ARTICOLI

Il meglio dell'Occidentale

Come e perché sta vincendo la "Neolingua"

di Luca Negri
| 16 Dicembre 2016

"Migranti", "destre xenofobe", "securitario", come e perché si diffonde la neolingua immaginata da Orwell. 

Il meglio dell'Occidentale

Tolkien, i Cristiani di Oxford e l'inchiostro di Dio

di Luca Negri
| 13 Dicembre 2016

Li chiamavano "I cristiani di Oxford": Tolkien, Lewis, Williams. Gli "Inklings". Non dovrebbe interessare solo ai cultori de Il Signore degli Anelli, bensì a tutti coloro che hanno a cuore il pensiero conservatore, le origini e i destini della cultura occidentale e della sua genitrice, la cristianità.

Il meglio dell'Occidentale

Il Medioevo non era buio come lo dipingono

di Luca Negri
| 12 Dicembre 2016

“Roba da medioevo”. Espressione che si usa per marchiare, con infamia, tutto ciò che puzza di reazione o disumanità. Ma la Storia europea nella "Età di mezzo" non è andata così.

Il meglio dell'Occidentale

Se proprio dobbiamo andare all'inferno meglio che sia quello cattolico

di Luca Negri
| 04 Giugno 2016

Da rileggere "Il libro del cielo e dell'inferno" scritto da Borges e Casares nel '59, e ripubblicato in Italia da Adelphi.

Il meglio dell'Occidentale

La storia vera della fine di Ceausescu e della dittatura in Romania

di Luca Negri
| 15 Maggio 2016

1989. La rivoluzione cultima con la fucilazione del dittatore Ceausescu e di sua moglie Elena.

Un romanzo (quasi) d’inchiesta

Col suo libro Marco Albino Ferrari ha seguito la "via del lupo"

di Luca Negri
| 30 Ottobre 2012

Già ci aveva avvertiti Giovanni Lindo Ferretti, il nostro catto-punk preferito, nel suo ultimo libro: stanno tornando i lupi. C’è da aver paura? Rischiamo che divorino nonne e Cappuccetto Rosso postmoderne? No, i lupi non attaccano mai l’uomo, a differenza delle tigri, dei cinghiali, dei cani rabbiosi. Pare che abbiano paura di noi, preferiscono stare alla larga. È uno dei motivi per cui si spostano col favore della notte. Queste e altre cose parecchio interessanti si apprendono leggendo “La via del lupo” di Marco Albino Ferrari (Laterza), esperto di altezze, alpine soprattutto.

"I Poemi del Gineceo"

Cosa ci suggerisce Mehmet Gayuk, uno dei nostri poeti preferiti

di Luca Negri
| 22 Ottobre 2012

Uno dei nostri poeti preferiti è Mehmet Gayuk. Però non esiste, o meglio esiste in un certo modo, su di un altro piano di realtà. Esistono sue poesie, ma lui non è mai esistito concretamente su questa terra. Forse. L’unica cosa sicura è che i suoi versi furono scritti nella seconda metà degli anni ’90 del secolo scorso da Guido Ceronetti. 

Bietti e Associazione Libri Perduti

Nell'era dell'e-book ci sono editori che continuano a fare con coraggio il loro lavoro

di Luca Negri
| 07 Ottobre 2012

Lo sappiamo, c’è la crisi. E ancor più in crisi è l’editoria: chiudono giornali, grandi marchi riducono il personale, i medi arrancano, i piccoli scompaiono. Però nel caos del settore librario, fra successi da centro commerciale e rifugio nell’e-book, appaiono ancora rispettabilissimi segnali di coraggio e resistenza. 

Il miglior romanzo dell'anno

“Il libro napoletano dei morti” è un viaggio alle radici di Gomorra

di Luca Negri
| 01 Ottobre 2012

Esiste un antico Libro egiziano dei morti, anche uno tibetano. Ora il lettore italiano ha a disposizione anche “Il libro napoletano dei morti”, che non è un manuale per cittadini partenopei ed italiani prossimi alla fine. O forse sì. Soprattutto se consideriamo la città sotto il Vesuvio come paradigmatica dei nodi irrisolti della nostra esausta storia patria. Comunque, è un grande romanzo, il migliore uscito quest’anno, per lo stile felicissimo che combina momenti lirici, squarci storici, immagini cinematografiche. E poi riesce a toccare temi universali, partendo da un luogo e da un tempo ben precisi

L’avventura di Longo raccontata da Scaligero

Rudolf Steiner e quel "colpo di testa" che servirebbe all'Italia per uscire dalla crisi

di Luca Negri
| 23 Settembre 2012

Detto per celia, ma per come vanno le cose in politica, e con la prospettiva poco allettante delle prossime elezioni, opteremmo per il colpo di Stato. Stiamo scherzando, ovviamente, facciamo tanto per dire. State tranquilli, non vogliamo i colonnelli. Però, tanto per dire, non ci dispiacerebbe una soluzione golpista come quella che tentò un tale Guglielmo Longo ai tempi del regime fascista...

