ARTICOLI

Bussole

Il Secolo americano non finirà con Obama

di Michele Marsonet
| 15 Agosto 2014

Meglio prendere con le molle l'abusata espressione "fine del secolo americano". Se e' vero che Obama sotto molti aspetti avrebbe potuto essere più decisionista, gli USA restano l'unica superpotenza globale.

La sfida educativa

Evitiamo la bolla del debito studentesco come negli Usa

di Michele Marsonet
| 27 Gennaio 2014

Nel nostro Paese l’eventuale default si deve al fatto che il governo non dispone più delle somme necessarie a finanziare una università pubblica di grandi dimensioni. Negli Stati Uniti una delle cause è da ricercare nell’eccessiva facilità con cui le banche hanno concesso i prestiti d’onore, presupponendo che il mercato del lavoro avrebbe continuato ad assorbire laureati all’infinito, mentre si è invece arrivati alla saturazione. Cause diverse, ma risultati abbastanza simili.

Idee/ 2

Italiano per stranieri, più concorrenza tra atenei e insegnamenti mirati

di Michele Marsonet
| 23 Gennaio 2014

I pochissimi atenei nazionali abilitati a impartire corsi d’italiano per stranieri lavorano in una situazione di “quasi” monopolio. Difficilissimo ottenere dal MIUR il permesso di condurre tali attività, e non si comprende davvero il motivo. Se una università che non fa parte di tale ristretta cerchia dimostra di possedere le competenze adatte e la volontà di investire risorse in questo campo, perché le si deve negare la possibilità di entrare nel mercato? Non solo...

Premiare i "capaci e meritevoli"

Rimettere l'università al centro dell'agenda

di Michele Marsonet
| 08 Gennaio 2014

La grande domanda che resta sullo sfondo è sempre la stessa. Che cosa s’intende fare dell’università italiana? Esistono programmi abbastanza precisi che ci consentano di progettare il futuro nell’arco, diciamo, dei prossimi 10 anni?

L'ingenuità della Rete

La politica non deve funzionare come Internet

di Michele Marsonet
| 06 Gennaio 2014

Le tecnologie digitali non contengono soluzioni già pronte ai problemi sociali e politici che esse creano. Di qui l’invito a non pensare che la complessità della politica si possa superare con lo streaming continuo o con un semplice click sulla tastiera del computer.

Opinioni

Perché è sbagliato inseguire Grillo

di Michele Marsonet
| 05 Gennaio 2014

Che ai dirigenti della nuova Forza Italia non facciano impressione le minacce grilline ai giornalisti poco compiacenti, le parole eversive che corrono nel web su ispirazione diretta del Capo, le tante stramberie da lui enunciate come se fossero verità di fede, desta sorpresa e rabbia. Il partito non era forse nato per difendere la libertà e diffondere le idee liberali nel nostro Paese?

L'Orientale

Usa via da Okinawa, la superpotenza di Obama si ridimensiona

di Michele Marsonet
| 03 Gennaio 2014

Okinawa, uno dei principali simboli della guerra nel Pacifico, vedrà una significativa diminuzione delle truppe Usa a quasi 70 anni dalla sua conquista da parte dei Marines. Si ha la sensazione che gli Stati Uniti abbiano crescenti difficoltà a mantenere il ruolo di unica potenza globale acquisito dopo il crollo dell’Unione Sovietica. E tali difficoltà si sono indubbiamente accentuate con la presidenza Obama.

Approfondimenti

Come ripensare la Cooperazione allo sviluppo

di Michele Marsonet
| 30 Dicembre 2013

Serve ancora all’Italia la Cooperazione allo sviluppo? La risposta a tale quesito non è semplice come potrebbe sembrare. In certi casi si tratta infatti di Paesi come il Brasile e l'India che non si sono certo distinti per la cordialità dei rapporti nei nostri confronti. In altri casi si tratta di nazioni che vantano una crescita costante del Pil almeno nell’ultimo decennio. E allora, pur sapendo che la cooperazione è strumento essenziale della nostra politica estera e che si inserisce in quella della Ue, perché non pensare a una strategia diversificata, rafforzando maggiormente, per esempio, i nostri Istituti di cultura all'estero?

L'orientale

Abe lancia un messaggio alla Cina, il Giappone non ha paura

di Michele Marsonet
| 27 Dicembre 2013

Il premier nipponico Shinzo Abe sapeva in anticipo delle reazioni non solo cinesi, ma anche coreane, alla sua visita presso il santuario shinto dei caduti giapponesi nella Seconda Guerra mondiale. Il suo è quindi un messaggio chiarissimo. Il Giappone non si rassegna a giocare un ruolo di secondo piano in Estremo Oriente. Pur cosciente che la Cina è ormai diventata una potenza globale.

Bussole

Quella separazione tra democrazia e libertà individuale

di Michele Marsonet
| 26 Dicembre 2013

La somiglianza tra i totalitarismi di destra e di sinistra degli ultimi secoli non è un’invenzione di menti bizzarre o di studiosi poco informati. Essa trova le sue radici nella comune idea che l’individuo in quanto tale non esiste. Diventa “presente” solo quando la totalità – comunque la si voglia chiamare – gli consente di diventare autocosciente in quanto parte di un gruppo. E’ questo il motivo di fondo che indusse Isaiah Berlin a separare democrazia da un lato e principio della libertà individuale dall’altro.

Opinioni

A chi e a cosa servono le primarie?

di Michele Marsonet
| 18 Novembre 2012

A chi e a cosa servono le primarie? Non sarebbe meglio dimostrare al cosiddetto uomo della strada una certa serietà, presentando dei programmi plausibili e ben strutturati, in grado di attrarre un consenso più stabile di quello che si può ottenere con dibattiti televisivi tra candidati tutti in lite tra loro? La mia è, forse, una domanda ingenua, ma da “non politico” di professione ho il diritto di porla. 

