ARTICOLI

Tutte le news

Ridotta Isis, cellula con armi chimiche tra Iraq e Siria

di Redazione
| 18 Maggio 2017

In Siria una 'cellula per le armi chimiche'. Per la Cnn è formata da esperti provenienti da Iraq e Siria.

Arineocon

L'attacco a Stoccolma, i missili di Trump e la dottrina del primo colpo

di Roberto Santoro
| 07 Aprile 2017

Ancora un camion sulla folla in una grande città occidentale, Stoccolma. Il terrorismo colpisce in una delle patrie di quel "multiculturalismo" ormai alla frutta. Il problema però non è solo il multikulti, è la situazione, anzi, la inazione, internazionale. Ma qualcosa sta cambiando con Trump.

Sessanta missili Usa contro basi siriane

Tempesta di fuoco sulla Siria, Trump scatena l'inferno contro Assad (e avvisa la Nord Corea)

di Bernardino Ferrero
| 07 Aprile 2017

Donald Trump rovescia le basi della sua politica non interventista e scatena una tempesta di fuoco sulla Siria, come ritorsione dopo l’attacco chimico lanciato dal regime di Damasco su Idlib.

L'eredità delle Primavere arabe

La Siria ringrazia Barack Obama nobel per la pace

di Roberto Santoro
| 05 Aprile 2017

Tutto si tiene in Siria, la guerra, le armi chimiche, i russi e gli americani, Obama e Trump, Putin e il "Russiagate".

Storie di guerra

Obama, le armi chimiche e i partigiani di Mosul

di Bernardino Ferrero
| 23 Settembre 2016

Bush e Blair vennero inchiodati all'accusa di aver mentito sulle armi di distruzione di massa di Saddam. Oggi Isis spara un razzo con agenti chimici in una base Usa. Ma Obama non sventola la "smoking gun".

Tripoli rinuncia alle armi di Gheddafi

La Libia che distrugge il suo arsenale chimico e' una buona notizia

di Marco De Palma
| 05 Febbraio 2014

 Il governo della Libia ha distrutto ciò che restava dell'arsenale di armi chimiche del regime di Gheddafi. "La Libia è ora totalmente esente da armi chimiche utilizzabili che potrebbero rappresentare una minaccia potenziale per la sicurezza" ha detto il ministro degli esteri libico Abdelaziz, giudicandolo un "momento storico". E' un ulteriore passo per il governo libico nella direzione di una legittimazione internazionale.

L'Onu controlla

Anche senza armi chimiche la Siria resterà un problema

di Matteo Meloni
| 08 Ottobre 2013

Anche senza l’arsenale chimico, l’esercito, leale ad Assad, ha una forza aerea e un contingente di terra meglio equipaggiati rispetto ai ribelli, un vantaggio significativo che si aggiunge allo sfaldamento interno degli oppositori al regime, che ha visto un numero elevato di guerriglieri aderire alle brigate islamiste. Alcuni rumors sostengono che una parte della flotta aerea di Assad sia stata dislocata in Iran per proteggerla da un eventuale raid militare esterno. Ad oggi l’intervento sembra scongiurato, e la comunità internazionale si aspetta che la Siria prosegua il lungo cammino appena iniziato.

Dossier armi chimiche consegnato a Ban Ki Moon

Siria, per l'Onu ci sono le prove ma senza colpevoli

di Matteo Meloni
| 17 Settembre 2013

Tutto da copione. Se da un lato il rapporto degli ispettori Onu contiene la prova inconfutabile dell’uso delle armi vietate, dall’altro, a seconda della lettura data dalle parti in gioco, rimane incerta la mano che ha concretamente usufruito del Sarin. Gli scenari possibili all’indomani della pubblicazione del documento delle Nazioni Unite, infatti, sono molteplici e affatto scontati, e una lentezza da parte di Assad nell’accettare i controlli sull’arsenale in suo possesso potrebbe essere letta da Obama come il tentativo di nascondere le armi in altri Paesi confinanti o vicini spingendo Washington a intervenire.

Seguendo la stampa

Putin stravince sulla Siria e torna re del Medio Oriente

di Fiamma Nirenstein
| 16 Settembre 2013

Putin, dopo che Obama ha abbandonato Mubarak e ha perduto l'Egitto con imperdonabile leggerezza, si dà molto da fare in un giuoco di sostituzione. L'ultima indecisione del presidente americano apre nuovi spazi. Putin era già in caccia: si era sentito tradito dalla mossa della Nato contro Gheddafi, una contraddizione per lui in un periodo di rafforzamento economico e strategico. (Tratto da Il Giornale)

Mission impossible

Siria, Assad: abbiamo armi chimiche. Le scoprirà l'Onu...

di Roberto Santoro
| 11 Settembre 2013

L'accordo presentato dalla Russia, con la Siria pronta a rinunciare al suo arsenale chimico e delle armi di distruzioni di massa, è stata la ciliegina sulla torta dell'inconcludenza occidentale verso Damasco. A Washington probabilmente qualcuno avrà tirato un gran sospiro di sollievo considerando che il voto per lo "strike" chiesto da Obama rischiava di finire impantanato al Congresso. Ma quanto è credibile lo smantellamento militare promesso da Assad e garantito da Putin?

Ride bene chi ride ultimo

Siria, gli Usa fanno ridere. "Siamo pronti ad attacco americano"

di Bernardino Ferrero
| 02 Settembre 2013

"Gli Stati Uniti sono ormai diventati oggetto di sarcasmo da parte di tutti". Obama è "esitante, deluso, confuso". La Siria "è in grado di affrontare un attacco da parte degli Stati Uniti". Il peggiore scenario possibile si sta materializzando sotto i nostri occhi. Il regime siriano che ironizza sull'America, sul presidente che non decide, sull'Occidente che ha lasciato soli gli Usa.

