ARTICOLI

Diplomazia rovente

Adesso Putin tenga a bada Assad

di Rodolfo Bastianelli
| 08 Aprile 2017

L'attacco Usa contro il regime di Damasco è un avviso di Washington al Cremlino: Mosca limiti il peso politico di Assad oppure gli Stati Uniti si assumeranno il compito di prendere ulteriori iniziative per rafforzare la loro posizione sullo scacchiere siriano.

La nuova politica Usa in Medio Oriente

L'amica Israele e la minaccia Teheran: le due sfide di Trump

di Rodolfo Bastianelli
| 07 Febbraio 2017

Dopo il raffreddamento dei rapporti tra Obama e Netanyahu, Trump punta a ristabilire le relazioni con Israele. Gli insediamenti israeliani in Cisgiordania e il trasferimento dell'Ambasciata Usa da Tel Aviv a Gerusalemme, le prime questioni da affrontare. Pugno duro con l'Iran, considerato dal nuovo Segretario alla Difesa Mattis “il maggior sponsor mondiale del terrorismo”. 

Politica estera Usa

Sorpresa: il "protezionista" Trump preoccupa eccome le altre potenze

di Rodolfo Bastianelli
| 24 Gennaio 2017

Il riavvicinamento con Mosca probabilmente ci sarà, ma con grande cautela. E poi la "guerra commerciale" con la Cina, i nuovi rapporti con il Giappone e soprattutto con Taiwan. Dopo il primo discorso da presidente di Trump, gli scossoni a livello internazionale non sono mancati.

Il voto in America

USA 2016: il peso dei "Grandi Elettori" e qualche curiosità sulle elezioni presidenziali

di Rodolfo Bastianelli
| 28 Ottobre 2016

ll sistema usato dagli Stati Uniti per eleggere il Presidente è estremamente complesso, con numerose particolarità che lo rendono assolutamente unico. Spieghiamo quali.

Europa ancora più germanocentrica

Più Cina e meno Russia, la Gran Bretagna se vince Brexit

di Rodolfo Bastianelli
| 21 Maggio 2016

Il referendum con cui il Regno Unito andrà alle urne per decidere se rimanere o meno nella UE - Brexit - segna uno spartiacque per il futuro dell'Europa.

Sicurezza interna e internazionale

Terrorismo e immigrazione: l'Occidente paga i suoi errori

di Rodolfo Bastianelli
| 26 Marzo 2016

Perché il pericolo di ISIS in Europa fino adesso è stato sottovalutato.

Dibattito su "The Donald"/ 2

Usa 2016, se la Convention repubblicana sfiducia Trump

di Rodolfo Bastianelli
| 07 Marzo 2016

Se come sembra si arriverà ad una convention Repubblicana dove nessuno dei candidati avrà ottenuto la maggioranza dei delegati, per il tycoon newyorkese Donald Trump potrebbe rivelarsi molto difficile ottenere l'agognata nomination.

L'Orientale

Russia e Turchia dopo il 24 Novembre

di Rodolfo Bastianelli
| 05 Dicembre 2015

L’abbattimento del caccia russo da parte della Turchia è probabilmente il più grave incidente nella storia dei non facili rapporti tra i due Paesi dalla fine della Seconda guerra mondiale.

Scenari dopo "Grexit"

Default e isolamento, Atene non tiri troppo la corda

di Rodolfo Bastianelli
| 18 Giugno 2015

E’ probabile che alla fine, magari poco prima della scadenza del trenta giugno,  verrà trovata un’intesa fra Atene e la Ue. Ma che succederebbe alla Grecia se uscisse dall'euro?

Sulle riparazioni di guerra tedesche

Cosa rischia la Grecia andando allo scontro

di Rodolfo Bastianelli
| 20 Febbraio 2015

Nell’ipotesi – al momento del tutto irrealistica – che la Germania accettasse di pagare alla Grecia anche una parte delle riparazioni di guerra, gli effetti sull’economia europea sarebbero, paradossalmente, assai più eclatanti di quelli provocati da un’eventuale uscita della Grecia dall’Euro. Il pagamento aprirebbe infatti la strada alle richieste di risarcimento degli altri Paesi occupati nel corso del conflitto. E' solo una delle ragioni per cui Tsipras rischia grosso.

Alle radici dell'antipolitica

Chi ha creato Grillo adesso non può indignarsi

di Rodolfo Bastianelli
| 20 Maggio 2014

Le ultime assurdità sparate da Grillo, nel salotto di Vespa piuttosto che durante il comizio di sabato scorso a Torino, hanno fatto comprendere anche ai più scettici quali rischi corra il Paese con M5S.

Un paragone con gli altri Paesi Ue

Solo in Italia abbiamo un bicameralismo tanto perfetto...

di Rodolfo Bastianelli
| 18 Aprile 2014

Nella Ue undici Paesi, oltre all’Italia, hanno un sistema parlamentare bicamerale. In nessuno di questi il bicameralismo è perfetto come da noi e l’esistenza di una Camera Alta deriva da un assetto dello Stato federale o a larga autonomia regionale, da scelte politiche o da da retaggi storici. Vi presentiamo un'analisi comparata dei sistemi europei.

