ARTICOLI

Ok riforme ma Italicum va cambiato

DDL Riforme, l'intervento in Senato di Quagliariello

di Gaetano Quagliariello
| 23 Settembre 2015

Signor Presidente, colleghi senatori, in quest'aula non stiamo discutendo solo della riforma del Senato, ma anche della norma di chiusura di un nuovo assetto istituzionale e dell'avvento di un nuovo sistema politico.

Seguendo la stampa

Ragioni (garantiste e non) per dire no a una prescrizione infinita

di Gaetano Quagliariello
| 07 Marzo 2015

 Il dibattito anche mediatico che si sta sviluppando sul tema della prescrizione sconta una rappresentazione distorta: quella che vorrebbe uno schieramento di amici dei corrotti o comunque tollerante nei confronti della corruzione favorevole a una prescrizione più breve, contrapposto a un partito dei duri e puri favorevole a una prescrizione più lunga e addirittura lunghissima. Non è così. La corruzione è un disvalore assoluto. (Huffington Post)

Camere con vista

Sulla Legge elettorale una discussione libera e senza ipocrisie

di Gaetano Quagliariello
| 15 Gennaio 2015

Esistono due accordi: esiste l'accordo del Nazareno, che ha prodotto la prima legge, ed esiste un accordo di maggioranza, che ha influenzato il cambiamento di quell'accordo. I due accordi sono in qualche modo asimmetrici, non comunicano tra di loro; al centro c'è la figura del Presidente del Consiglio e del Governo, che li ha in qualche modo gestiti entrambi.

Seguendo la stampa

Ecco perché vanno corrette le regole dell'iter legislativo

di Gaetano Quagliariello
| 07 Gennaio 2015

Il cammino della riforma del bicameralismo e del Titolo V ha già superato scogli rilevanti. L’approvazione in prima lettura da parte del Senato ha messo fine al paradosso, ritenuto invalicabile, del riformatore che deve riformare se stesso. Sta ora alla Camera dei deputati completare il disegno, compiendo dei passi avanti (come ha già fatto su diversi aspetti) ma soprattutto evitando di ingarbugliare irrimediabilmente un nodo di fondo che esiste e che deve invece essere sciolto: quello dell’iter di formazione delle leggi. (Sole 24 Ore)

Seguendo la stampa

Ncd esce dal 2014 più forte, tre sfide cruciali nel 2015

di Gaetano Quagliariello
| 31 Dicembre 2014

La fine dell'anno è un tempo di progetti ma anche di bilanci. Specie per chi si trova nella particolare condizione di celebrare insieme al capodanno il suo primo anno di vita. È il caso del Nuovo Centrodestra, reduce da tredici mesi di una traversata nel deserto che (non casualmente) ha coinciso con la traversata nel deserto dell'Italia e del suo sistema politico. (Tratto da Huffington Post)

Ricordare lo statista trentino

Alcide De Gasperi sessant'anni dopo: tra europeismo e interesse nazionale

di Gaetano Quagliariello
| 19 Agosto 2014

Sessant'anni fa moriva Alcide De Gasperi. Incompreso e abbandonato, aveva posto all'Italia e all'Europa una sfida congiunta: costruire una forza di difesa continentale; dare ai soldati europei una sola divisa e un solo comando. De Gasperi aveva compreso due cose fondamentali...

Agosto Italiano

Quagliariello: "Cinque letture da mettere nello zainetto delle vacanze"

di Gaetano Quagliariello
| 11 Agosto 2014

Dal vicequestore Schiavone alla merceria delle sorelle Ficcadenti, passando per il centenario della Prima Guerra mondiale e il ventennio berlusconiano. Il coordinatore di Ncd, Gaetano Quagliariello, suggerisce cinque titoli per le vacanze. Puro svago e letture più serie, ma non seriose.

Il sì di Ncd alle riforme costituzionali

"Abbiamo iniziato cambiando noi stessi, dovremo concludere il cammino cambiando l’Italia"

di Gaetano Quagliariello
| 08 Agosto 2014

"Se oggi posiamo la prima pietra del terzo tempo della Repubblica lo si deve a quei senatori e a quei deputati che poco meno di un anno fa con un atto insieme doloroso e coraggioso salvarono la legislatura e con essa le riforme".

Seguendo la stampa

Immunità e riforme, ovvero del fumo e dell'arrosto

di Gaetano Quagliariello
| 30 Giugno 2014

Cosa resterà di tutto questo gran parlare intorno a quel che resta dell'immunità parlamentare? Certamente il rammarico che per aver messo all'asta l'ovvio alla fiera dell'ipocrisia, si siano persi di vista i passaggi davvero importanti della partita delle riforme. (Tratto da Huffington Post)

Seguendo la stampa

Che fare del Nuovo Centrodestra?