Tutte le News

Bonino, no intervento in Siria senza Onu. Bozza Gb già pronta

di Giordano Lupi
| 28 Agosto 2013

Il ministro degli esteri italiano, Emma Bonino, fa sapere che "una reazione militare" contro la Siria "senza la copertura e l'avvallo del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, non sarebbe "né adeguata, né convincente, né positiva". Pur osservando il "prefigurarsi dell'attacco chimico come crimine contro l'umanità", Bonino mette in guardia da una azione che rischia di "esacerbare una situazione già esplosiva".

Tutte le News

Siria, 3 giorni di raid contro Assad. Di questa guerra si sa già troppo

di Ronin
| 28 Agosto 2013

Dell'intervento in Siria, se ci sarà, sappiamo già tutto. Che la luce verde potrebbe arrivare nel fine sttimana, giovedì o venerdì. Che Obama sta decidendo ma le portaerei Usa si muovono verso Damasco. Che la Gran Bretagna di Cameron ha i piani militari già pronti. Che Francia e Turchia sono pronte all'azione anche senza copertura Onu e che l'Italia invece se sarà così non concederà le sue basi. Sappiamo che sarà un attacco lampo, che potrebbe durare tre giorni.

Intervento lampo

Obama e la Siria, non sarà qualche missile a fermare Assad

di Roberto Santoro
| 27 Agosto 2013

Il segretario di Stato americano, John Kerry ieri ha definito l'uso di armi chimiche da parte del regime sirano "una oscenità morale" e una "violazione delle norme internazionali" che "non può restare senza conseguenze". E' lo stesso Kerry che nel 2006 proponeva ai siriani di mediare per l'Iraq, che nel 2008 faceva visita al boia Assad e nel 2010 invitava i siriani a collaborare nel processo di pace israelo-palestinese. Non si può prendere i pasticcini con i dittatori e poi accusarli di oscenità.

Francia e Gran Bretagna pronte all'intervento militare

Siria, Obama mobilita gli Usa ma aspetta la "smoking gun"

di Roberto Santoro
| 24 Agosto 2013

Siria, strage con il gas nervino. Il presidente americano Barack Obama ha detto che si tratta di un evento che desta "profonda preoccupazione" ma che  "se gli Usa attaccassero un altro paese senza un mandato Onu e senza prove chiare, ci sarebbero interrogativi sul come le leggi internazionali sarebbero di supporto e sono considerazioni di cui dobbiamo tenere conto". Obama ha aggiunto che "talvolta si esagera la convinzione che gli Stati Uniti possano in qualche modo risolvere un complesso problema interconfessionale in Siria".

Tutte le News

Siria, Usa pronti a mobilitazione. Obama: "Serve cappello Onu"

di Marco De Palma
| 24 Agosto 2013

Obama è pronto a intervenire contro la Siria se l'Onu darà conferma dell'uso di armi chimiche. Francia e Gran Bretagna sono già convinte che Assad abbia usato gas nervino o sarin contro i civili. L'amministrazione Usa conferma che si stanno valutando una serie di opzioni contro la Siria se ci sarà una copertura delle Nazioni Unite. Il modello, secondo l'inner circle della Casa Bianca che preme per un intervento, è il Kosovo.

Tutte le News

Siria, Obama pensa al modello Kosovo

di Marco De Palma
| 24 Agosto 2013

Obama conferma che si stanno valutando una serie di opzioni contro la Siria se ci sarà una copertura delle Nazioni Unite e una conferma dell'uso di gas nervino da parte della Siria. Il modello, secondo l'inner circle della Casa Bianca che preme per un intervento, è il Kosovo.

Seguendo la stampa

L'esercito della Siria usa armi chimiche, la "smoking gun" Usa

di Roberto Cantona
| 18 Aprile 2013

Le agenzie di intelligence americane stanno valutando alcune fonti che dimostrebbero con indicazioni credibili come l'esercito della Siria abbia usato armi chimiche in recenti combattimenti, come dicono agenti americani ed europei. Per i "senior" della intelligence americana "aumenta il sospetto" che le forze siriane stiano utilizzando agenti chimici, sulla base di testimonianze locali e dei test su prove reperite in Sieria e analizzate da esperti britannici.

Crisi siriana ed equilibri di potenza/2

Aleppo si prepara alla battaglia finale mentre già si pensa al dopo Assad

di Eugenio Del Vecchio
| 28 Luglio 2012

Il destino del regime di Bashar al Assad dovrebbe decidersi, con ogni probabilità, ad Aleppo. L’amministrazione Obama avrebbe individuato l’uomo adatto a condurre la Siria fuori dal pantano della guerra civile e verso una transizione sostenibile: si tratterebbe del da poco transfuga Manaf Tlass, ex Generale della Guardia Repubblicana Siriana. Questione armi chimiche: Israele distribuisce maschere anti-gas.

La Storia segreta della II Guerra mondiale

Bari non dimentica la "Pearl Harbor" del Mediterraneo (e i suoi segreti)

di Luca Meneghel
| 12 Dicembre 2010

Alle 19.30 del 2 dicembre 1943, 105 bombardieri tedeschi piombano indisturbati sul porto di Bari e aprono il fuoco: in venti minuti, la Luftwaffe affonda 19 navi degli Alleati, uccide mille persone e blocca l’attività portuale per tre settimane. Ma una di quelle navi, la “John Harvey”, trasporta un carico pericolosissimo: armi chimiche. Un documentario racconta questa storia, rimasta segreta per anni.