ARTICOLI

Vent'anni dopo la caduta del Muro

Se il mondo non si divide più tra Est e Ovest è grazie a Mikhail Gorbacev

di Victor Zaslavsky
| 05 Novembre 2009

Le celebrazioni per i vent'anni dalla caduta del Muro di Berlino rappresentano un'occasione per riflettere sul ruolo cruciale di Mikhail Gorbacev nella vicenda culminata con il dissolvimento del blocco comunista. Fu proprio il suo tentativo di modernizzare il sistema a scardinare definitivamente l'URSS.

L'accordo di Ankara

Il gasdotto "Nabucco" è destinato a rompere il monopolio russo del gas

di Victor Zaslavsky
| 15 Luglio 2009

Qualche giorno fa, ad Ankara, i primi ministri turco, ungherese, austriaco, romeno e bulgaro hanno firmato l’accordo sulla costruzione del "Nabucco". Lungo 3.300 chilometri, il gasdotto trasporterà il gas dal Caspio all’Europa, aggirando la Russia. E Mosca teme di perdere il suo monopolio.

Dopo l'incontro a Mosca

Putin coltiva l'antiamericanismo anche se la Russia ha bisogno di Obama

di Victor Zaslavsky
| 10 Luglio 2009

I sondaggi dopo la visita di Obama a Mosca parlano chiaro: il 75 per cento della popolazione ritiene che gli Usa vogliano sfruttare la Russia. L'opinione pubblica, tuttavia, deve comprendere che Mosca potrà uscire dalla sua arretratezza economica solo collaborando con l'Occidente.

Migrazioni di massa nel mondo contemporaneo

La nuova etica demografica: tutela dell'identità e responsabilità dei popoli

di Victor Zaslavsky
| 23 Maggio 2009

Come parte del suo giro di vite contro l’immigrazione illegale, due settimane fa l’Italia ha rispedito in Libia una nave carica di migranti. L’agenzia ONU per i rifugiati, il Vaticano e le organizzazioni per i diritti umani, come pure alcune forze politiche italiane, hanno accusato il governo italiano di aver violato il diritto internazionale. Ma in queste accuse c’è una dose considerevole d’ipocrisia.

Best of the web - Piazza Rossa

Perché Berlusconi è il mediatore ideale tra Mosca e Washington

di Victor Zaslavsky
| 03 Aprile 2009

Chi pensa di cambiare la politica russa affidandosi alle minacce e alle sanzioni non raggiunge mai l’effetto sperato. Berlusconi, invece, ha compreso da anni l’importanza strategica del rapporto italo-russo, e per questo ora è nella posizione di far cambiare idea al Cremlino su molte delle questioni cruciali all'ordine del giorno.

Piazza Rossa

I paradossi della crisi russa: calano i consumi ma crescono i prezzi

di Victor Zaslavsky
| 10 Marzo 2009

Alla luce della tradizionale cultura politica russa, con la sua fiducia nella figura dello zar buono, non deve stupire se la popolarità del tandem Putin-Medvedev non sia ancora crollata proporzionalmente all’aumento dei prezzi e al peggioramento degli standard di vita. Con gli effetti della recessione, però, cominciano così ad emergere le prime crepe nella solida base del regime autoritario putiniano.

 

Piazza Rossa

Medvedev parla di libertà, ma in Russia non ci sarà un nuovo corso

di Victor Zaslavsky
| 20 Giugno 2008

Eravamo studenti del corso di laurea di storia dell’Università di Leningrado, una trentina in tutto...

Perché i russi continuano a volere Putin al potere

di Victor Zaslavsky
| 03 Dicembre 2007

Putin ha vinto la scommessa: il suo partito “Russia unita” avrà alla Duma almeno 315 deputati su un totale di 450. Il partito del Presidente potrà approvare qualsiasi legge, cambiamenti della Costituzione inclusi. L'affluenza è stata del 63%, un dato che segnala un'accelerazione della partecipazione al voto rispetto alle legislative del 2003 di oltre sette punti. Qual è il senso dell’alta partecipazione e della schiacciante vittoria del partito di Putin?

Quale Europa? L'asse franco-tedesco nel processo di integrazione

di Gaetano Quagliariello
| 17 Gennaio 2007

da Ventunesimo Secolo Anno V Numero 11, Ottobre 2006

Quale Europa? L'asse franco-tedesco nel processo di integrazione

di Victor Zaslavsky
| 17 Gennaio 2007

da Ventunesimo Secolo Anno V Numero 11, Ottobre 2006