ARTICOLI

#CharliesFight /1

Charlie: Appello a Mattarella, il Presidente risponde

di Redazione
| 02 Luglio 2017

L'appello per salvare Charlie Gard rilanciato anche dalle pagine dell'Occidentale ha raccolto 5000 firme, ma soprattutto ha ricevuto la risposta di Mattarella. Il primo firmatario dell’appello ha, infatti, ricevuto una lettera dalla Presidenza, quando la Corte dei Diritti dell’Uomo non si era ancora pronunciata.

#CharliesFight / 2

Qualche ora in più per Charlie

di Elena de Giorgio
| 30 Giugno 2017

I medici dell'ospedale di Londra hanno concesso altre preziose ore di vita al piccolo Charlie Gard, prima di staccare la spina. Intanto si moltiplicano le veglie di preghiera e le iniziative per salvare la vita al bimbo, dopo l'appello, straziante, dei genitori. E in Italia, la politica prende posizione. 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

L'appello a Mattarella per salvare Charlie Gard (con la cittadinanza italiana)

di Redazione
| 17 Giugno 2017

I firmatari dell'appello che proponiamo ai lettori dell'Occidentale, chiedono che il Presidente della Repubblica conceda a Charlie Gard – il bambino inglese di dieci mesi a cui i tribunali hanno stabilito di sospendere i trattamenti di sostegno vitale – e ai suoi genitori la cittadinanza italiana, perché possano essere tutelati dalla nostra Costituzione.

Tutte le news

Isis, appello ai lupi solitari: “Uccidete Macron e Le Pen. Date alle fiamme i seggi”

di Redazione
| 06 Maggio 2017

A riportare l’appello è stato il Site, sito di monitoraggio dell'estremismo islamico sul web.

 

Tutte le news

Cannabis, Gasparri-Giovanardi: "Appello mamma di Giò in tutte le scuole"

di Redazione
| 15 Febbraio 2017

La dichiarazione congiuta dei senatori sul caso del sedicenne di Lavagna morto suicida 

9 maggio, giorno della memoria delle stragi

Gli storici con Quagliariello: fuori le carte dagli armadi, via il segreto sui misteri d'Italia

di Marco De Palma
| 09 Maggio 2016

Un gruppo di storici italiani, Orsina, Craveri, Compagna, De Luca, Capozzi, aderisce all'appello contro gli "arcana imperii" lanciato dal senatore Gaetano Quagliariello. Perché un Paese che ha paura della propria storia non sarà mai pacificato.

Questione di stile (istituzionale) / 1

Riforme: l'appello dei giuristi e Renzi che non fa "ciuf"

di Roberto Santoro
| 26 Aprile 2016

Ci sono almeno due modi per fare canestro giocando a basket. Il "terzo tempo" e il "tiro da tre punti". Questa similitudine sportiva può esserci utile parlando delle riforme costituzionali e dell’appello firmato da 56 giuristi sulla riforma Renzi.

Questione di stile (istituzionale) / 2

La Costituzione non è un duello rusticano

di Gaetano Quagliariello
| 26 Aprile 2016

L’Occidentale mi chiede un parere sull'appello dei giuristi che manifesta un dissenso di merito sulle riforme. Molte considerazioni di quel testo le condivido, altre no. Ma quel che più mi ha colpito dell’appello è il tono, lo stile.

L'Italia non abbia paura della sua Storia

Via il segreto sui misteri italiani!

di Gaetano Quagliariello
| 19 Aprile 2016

Può un Paese che pretende da un altro Stato verità su vicende recentissime come l'assassinio di Giulio Regeni, consentire che restino zone d'ombra su pagine drammatiche della propria storia nazionale?

Tutte le news

Lusi, condanna in appello a 7 anni. Rutelli: "Salvo onore Margherita", Raggi: "Dov'era Giachetti?"

di Marco De Palma
| 01 Aprile 2016

L'ex senatore della Margherita Luigi Lusi viene condannato anche in appello. 7 anni con sconto di pena, per l'accusa di aver sottratto 20 milioni fondi dal partito. Regge anche in appello l'impianto accusatorio nei confronti dell'ex tesoriere della Margherita.

Il voto in Senato

Unioni civili e utero in affitto: la fiera delle ipocrisie

di Bernardino Ferrero
| 10 Febbraio 2016

I numeri in Senato sulle unioni civili sembra ci siano. Mentre si fa la conta di chi ci sta sulla legge così com'è, Alfano continua a prendere sberle dagli alleati del Pd. Il dibattito sull’utero in affitto infuria, ma si sta trasformando in un mantra delle anime candide...

Tutte le News

Alfano: "Patto per il centrodestra del futuro, il vecchio è finito"

di Elena de Giorgio
| 28 Luglio 2014

Non si torna a Canossa, ha detto ieri il presidente di Ncd, Angelino Alfano, rispondendo all'appello all'unità del centrodestra diffuso da Silvio Berlusconi. Bisogna essere alternativi alla sinistra ma "serve un grande e rinnovato patto per fondare il centrodestra del futuro, perché il vecchio è morto e non tornerà più", dice Alfano parlando all'Eur, alla Assemblea Nazionale di Ncd.

