ARTICOLI

Seguendo la stampa

Caro Saviano, non c'è nessun "miracolo albanese"

di Lavdrim Lita
| 26 Marzo 2015

L'Albania non è quella che viene raccontata dai media italiani: non è cool, come raccontata dal settimanale l'Espresso, non è "l'alba di un nuovo giorno", come dice la Rai. La "rivincita dell'Albania" ha un'altra faccia della medaglia. Quando Saviano scrive di "albanesi alla riscossa", portando avanti la diffusa narrazione del "miracolo albanese", dimentica (o ignora) l'estrema gravità del quadro politico ed economico.

L'Orientale

Chi è Lulzim Basha, l'homo novus del centrodestra albanese

di Lavdrim Lita
| 30 Luglio 2013

Come nel gioco della sedia le ultime elezioni in Albania hanno prodotto un nuovo premier ed un nuovo capo dell’opposizione. L’ex sindaco di Tirana il socialista  Edi Rama con la sua coalizione di centrosinistra ha vinto le elezioni diventando premier eletto dell’Albania, ma nello stesso mese l’attuale sindaco della capitale, Lulzim Basha è diventato capo dell’opposizione di centrodestra.  Lulzim Basha, ha vinto nettamente la gara interna per il nuovo capo del Partito democratico (Pd) del centro destra albanese, dopo le dimissioni del suo leader storico, Sali Berisha, in seguito alla sconfitta elettorale. 

L'Orientale

Quella "disputa sul nome" tra Grecia e Macedonia

di Lavdrim Lita
| 16 Luglio 2013

Per la maggioranza degli italiani la macedonia è una preparazione di frutti misti crudi. Trae il suo nome probabilmente da quello della regione balcanica che è caratterizzata dalla coabitazione di popolazioni diverse (Greci, Macedoni, Albanesi, Serbi, Turchi). Ma è anche uno stato in grande difficoltà per il suo futuro incerto. Oggi la Macedonia (Former Yugoslav Republic of Macedonia) è un paese candidato per aderire alla Ue e alla NATO, ma è bloccata su questa strada dal veto Greco per la "disputa del Nome".

Gli interessi strategici di Ue e Usa

Crozia in Europa e Geopolitica dei Balcani

di Lavdrim Lita
| 01 Luglio 2013

Diciotto anni dopo la fine della guerra in Iugoslavia, il primo luglio la Croazia entra nell’Unione europea. Si tratta del primo paese dei Balcani occidentali a far parte dell’UE e, dopo la Slovenia, il secondo paese dell’ex Iugoslavia con un’esperienza recente di guerra e una transizione dal conflitto degli anni Novanta ancora in corso. Un risultato simbolico per la regione dei Balcani occidentali e una buona notizia per l’Ue a trazione tedesca, che ha bisogno di dimostrare di essere attraente e forte sul piano geopolitico.

Dopo lo scrutinio

Berisha sconfitto, la crisi punisce anche il centrodestra albanese

di Lavdrim Lita
| 25 Giugno 2013

La maggioranza di centro-destra in Albania del premier uscente Sali Berisha, 69 anni, è crollata nelle elezioni politiche. I risultati parziali, al termine dello scrutinio del 95% delle schede, danno un sorprendente vantaggio all'opposizione di centrosinistra guidata da Edi Rama, 48 anni, ex sindaco di Tirana e pittore. L' opposizione ha ribaltato i risultati nelle aree considerate roccaforti del centro-destra di Berisha come per esempio la città’ di Scutari.

Le ragioni dei sostenitori e quelle dei critici

I Balcani nella Ue, un percorso senza scorciatoie

di Lavdrim Lita
| 27 Marzo 2013

L'UE ha un'arma importante a disposizione per motivare i governi dei Balcani Occidentali che richiedono di aderire nell'Unione europea. L’arma e' quella di condizionare i governi nel fare le riforme necessarie per essere nei standard di Copenaghen. La strategia di "condizionamento" ha i suoi i critici e sostenitori, ma entrambe le parti pongono domande  importanti circa l' impatto della politica dell'Ue nei confronti dei paesi che aspirano ad aderire. Un processo lungo e faticoso, ma non ci sono scorciatoie. 