Approfondimenti

Cos'è il premierato forte all'inglese

di Rodolfo Bastianelli
| 27 Gennaio 2014

Quello che rafforza considerevolmente l’azione del primo ministro inglese è il fatto che la quasi totalità delle leggi è di iniziativa governativa, di modo che, essendo i parlamentari del suo partito tenuti ad approvare quanto deciso dal Governo per disciplina interna, il Primo Ministro vede concentrate nelle sue mani le funzioni esecutive – legislative e di leader di partito. Questa forte predominanza del Premier ha trasformato sensibilmente l’assetto politico britannico, tanto che oggi la Gran Bretagna più che come un regime parlamentare si configura come un vero e proprio “Governo del Primo Ministro”.

L'accordo di Ginevra

Nucleare iraniano, tutti i dubbi restano

di Rodolfo Bastianelli
| 26 Novembre 2013

E’ difficile esprimere una valutazione sull’accordo raggiunto a Ginevra sul nucleare iraniano. Salutata dal Presidente Obama come un passo verso un mondo più sicuro, l’intesa è stata invece al contrario accolta in termini assai critici da Israele per il quale questa costituisce solo un gigantesco errore.

Non solo "spione"

Datagate, l'ultimo colpo all'Obama degli scandali

di Rodolfo Bastianelli
| 09 Giugno 2013

Si vedrà nei prossimi giorni quali sviluppi prenderà la vicenda delle intercettazioni, anche se al momento l’ipotesi che si possa avviare una procedura di “Impeachment”contro il Presidente rimane alquanto improbabile. Ma ad appena sette mesi dalla sua rielezione, il secondo mandato di Obama rischia seriamente di deragliare e di venire ricordato più per gli scandali che non per gli ambiziosi programmi di riforma sul qual aveva affermato di voler puntare.

Disastro Monti

Marò, il grande fallimento della "tecnocrazia"

di Rodolfo Bastianelli
| 06 Aprile 2013

La disastrosa gestione, e la ancor più vergognosa conclusione, della vicenda dei marò dimostrano ancora una volta come non solo l’amministrazione delle relazioni internazionali sia un campo nel quale il dilettantismo non produce nessun risultato ma, soprattutto, che affidare la gestione di un argomento tanto delicato ad un governo “tecnico” privo di qualsiasi legittimazione politica costituisce un errore gravissimo.

Election Day

Il sistema di elezione del Presidente negli Stati Uniti d'America

di Rodolfo Bastianelli
| 05 Novembre 2012

L’assetto istituzionale degli Stati Uniti si basa su tre punti fondamentali, quali una rigida divisione tra i poteri dello Stato, il forte peso politico assegnato al Presidente che nelle intenzioni dei “Padri Fondatori” della nuova nazione doveva assumere lo stesso ruolo di cui disponeva allora il Sovrano nel Regno Unito e la presenza di un ordinamento federale per il Paese.

La clamorosa topica dei sondaggisti dell'epoca

Le presidenziali del '48 rappresentano un punto di svolta della storia Usa

di Rodolfo Bastianelli
| 17 Settembre 2012

Forse il loro più memorabile ricordo rimane il titolo di un giornale. “Dewey sconfigge Truman”, annunciava la notte del 3 Novembre lo “Chicago Daily Tribune” convinto che i risultati elettorali non lasciassero dubbi su chi dovesse essere il prossimo inquilino della Casa Bianca. Il giornale conteneva però una piccola imprecisione: Truman non era lo sconfitto ma il vincitore, e quel titolo sarebbe rimasto negli anni a rappresentare il simbolo di quelle elezioni.

La conquista manu militari islamica in Africa

Gli attacchi ai cristiani in Kenya e in Nigeria dimostra che l'islam è in guerra

di Rodolfo Bastianelli
| 07 Luglio 2012

I gravi attentati recentemente compiuti ai danni delle Chiese cristiane in Kenya e Nigeria porta alla luce la difficile situazione che questi due Paesi stanno attraversando. Ma la causa delle tensioni etniche e religiose esplose negli ultimi anni non derivano solo dai delicati equilibri politici interni esistenti ma anche e soprattutto dagli eventi accaduti in Libia e Somalia, i cui contraccolpi hanno finito inevitabilmente per ripercuotersi sulla realtà kenyota e nigeriana.

Possibili scenari mediorientali

Ecco i rischi che corre Israele nei possibili esiti della crisi siriana

di Rodolfo Bastianelli
| 21 Giugno 2012

La grave crisi apertasi in Siria nell’ultimo anno sta ponendo ai Paesi della regione una serie di interrogativi sulla posizione da assumere nei confronti del regime di Damasco e delle forze d’opposizione. Uno di questi è Israele, la cui linea, fin dall’inizio delle proteste popolari, è stata improntata alla massima cautela. E questo per diverse ragioni.