Alfano parla all'Assemblea Nazionale di Ncd

Quella via stretta verso la grande casa dei moderati

di Bernardino Ferrero
| 27 Luglio 2014

E' stato forse il discorso più bello, completo e articolato del presidente Alfano. Capace di tenere insieme politica interna ed estera, il ruolo dell'Italia in Europa, le frontiere e l'identità, risultati e prospettive, cuore e ragione, i valori del centrodestra e un'alternativa vera alla sinistra riformista di Renzi.

#sfasciaitalia

Sulle riforme Forza Italia dice e si contraddice

di Ronin
| 03 Aprile 2014

Dice Mariastella Gelmini, rispondendo picche all'appello ai moderati lanciato oggi da Alfano: Ncd ci attacca ogni giorno ma sono accuse infondate perché "le riforme messe in cantiere dal Governo andranno in porto solo perché Forza Italia le sostiene in modo convinto ma non supino". In realtà non si capisce bene che voglia fare Forza Italia con le riforme: Verdini va da Renzi, Brunetta a Uno Mattina spara che la riforma del Senato è "scritta coi piedi". Bel modo per farla andare in porto.

Pdl-Fi al bivio

No agli estremismi, sì alla responsabilità

di Marco De Palma
| 12 Novembre 2013

Angelino Alfano è pronto a chiedere ancora a Silvio Berlusconi di evitare lo strappo definitivo e una scissione nel più grande partito del centrodestra italiano. Sul tavolo c'è la questione di quale sarà la posizione dei parlamentari dopo il voto di decadenza da senatore di Berlusconi previsto per la fine del mese. Alfano ha chiesto al Cav. di continuare a sostenere il Governo Letta, tenendo distinte la questione giudiziaria da quella sull'esecutivo.

La nota degli Innovatori

Pdl, appello a Grasso: "Tutelare voto segreto e libertà di coscienza"

di Elena de Giorgio
| 01 Novembre 2013

"Il parere della giunta per il regolamento del Senato sul voto palese, oltreché tecnicamente infondato, contravviene alle regole della correttezza istituzionale. Non vi può essere infatti alcun dubbio sul fatto che il tipo di votazione in esame riguardi una persona e che dunque debba avvenire a scrutinio segreto". Lo scrivono in una nota gli "innovatori" del Pdl, giudicando il parere della giunta per il regolamento non vincolante e appellandosi al presidente del Senato Grasso affinché faccia valere le sue prerogative e garantisca il voto segreto.

Reagiscono Santanché e Schifani

Ruby, 7 anni a Berlusconi. Nuova inchiesta contro i testimoni

di Marco De Palma
| 24 Giugno 2013

7 anni per il processo Ruby. Ma sia Berlusconi che la ragazza marocchina hanno sempre negato di aver avuto rapporti sessuali. Né Ruby, né i funzionari della Procura di Milano si sono costituiti parte civile. Va considerato infine che nella storia giudiziaria italiana ci sono state sentenze pesanti emesse in un grado che vengono poi riformate nei gradi successivi. Se è vero che le sentenze non si commentano, l'impressione ancora una volta è che si tratti di una sentenza politica.

Non servono aste per il digitale terrestre

Monti dica no alla "tassa sulle frequenze"

di Roberto Santoro
| 09 Dicembre 2011

Il governo Monti non deve sottoscrivere l'appello che gli è stato rivolto affinché indica un'asta sulle frequenze per il digitale terrestre. Per una ragione di opportunità politica, l'Europa ci osserva èd è inutile aggiungere nuove complicazioni alla procedura di infrazione già aperta nei nostri riguardi, e per una ragione di natura economica, visto che non c'è un chiaro vantaggio economico nel "tassare" l'etere.

L'appello de Il Legno Storto

Una firma per Julija Tymoshenko e per la libertà in Ucraina

di Marco Cavallotti e Matteo Cazzullani
| 08 Settembre 2011

È raro che Il Legno Storto promuova lettere aperte e petizioni di qualsiasi tipo. Ma è davvero particolare la vicenda che ha coinvolto Julija Tymoshenko e vari altri esponenti di spicco del movimento arancione ucraino – un movimento che aveva cercato di riportare l'Ucraina vicino all'Europa dopo un lungo periodo di dominio grande-russo. Adesso la Tymoshenko è in carcere e dobbiamo la nostra parte, come hai tempi di Solidarnosc. Firma l'appello (Tratto da Il Legno Storto)

Le reazioni all'appello pro-Gelmini

Caccia al Prof dissidente

di Paolo Zappitelli
| 02 Dicembre 2010

L’università è piena di professori e studenti che si trovano dalla stessa parte del ministro Gelmini. Però sono più silenziosi. E quindi vengono ascoltati di meno. Per questo in molti nei giorni scorsi hanno firmato l’appello lanciato da «Magna Carta» per sostenere il disegno di legge approvato martedì alla Camera. Un sostegno che è stato chiesto a tutto il mondo universitario ma che qualche professore sta provando a boicottare. (Tratto da Il Tempo)