lectiones (non verificato) said:

«Intellettuali non tartufeschi consigliano al Cav. una squillante difesa della sua vita privata». ------------------------------------

Facile a dirsi. Chi non si sente alla gogna, da 17 anni, per aver osato contro Achille Occhetto l'inosabile confronto, accetterebbe finanche di sottoporsi all'inquisizione della Torquemada Ambrosiana, “pro bono pacis” e per sgombrare il campo da tantissimi equivoci.
Non credo che sarebbe il comportamento di un uomo libero. Un uomo libero, eticamente cosciente della propria innocenza immune dal delitto, deve ribellarsi all'imposizione poliziesca che lo costringe a schermirsi delle ingiurie e nefandezze da suburra che gli vengono attribuite.
Non sarà comparendo dinanzi a un giudice “illegittimo” che le "colpe" berlusconiane saranno mondate. Quanto al Bertone … lasciamo correre … carità patria m'impedisce di mettere il dito dentro la piaga pedofilica di troppi prelati cattolici, apostolici e romani.
Per la democrazia sovrano è il popolo, una corretta e legittima democrazia non può riconoscere altri interlocutori che non siano il popolo e il voto elettorale. Le firme, quelle che intende raccogliere Bersani (10 milioni di firme), saranno buone dal punto di vista “commemorativo”, una “firmoteca” a perenne memoria, ma non per altro, carta sprecata per bizzarria politica.
Tutto il resto è clangore per stanare la "Tigre" da Palazzo Chigi.
Celestino Ferraro