Cronache balcane

Entro quale contesto politico s'inserisce la visita di Clinton e Ashton

di Lavdrim Lita
| 30 Ottobre 2012

I Balcani tornano al centro dell’attenzione di Ue e Usa con una missione congiunta che porterà Hillary Clinton e Catherine Ashton in visita, assieme, nella regione. La prima tappa prevista è Sarajevo, in Bosnia Erzegovina, oggi, martedì 30 ottobre. Mercoledì 31 ottobre, invece, Ashton e Clinton saranno prima a Belgrado e poi a Pristina, per ribadire il comune sostegno al dialogo per la normalizzazione delle relazioni fra le due parti, dopo il primo incontro tenutosi a Bruxelles lo scorso 19 ottobre.

Cronache Balcane

L'Ue esamina i candidati dei Balcani occidentali: ecco promossi e bocciati

di Lavdrim Lita
| 17 Ottobre 2012

L'Unione europea non chiude la porta all'ingresso di nuovi Paesi, nonostante la crisi e le grandi
sfide per il futuro. Il segnale è arrivato dopo la pubblicazione del Rapporto annuale della Commissione europea sui progressi del processo di Allargamento Ue. Il segnale è promosso con riserva in direzione dei Balcani occidentali e in particolare dell'Albania, che ha le carte in regola per diventare il prossimo Paese candidato all'adesione, a patto che porti a termine alcune riforme.

Cronache balcane

La fine della Pax Americana apre la strada a Russia, Turchia e Israele

di Lavdrim Lita
| 11 Ottobre 2012

Il segretario di Stato Hillary Clinton, si sta preparando per un viaggio nei Balcani occidentali. L'influenza di Usa e dell'Ue nella regione non eccelle, anzi altre potenze interessate, come la Turchia, la Russia e Israele stanno diventando sempre più attive nei Balcani. I problemi e le incertezze della regione sono più accentuati dalla crisi dell’euro, i Balcani stanno subendo una transizione instabile con nuove forze e giocatori sempre importanti anche perché i vecchi attori come USA e l’Ue stanno perdendo l’interesse e l’influenza.

Cronache Balcane

Senza l'Unione Europea non ci sarà mai pace durevole nei Balcani

di Lavdrim Lita
| 13 Settembre 2012

Sarajevo, città simbolo dei conflitti dei Balcani degli anni Novanta per tre giorni è diventata centro dell'Incontro mondiale per la Pace organizzato dalla Comunità di Sant'Egidio. Nella capitale bosniaca che è crocevia di popoli, culture e religioni, il progetto europeo intende ripartire, guidando le Repubbliche sorte dalla disgregazione dell'ex Iugoslavia sulla strada dell'integrazione europea.

Cronache balcane

Le contraddizioni dell'Est Europa: piena d'armi eppure sicura

di Lavdrim Lita
| 06 Settembre 2012

I cittadini dell'Europa dell’est  sono pesantemente armati: secondo un rapporto di South Eastern and Eastern Europe Clearinghouse per il controllo delle armi di piccolo calibro e leggere, la gente della
regione è in possesso di armi da fuoco su 3 milioni legalmente e 4 milioni di altre armi illegali.

Cronache balcane

Finalmente Ban-Ki moon ammette le responsabilità dell'Onu su Sebrenica

di Lavdrim Lita
| 28 Luglio 2012

Il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, a conclusione del suo tour diplomatico di una settimana in tutti i Paesi della ex Iugoslavia, ha lasciato Sarajevo, lo scorso 26 Luglio, alla volta di Londra, dove interverrà alla cerimonia d’apertura delle Olimpiadi. Oltre alla frasi fatte, è stata una buona occasione per Ban-Ki moon per ammettere che sul Sebrenica, l'Onu "non fu all'altezza". Quando si dice eufemismi.

Cronache balcane

Se la Grecia uscisse dall'euro Atene "tornerebbe" di fatto nei Balcani

di Lavdrim Lita
| 25 Maggio 2012

Alla vigilia della seconda guerra mondiale, la Grecia era solo uno dei vari paesi dei Balcani, con pochi diversità rispetto a vicini come la Bulgaria o la Iugoslavia del Maresciallo Tito. Fu il destino - e le forze alleate - a decidere che la Grecia fosse un paese occidentale e gli altri due dentro la cortina di ferro dell’inferno comunista dopo la guerra. Se un domani Atene uscisse dall'euro, il suo sarebbe un pieno ritorno nei Balcani.