Scienza e potere

Anche lo scienziato, in quanto uomo, è dominato dal potere politico

di Michele Marsonet
| 12 Novembre 2012

Fino a che punto possono gli scienziati prendere le distanze nei confronti del potere? La responsabilità morale degli uomini di scienza non può essere separata dal problema del potere politico. Non v’è dubbio che si debba tracciare una distinzione tra le responsabilità dello studioso e quelle del politico. Ma le conoscenze non conferiscono allo scienziato diritti particolari negli affari pubblici. Allo stesso modo, non è tenuto a rispondere del buono o cattivo uso che la collettività farà del frutto dei suoi lavori: lo scienziato è responsabile soltanto del loro valore scientifico. 

L'equilibrio possibile

Musso e l'eterna lotta tra scienza e religione

di Michele Marsonet
| 05 Novembre 2012

Il rapporto tra scienza e fede – o, se si preferisce, tra scienza e religione - è uno dei grandi temi del pensiero contemporaneo. Al dibattito non contribuiscono soltanto i filosofi, come molti ritengono, ma anche gli scienziati. Paolo Musso, docente di Filosofia della scienza all’Università dell’Insubria, offre una sintesi del dibattito in corso in un bel libro pubblicato da Mimesis Edizioni: “La scienza e l’idea di ragione. Scienza, filosofia e religione da Galileo ai buchi neri e oltre”.

In vista del Congresso del Partito comunista

La Cina al bivio tra mercato e Mao non ha ancora scelto una strategia politica

di Michele Marsonet
| 28 Ottobre 2012

Appena tornato dal mio undicesimo viaggio in Cina negli ultimi quattro anni, ne riporto questa volta impressioni più confuse e indecifrabili rispetto ai precedenti soggiorni. Soprattutto per quel che riguarda libertà civili, libertà economiche e politiche militari.

Il nuovo libro dei due senatori del Pd

Il manifesto riformista di Morando e Tonini è confuso e privo di spunti

di Michele Marsonet
| 15 Ottobre 2012

Sono tanti i “manifesti” che si pubblicano di questi tempi. Ora compare negli scaffali delle librerie “L’Italia dei democratici. Idee per un manifesto riformista” di Enrico Morando e Giorgio Tonini (Marsilio Editori, Venezia 2012). Quando si scrivono molti manifesti vuol dire che in giro c’è un po’ di confusione, e parecchi cercano di fornire il loro contributo per fare chiarezza. Non è detto, però, che ci riescano.

L'ex colonia Uk non rinuncia alla libertà educativa

Se Hong Kong (malgrado il comunismo) ha ancora voglia di democrazia

di Michele Marsonet
| 10 Ottobre 2012

Non ha ricevuto molta attenzione sulla stampa italiana una notizia di politica estera che è invece, ad avviso di chi scrive, piuttosto importante. Riguarda Hong Kong, l’ex colonia britannica restituita alla Cina nel 1997. Hong Kong ha conservato, anche dopo la restituzione alla Cina, delle specificità che la rendono diversa da qualsiasi altro luogo del colosso asiatico. Negli ultimi tempi, tuttavia, Pechino e il Partito Comunista Cinese si sono per così dire “stancati” di questa parziale autonomia avviando una campagna di “rieducazione patriottica”.

Disquisizioni filosofiche

Se anche il concetto di "utopia" ha un valore pratico

di Michele Marsonet
| 01 Ottobre 2012

E’ importante notare che molti popperiani hanno forse troppo insistito sulle valenze negative del concetto di “utopia”, dimenticando che lo stesso Popper sottolineava l’indispensabilità dell’utopia intesa come “ideale regolativo”. Non si può vivere senza speranza e senza grandi mete da raggiungere. Abbandonare, dunque, i sogni di perfezione terrena, ma al contempo non rinchiudersi in un presente senza storia.

Stato e cattolicesimo/2

Profumo sbaglia: la sua proposta sull'ora di religione ci indebolirebbe

di Michele Marsonet
| 26 Settembre 2012

Desta sincera sorpresa una proposta, uscita oggi sulla stampa quotidiana, del ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Francesco Profumo. Il ministro vorrebbe, tra l’altro a pochi mesi dalle elezioni politiche, “cambiare l’ora di religione” nelle scuole. Due le reazioni principali.  Mi si permetta di notare che, almeno in questo caso, il ministro dimostra di essere ben poco informato. Perché la proposta che egli lancia è già stata realizzata.

La grandezza del Papa

Benedetto XVI in Libano ha parlato al mondo islamico come fece a Ratisbona

di Michele Marsonet
| 23 Settembre 2012

Nel suo recente viaggio in Libano Benedetto XVI ha pronunciato una serie di discorsi in cui il tema prevalente era l’appello alla pacificazione degli animi, in un momento che vede una contrapposizione frontale tra Islam e Occidente. Nonostante questo, il Papa ha ripetuto il suo appello più volte nella speranza che si giunga infine a ricostruire un ponte in grado di ristabilire dei contatti, se non proprio sereni, meno drammatici di quanto ora siano.

Islam e Occidente a confronto

Con la violenza, il mondo islamico pone grandi ostacoli al dialogo

di Michele Marsonet
| 20 Settembre 2012

In questi giorni convulsi di confronto tra Islam e Occidente, molti si chiedono perché vi sia una differenza così radicale tra islamici e cristiani quando si tratta di giudicare articoli e vignette antireligiosi. E’ un interrogativo più che legittimo.