ARTICOLI

L’agenda dell'Alleanza Atlantica

La NATO verso un nuovo concetto strategico

di Giovanni Marizza
| 28 Novembre 2008

Nel 2009 la NATO festeggia 60 anni con un vertice decisivo. Vanno riaffermate le ragioni dell’Alleanza: la difesa collettiva e il rafforzamento del legame transatlantico. Esplorate nuove strategie per difendersi dalle minacce future. E ripensato il processo decisionale e il finanziamento delle missioni.

Il primo bilancio è positivo

Soldati nelle città: più sicurezza, meno criminalità

di Giovanni Marizza
| 22 Novembre 2008

Ormai ci siamo abituati a vederli: belli, efficienti, marziali, osservano la forma e concretizzano la sostanza, fanno sicurezza e infondono un senso di sicurezza. Sono i militari che da tre mesi vigilano certi siti di alcune città italiane. Il loro utilizzo ha portato al dimezzamento dei reati. A questo punto, chi può essere contrario alla proroga dell’impiego dei militari?

Cultura della Difesa

Ricordiamo Nassiriya, non dimentichiamo Kindu

di Giovanni Marizza
| 15 Novembre 2008

Il 12 novembre sono state molte e tutte sacrosante le iniziative di commemorazione del quinto anniversario di Nassiriya. Ma nella settimana in cui ci troviamo vanno rammentati anche i soldati italiani caduti in un'altra strage, quella avvenuta in Congo quasi mezzo secolo fa.

Nella miniera degli errori

Tutto quello che l’Occidente non doveva fare (e ha fatto) in Afghanistan

di Giovanni Marizza
| 08 Novembre 2008

Quanti errori ha commesso l’Occidente in Afghanistan? Innumerevoli e non semplici da catalogare. Quelli più eclatanti possono essere ridotti ad una decina e non si può fare a meno di notare come tutti gli attori colpevoli di questi errori siano oggi seduti nel Consiglio di Sicurezza dell’ONU. Suona ironico dire che siamo in buone mani?

Oltre il documento di Solana

Dieci suggerimenti per la Strategia europea di Sicurezza e Difesa

di Giovanni Marizza
| 25 Ottobre 2008

Il più grande merito della strategia di sicurezza dell’UE, “Un’Europa sicura in un mondo migliore”,  elaborata da Javier Solana, è stato quello di aver finalmente messo per iscritto l’ambizione europea di essere un “attore globale”. Dopo un lustro, è ora di tirare le somme e di individuare possibili margini di miglioramento per questo documento storico.