ora si torna a pagare le tasse. A ricordarlo ai sindaci dei comuni colpiti dal sisma del Centro Italia è stato proprio il Governo con una letterina firmata dal commissario straordinario per il terremoto Paola De Micheli. Peccato però che i disagi delle popolazioni terremotate sono ancora enormi. 

Nuovo fronte Dem con il governo

Renzi di lotta ma non di governo

di Carlo Mascio
| 31 Ottobre 2017

Dopo il caso Visco, Martina apre un nuovo fronte con il governo chiedendo il blocco dell'età pensionabile a 67 anni. Una mossa renziana tutta elettorale, pur di non consegnare agli avversari un arma politica di tutto rispetto e, soprattutto, pur di scrollarsi di dosso tutto ciò che può “macchiare” la personalissima immagine del leader Dem. Anche a costo, come sempre, di prendere a sberle il suo stesso governo. 

Più debito e più tasse rispetto al 2016

Ormai alla spending review ci crede solo Padoan

di Carlo Mascio
| 30 Ottobre 2017

L’analisi effettuata dal Centro Studi di Unimpresa, sulla base dei dati della Banca d’Italia, non lascia scampo ad equivoci: da gennaio ad agosto dello scorso anno, la spesa statale era arrivata a quota 305 miliardi e si è attestata a 320 miliardi nello stesso periodo di quest’anno. E, come sempre, se aumenta la spesa pubblica aumentano anche le tasse. 

Bagarre al Senato

Legge elettorale, ma davvero la fiducia non si poteva evitare?

di Carlo Mascio
| 24 Ottobre 2017

Chi sperava in un ripensamento last minute si sbagliava di grosso: il governo ha posto la questione di fiducia su 5 dei 6 articoli del Rosatellum. E così oggi, dopo l’annuncio in Senato del ministro per i Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro, in aula scoppia la bagarre.

Legge di bilancio

La manovrina piace solo a Gentiloni e Padoan

di Carlo Mascio
| 19 Ottobre 2017

Niente investimenti di lungo periodo (che producono lavoro) e effettivi tagli di spesa (che producono risparmio). Tre quarti delle risorse destinate a disattivare l'aumento aumatico dell'Iva e mancano anche i bonus e le mancette tipiche delle manovre renziane. Ecco perchè quella presentata dal governo è una manovrina di corto respiro.  

Renzi style

#ViscoStaiSereno

di Carlo Mascio
| 19 Ottobre 2017

La “mozione di sfiducia” presentata in Parlamento dal Pd nei confronti del primo inquilino di Bankitalia è una forzatura istituzionale senza precedenti, che ha provocato l’irritazione del Colle, lo smarrimento del povero Gentiloni e lo sdegno di un furibondo Padoan. Obiettivo? Fare di Visco il capro espiatorio dei crac bancari che hanno offuscato l'immagine dell'ex premier. Ma, ormai, operazioni come queste riescono ad illudere solo gli “amici” del #TrenoPd.