di Gaetano Quagliariello
| 17 Giugno 2014

Le europee hanno chiuso una fase nella vita di Ncd. L'asticella che tanto ci spaventava e che ci aveva fatto esitare "perché in cinque mesi non ce la faremo mai a passare lo sbarramento" è stata superata. Ma quel quattro e mezzo per cento, come giustamente osservò Maurizio Lupi la prima volta che ci vedemmo dopo le elezioni, può rappresentare il punto di arrivo o il punto di partenza. Un'altra fase si è aperta, e se vogliamo che sia il punto di partenza servono risposte organizzative ma soprattutto sul piano politico. (Tratto da Huffington Post)

Bussole

Un nuovo patto fiscale per rilanciare la crescita e lo sviluppo

di Gaetano Quagliariello
| 04 Giugno 2014

Pubblichiamo l'intervento del Senatore Gaetano Quagliariello, coordinatore nazionale del Nuovo Centrodestra, in occasione della presentazione del Rapporto 2014 sul Coordinamento della Finanza Pubblica, che si è svolto presso la Sala Zuccari del Senato della Repubblica.

Seguendo la stampa

Ncd: un atto di coraggio e di amore per l'Italia

di Gaetano Quagliariello
| 15 Maggio 2014

Il Nuovo Centrodestra è nato meno di sei mesi fa da un atto di coraggio e di amore per l'Italia. E' il primo partito italiano senza un euro di finanziamento pubblico, edificato con la sola forza dell'entusiasmo, della voglia di tornare a fare politica e di concepire la politica come servizio. (Tratto da "Tempi")

Seguendo la stampa

Diagnosi fondata ma non la terapia

di Gaetano Quagliariello
| 24 Aprile 2014

Il ragionamento di Bondi incarna il vero rischio in cui incorre chi ha creduto che una leadership eccezionale fosse tutto: il rischio di riempire il niente affidando ciò che resta del vecchio centrodestra a un modernizzatore talmente di sinistra da aver traghettato il suo partito nel Pse. Noi a questa prospettiva non ci siamo arresi. Non ci siamo rassegnati all’idea che la sola alternativa possibile sia quella tra Renzi e Grillo. (La Stampa)

L'Occidentale della Domenica

Sul web c'è già un nuovo centrodestra

di Eugenia Roccella
| 06 Aprile 2014

Un nuovo centrodestra sul web esiste già da tempo. Una rete di persone che si organizza in modo autonomo, che crea siti, gruppi di discussione, anima i social network. Una rete spesso ignorata e minimizzata dai partiti tradizionali.

L'Occidentale della Domenica

Sul web c'è già un nuovo centrodestra

di Gaetano Quagliariello
| 06 Aprile 2014

Un nuovo centrodestra sul web esiste già da tempo. Una rete di persone che si organizza in modo autonomo, che crea siti, gruppi di discussione, anima i social network. Una rete spesso ignorata e minimizzata dai partiti tradizionali.

L'Occidentale della Domenica

Sul web c'è già un nuovo centrodestra

di Maurizio Sacconi
| 06 Aprile 2014

Un nuovo centrodestra sul web esiste già da tempo. Una rete di persone che si organizza in modo autonomo, che crea siti, gruppi di discussione, anima i social network. Una rete spesso ignorata e minimizzata dai partiti tradizionali.

L'Occidentale della Domenica

Il Nuovo Centrodestra è nato "digital"

di Eugenia Roccella
| 30 Marzo 2014

Noi riteniamo che il tema dell’agenda digitale sia centrale per la rigenerazione non solo delle amministrazioni pubbliche o dei distretti industriali, ma anche della politica. Affrontare l’argomento impone una certa dose di buonsenso.

L'Occidentale della Domenica

Il Nuovo Centrodestra è nato "digital"

di Gaetano Quagliariello
| 30 Marzo 2014

Noi riteniamo che il tema dell’agenda digitale sia centrale per la rigenerazione non solo delle amministrazioni pubbliche o dei distretti industriali, ma anche della politica. Affrontare l’argomento impone una certa dose di buonsenso.

L'Occidentale della Domenica

Il Nuovo Centrodestra è nato "digital"

di Maurizio Sacconi
| 30 Marzo 2014

Noi riteniamo che il tema dell’agenda digitale sia centrale per la rigenerazione non solo delle amministrazioni pubbliche o dei distretti industriali, ma anche della politica. Affrontare l’argomento impone una certa dose di buonsenso.

Bussole

Qualche considerazione su questi dieci mesi e sul perché lascio il mio incarico

di Gaetano Quagliariello
| 19 Febbraio 2014

Cari cittadini, si chiude in questi giorni un'esperienza di dieci mesi che sono stati intensi, complicati, appassionati. Al momento di lasciare il ministero delle Riforme è doveroso da parte mia dar conto di cosa in questi dieci mesi è stato fatto e di cosa è stato iniziato ma non è stato portato a termine. Di seguito il mio racconto, corredato dai documenti e dai testi di legge ai quali si fa riferimento. Voglio ringraziare quanti, in questi mesi, anche attraverso questo sito, mi hanno dato consigli, incoraggiato, criticato, augurando a tutti buona lettura! (Tratto da riformecostituzionali.gov.it)