Cronache balcane

L'ossimoro delle elezioni in Serbia: vince Nikolic, il nazionalista moderato

di Lavdrim Lita
| 22 Maggio 2012

La crisi ha sacrificato un altro capo di stato (ma anche di governo). Boris Tadic è il dodicesimo leader europeo a cadere dall’inizio della crisi finanziaria. Dopo otto anni alla guida della Serbia è uscito di scena Boris Tadic, che ha condotto fino all'ingresso principale dell'Unione europea. La vittoria a sorpresa alle elezioni presidenziali di ieri in Serbia del nazionalista-moderato, Tomislav Nikolic, contro il favorito filo-europeista uscente, Boris Tadic, ha mischiato non di poco le carte in tavola.

Cronache balcane

L'Europa non sottovaluti il ritorno della conflittualità (etnica) nei Balcani

di Lavdrim Lita
| 23 Aprile 2012

Le elezioni presidenziali in Francia e le conseguenze della crisi finanziaria in Europa, i massacri in Siria dal dittatore Bashar Al-Assad, i sanguinosi attentati in Afghanistan, le paure sul nucleare iraniano, e chi più ne ha più ne metta, dominano le prime pagine dei media internazionali da molti mesi. Quello che manca nei media, però, è un po’ d’attenzione ai problemi etnici che riemergono nei Balcani.

Cronache balcane

In Serbia la Fiat di Marchionne rilancia la sfida italiana al mercato europeo

di Lavdrim Lita
| 19 Aprile 2012

Un simbolo italiano. La nuova Fiat 500L uscirà dalla catena di montaggio dello stabilimento di Kragujevac, a circa 150 km a Sud di Belgrado. La casa automobilistica italiana ha investito circa un miliardo di euro per inaugurare lo stabilimento di Kragujevac che avrà una capacità produttiva di 200.000 vetture l'anno, con l' obiettivo di arrivare a 300 mila unità.

Anche Mosca valuta la soluzione Nazione Unite

Sulla Siria la 'carta Onu' della Lega Araba si fa sempre più strada

di Lavdrim Lita
| 14 Febbraio 2012

La svolta in Siria potrebbe arrivare con una missione di pace dell'Onu. L'idea della Lega Araba inizia a trovare appoggio anche in Europa. Dietro la Siria sta sempre il "grande gioco": Obama guarda alla Siria e pensa all’Iran: i siriani guardano al loro paese e pensano al Libano. Dietro alla polemica che oppone l’Occidente a Russia e Cina sulla Siria, si nasconde il rapporto di forze fra sunniti e sciiti.

Cronache balcane

Il soft power neo-ottomano di Ankara ormai passa anche per le telenovelas

di Lavdrim Lita
| 07 Febbraio 2012

Il soft power teorizzato da Joseph Nye Jr. per dare un contenitore alla potenza culturale americana nel mondo si sta materializzando anche per la Turchia nei Balcani occidentali. Dopo il successone incontrato in Medio Oriente, le serie televisive della Mezzaluna sbarcano nei Balcani occidentali e in Grecia. La rassegna di telenovele turche trasmesse nei Balcani e nei Paesi del Vicino Oriente hanno influenzato significamente il cambiamento del quadro della Turchia contemporanea.

Cronache balcane

In Kosovo il partito filo-albanese Vetvendosje cresce e si fa sentire

di Lavdrim Lita
| 17 Gennaio 2012

Mai parole di Winston Churchill furono più attuali: “I Balcani producono sempre più storia di quanta ne possano digerire”. Perché questa volta non sono i Serbi a prendere l’iniziativa sul confine col Kosovo, bensì sono un centinaio di manifestanti appartenenti al movimento radicale albanese kosovaro di Vetvendosje (Auto-determinazione) i quali hanno bloccato per alcune ore due posti di frontiera per impedire l’accesso di merci serbe.

Due notizie dai Balcani

Mentre la Croazia entra nell'Ue la Serbia continua a dare i soliti problemi

di Lavdrim Lita
| 15 Dicembre 2011

Ho due notizie da darvi sui Balcani occidentali: una buona e una meno buona. Cominciamo con la buona: La Croazia dal 1° luglio 2013 diventerà il 28° stato membro dell'Unione Europea: i capi di Stato e di Governo della UE, infatti, hanno firmato a Bruxelles il 9 dicembre il Trattato di adesione della Croazia.