Dagli anni '60 ad oggi

Meriti e limiti del pensiero di de Benoist, oltre il pregiudizio di destra e sinistra

di Luca Negri
| 09 Settembre 2012

I fondamenti filosofici e pragmatici dell’attuale liberaldemocrazia occidentale hanno un fiero avversario, un prezioso critico nel saggista francese Alain de Benoist. Nome sconosciuto al grande pubblico italiano, famigerato per alcuni pigri intellettuali di sinistra, anche d’oltralpe, che non gli perdonano il passato schierato a destra. Ma dai quei tempi sono successe molte cose, nella storia politica del mondo e nel pensiero di Alain de Benoist

A sessant'anni dalla scomparsa

"La passione secondo Eva", un ritratto di Evita Perón

di Luca Negri
| 08 Agosto 2012

Sessant’anni fa lasciava questa terra Evita Perón. Figura amata quanto odiata ai suoi tempi, oggi poco conosciuta dalle giovani generazioni (se non nella versione musical con Madonna), probabilmente misconosciuta fuori dalla sua Argentina che ancora ne serba carissima la memoria. Eppure quella giovane donna merita senza dubbio un ruolo da protagonista nel dramma del secolo scorso, un posto nella storia della politica e forse della religione.

A trent'anni precisi dalla morte

Elogio di Giuseppe Prezzolini, anima e testimone della parte migliore del '900

di Luca Negri
| 15 Luglio 2012

Non vorremmo fare troppo i nostalgici. Ad esempio dell’estate di trent’anni fa. La tentazione è forte, non solo perché eravamo tanto più giovani. In generale, a guardarsi indietro ora, si stava meglio.
Quando si stava meglio, nell’estate di trent’anni fa, la nazionale di calci  diventava campione del mondo. Però, ripetiamo, nessuna nostalgia per quell’estate di trent’anni fa. Semmai per un uomo che ci lasciò proprio in quel luglio 1982, Giuseppe Prezzolini.

Due dialoghi da rileggere in tempo di crisi

Per restituire credibilità al teatrino della politica serve la lezione di Carl Schmitt

di Luca Negri
| 25 Giugno 2012

La fortunata espressione “teatrino della politica” è ormai entrata perfino nella chiacchiera da bar. Non c’è dunque da stupirsi per il crescente sentimento di sfiducia nei confronti della politica tradizionale, della stessa democrazia rappresentativa, di tutta la classe dirigente protagonista della cosiddetta Seconda Repubblica, per quanto riguarda il nostro paese.

Un ospite sempre più indesiderato

Viaggio non moralista ma cristiano nel nichilismo che attanaglia l'Occidente

di Luca Negri
| 17 Giugno 2012

Diceva Martin Heidegger che il nichilismo non possiamo metterlo alla porta, né far finta che non abbia piantato le tende sotto il nostro tetto. Si tratta di un ospite da guardare bene in faccia, da affrontare, fronteggiare. Oggi la puzza di decomposizione di quella malattia occidentale fa parte del nostro paesaggio, la mancanza di valore e di senso riconosciuto all’esistenza ha contagiato l’intera società.

Perché il premier non ci piace

Monti pensa di poter sperimentare in Italia un nuovo tipo di democrazia

di Luca Negri
| 03 Giugno 2012

Non avevamo bisogno di un libro contro Mario Monti per ammettere che non ci sentiamo rappresentati dall’attuale Premier. Però veder sfilare la sua carriera, gli ambienti frequentati, le scelte passate e presenti insinua il legittimo sospetto che oggi in Italia si stiano facendo esperimenti, che siamo in una specie di laboratorio per il futuro dell’Europa del Sud. Un futuro favorevole ad interessi esteri e soprattutto sopranazionali.

L'eccezione di Antarès

La politica è in crisi anche perché non ha fatto (quasi) niente per la cultura

di Luca Negri
| 27 Maggio 2012

La grave crisi elettorale, di consenso e d’identità che colpisce tutta la politica italiana ha una causa, fra le tante, che ci appare lampante: la scarsa attenzione alle risorse culturali, il risicato investimento economico nei laboratori di idee. Gli effetti sono ancora più evidenti nel campo del centro-destra, quello che, in teoria, per le sue stesse radici, dovrebbe equilibrare i danni del progressismo spinto.

“Memorie del sottosuolo”

Paolo Nori ci ripropone un Dostoevskij da leggere "ad alta voce"

di Luca Negri
| 13 Maggio 2012

Leggere un romanzo di Dostoevskij una volta sola non è abbastanza, troppe cose, troppe questioni essenziali ha smosso e rimangono in sospeso. Abbiamo dunque riletto uno dei suoi capolavori, “Memorie del sottosuolo”, con ancora più piacere perché tradotto da uno dei migliori scrittori italiani contemporanei, Paolo Nori, pubblicato dalle edizioni Voland.

Quella sintesi tra paganesimo e cristianità

Servirebbe un nuovo Rinascimento per riscoprire la parte migliore dell'Italia

di Luca Negri
| 01 Maggio 2012

Le cicliche crisi economiche e politiche del nostro paese possono, devono, trovare un po’ di consolazione nei momenti alti della storia patria. Ci si può consolare, meglio ancora ispirare, ai tempi gloriosi; quando l’Italia dava lezioni a tutto l’Occidente. Stiamo parlando del Rinascimento.

Il meglio de l'Occidentale Cultura

Gran parte del mondo culturale ha molto da ridire sul pareggio di bilancio

di Luca Negri
| 22 Aprile 2012

Odora di risparmio piccolo borghese il ddl sul pareggio di bilancio, di mancanza di prospettive per il futuro. Odora di povertà d’iniziativa, di perdita dell’arte d’arrangiarsi. Odora molto d’avarizia. E torna in mente Pound; negli anni della vecchiaia riconsiderò le sue idee economiche, ammettendo che il vero peccato in economia non è l’usura ma proprio l’avarizia.