ARTICOLI

Incongruenze

La sciatteria giuridica della legge sul biotestamento

di Aldo Vitale
| 18 Dicembre 2017

Proprio il nuovo testo normativo sul biotestamento che sarebbe dovuto essere vocato a prevenire incertezze e conflitti, sarà esso stesso causa di incertezze e conflitti, cominciando da quelli interpretativi intorno al silenzio sulla ventilazione che per alcuni potrebbe essere ricompresa, ma non per altri.

La discussione sulle Dat arriva a Palazzo Madama

Fine vita, l'intervento in Senato di Quagliariello

di Gaetano Quagliariello
| 01 Agosto 2017

"La legge in discussione non può essere condivisa, a partire dalla sua denominazione - disposizioni anticipate di trattamento - che è segno di un cambiamento di prospettiva non irrilevante. Per riprendere un'espressione utilizzata più volte dalla presidente dell'Associazione Luca Coscioni, si tratta di una "via italiana all'eutanasia", che poi in realtà, come abbiamo visto, ormai travalica anche i confini nazionali". 

Tutte le news

Biotestamento, protesta dei parroci: suonano le campane a morto

di Rafaella Cantoni
| 21 Aprile 2017

In Molise in sei richiamano l'attenzione contro le Dat. Don Mario: “La vita è vittima della morte”.

Tutte le news

Biotestamento: Roccella, legge inapplicabile e di bandiera

di Raffaella Cantoni
| 20 Aprile 2017

“Si sventolano i vessilli dei diritti individuali finché sono a costo zero, puntando alla propaganda elettorale e creando false aspettative nei cittadini”.

Seguendo la stampa

Dat, obiezione di coscienza: il vuoto premeditato

di Eugenia Roccella*
| 05 Aprile 2017

Riportiamo la lettera di Eugenia Roccella ad Avvenire, in merito alla legge sul testamento biologico, in discussione in questi giorni in Parlamento.

Tutte le news

Biotestamento, lettera 12 parlamentari: votiamo no, apre a autanasia

di Raffaella Cantoni
| 28 Marzo 2017

Così, in un intervento pubblicato dal quotidiano Avvenire, un gruppo di dodici deputati appartenenti a diversi gruppi parlamentari.

Tutte le news

Biotestamento, Roccella: regia di Renzi dietro pessima legge?

di Raffaella Cantone
| 12 Gennaio 2017

"Testo così brutto può servire solo a spaccare la maggioranza di governo e creare l’incidente parlamentare che porterebbe Renzi alle tanto sospirate elezioni”. 

 

Da che pulpito

Il dibattito contro le Dat dimostra che nessuno ha letto il testo della legge

di Assuntina Morresi
| 05 Agosto 2011

E’ oramai con rassegnazione che mi imbarco nella lettura dei commenti sulla legge sulle dichiarazioni anticipate di trattamento (dat) appena approvata alla Camera. Chiunque si sente pronto a scriverci su, anche chi non si è mai occupato dell’argomento, o addirittura chi, evidentemente, non ha neanche letto il testo di legge, con risultati per un certo verso comici ma, alla fin fine, drammatici, se si pensa alla confusione in cui cadono inevitabilmente i malcapitati lettori.

Sulle dichiarazioni anticipate di trattamento

La legge sulle Dat è utile anche per non lasciare la scelta ai magistrati

di Eugenia Roccella
| 05 Agosto 2011

Chi ancora avesse dubbi sull’opportunità e l’urgenza di una legge sulle dichiarazioni anticipate di trattamento, potrebbe dissiparli considerando la vicenda della donna di Treviso e della relativa sentenza del giudice tutelare. A quanto si sa, la signora è affetta da una grave malattia degenerativa, e ha già rinunciato a una tracheotomia e ad una trasfusione. Lo scorso gennaio si è rivolta ad un giudice tutelare per nominare suo marito amministratore di sostegno e per chiedere di non utilizzare farmaci salvavita se si fosse aggravata e non fosse stata più in grado di intendere e di volere; il giudice ha acconsentito.

In attesa dell'approvazione definitiva del Senato

Sul biotestamento si combatte una battaglia di civiltà in nome di valori condivisi

di Cristiana Vivenzio
| 14 Luglio 2011

La legge sulle Dichiarazioni anticipate di trattamento approvata ieri alla Camera ci racconta molto di questo paese. Ci dice che ancora esiste un insieme di valori condivisi da difendere, che in nome di quei valori si è contro l’eutanasia e a favore della vita, contro l’accanimento terapeutico, ma anche contro l’abbandono di un paziente fortemente handicappato e soprattutto che non si può accettare che uno Stato, attraverso il suo sistema sanitario, si spenda per la morte e non per la cura dei propri cittadini.

l'Occidentale Biopolitica

"Solo con il consenso informato possiamo garantire la libertà di scelta"

di Eugenia Roccella*
| 08 Luglio 2011

L’interpretazione delle volontà anticipate data dalla sentenza Englaro ha innescato un meccanismo paradossale: in nome del principio di autodeterminazione si è scavalcato quello del consenso informato. Il consenso informato è la forma giuridica con cui possiamo garantire la libertà di scelta. Come è possibile, senza di esso, affermare l’autodeterminazione? (Intervento in Senato nel corso della discussione sul disegno di legge in materia di fine vita e Dat - 9 marzo 2011)

l'Occidentale Biopolitica

Senza Dat, via libera all’eutanasia

di Assuntina Morresi
| 08 Luglio 2011

Sono tanti i cattolici a chiedere l’approvazione della legge sulle Dat, le dichiarazioni anticipate di trattamento, in discussione alla Camera nei prossimi giorni. Lo dicono anche le ventitré firme raccolte dal Coordinamento delle Associazioni per la Comunicazione presieduto da Mimmo Delle Foglie. I firmatari ritengono che solo una legge possa impedire che l’eutanasia, introdotta surrettiziamente nel nostro paese con la sentenza Englaro, diventi un percorso accettabile e accettato. (Tratto da Avvenire)

Il dibattito sulla bioetica

Non spetta a un tribunale decidere dove finisce la vita

di Eugenia Roccella
| 07 Marzo 2011

Oggi nell’aula della Camera comincia la discussione sul cosiddetto testamento biologico, ma le opinioni appaiono ancora piuttosto confuse, fin dal titolo della proposta di legge. In realtà non si parla di testamento biologico, ma di "consenso informato e dichiarazioni anticipate di trattamento", e sbaglia chi insiste sul paragone con le volontà testamentarie. (tratto da Il Giornale)

la Ripubblica

Testamento biologico. "Questa legge scioglie ogni dubbio"

Intervista a Eugenia Roccella di Francesco Ognibene
| 01 Marzo 2011

L’arrivo in aula è previsto per lunedì prossimo, ma attorno al disegno di legge sulle Dichiarazioni anticipate di trattamento (Dat) Montecitorio sta ragionando da quasi due anni. Malgrado un simile lavorìo, in questi giorni affiorano dubbi e interrogativi. Che il sottosegretario alla Salute Eugenia Roccella s’impegna a chiarire. (tratto da Avvenire)

A proposito di alimentazione e idratazione

"Sul biotestamento nessun cambio di rotta. Semmai solo aperture"

intervista a Domenico Di Virgilio di Filippo Benedetti Valentini
| 25 Febbraio 2010

Il biotestamento avanza in commissione Affari Sociali della Camera, dove è attualmente in esame. Ma l’approvazione dei due emendamenti, ha scatenato accese discussioni. Ne abbiamo parlato con Domenico Di Virgilio, deputato del Pdl e relatore di maggioranza in Commissione.