ARTICOLI

I dati Eurostat parlano chiaro

I salvataggi bancari azzoppano i conti di Stato e famiglie: la pesante eredità di Padoan & Co.

di Bernardino Ferrero
| 15 Aprile 2018

Lo sapevamo già, ma ora è ufficiale: il salvataggio delle Banche Venete ha peggiorato i conti dello Stato e non solo...

Dati Cgia

Imposte record e più italiani a rischio povertà ma Fmi & Co. non hanno dubbi: tassate!

di Bernardino Ferrero
| 26 Marzo 2018

Avete voluto spendere e spandere? E ora, tassate! La musica che viene dal Fondo Monetario internazionale, Ocse e Ue suona più o meno lo stesso spartito. 

Elemento di incertezza (a fasi alterne)

Il record del debito pubblico e i paraocchi (oltre all'eurogaffe) di Padoan

di Carlo Mascio
| 16 Marzo 2018

Il debito pubblico cresce ancora e nel mese di gennaio segna un nuovo record: 2.279,9 miliardi di euro. Per Padoan questo non è dunque un “elemento di incertezza”? 

Agli sgoccioli

Crescita e debito, da Bruxelles l’ultimo schiaffo a Padoan & Co. (guardando Di Maio)

di Carlo Mascio
| 08 Marzo 2018

 Puntuale arriva il richiamo da parte dell’Ue: “In Italia la crescita è ancora molto sotto la media europea, il debito è il secondo più elevato dell'Ue e la produttività è bassa”.

Su e giù

Cresciamo meno di tutti, il debito pubblico sale e Renzi scende (nei sondaggi)

di Carlo Mascio
| 16 Febbraio 2018

Il debito aumenta ancora e l'Italia resta all'ultimo posto in Europa in termini di crescita. Le fantomatiche riforme renziane di questi anni si sono rivelate per quello che sono: solo fumo negli occhi spacciato dalla comunicazione renziana come prelibatissimo arrosto.

Fake news piddine

"Il lavoro aumenta e il debito pubblico scende": le favolette del "boy scout" Padoan

di Bernardino Ferrero
| 06 Febbraio 2018

“Lo stato dell'economia è migliore di come lo abbiamo trovato 5 anni fa”, dice il ministro dell'Economia, incarnando pienamente lo spirito da boy scout, forse influenzato dal suo capo, Renzi. Ma su debito pubblico e lavoro, le cose stanno diversamente. 

Lui vede la vede

Gentiloni: "Alla ripresa nun ce se crede". Perché non c’è

di Carlo Mascio
| 28 Dicembre 2017

Per il premier l’Italia è in ripresa e il problema è di chi non ci crede. Peccato però che le sue argomentazioni al riguardo non lo aiutano ad essere credibile. 

Più debito e più tasse rispetto al 2016

Ormai alla spending review ci crede solo Padoan

di Carlo Mascio
| 30 Ottobre 2017

L’analisi effettuata dal Centro Studi di Unimpresa, sulla base dei dati della Banca d’Italia, non lascia scampo ad equivoci: da gennaio ad agosto dello scorso anno, la spesa statale era arrivata a quota 305 miliardi e si è attestata a 320 miliardi nello stesso periodo di quest’anno. E, come sempre, se aumenta la spesa pubblica aumentano anche le tasse. 

In arrivo stangata fiscale da 81 miliardi di euro

Più tasse e più debito, il fact checking sull’aggiornamento del Def smaschera i giochini del governo

di Bernardino Ferrero
| 04 Ottobre 2017

Il fact checking sulla Nota di aggiornamento del Def realizzato dal Centro Studi di Unimpresa non lascia spazio a dubbi: nei prossimi quattro anni le tasse saliranno di 80,9 miliardi di euro e le uscite dal bilancio subiranno un aumento complessivo di oltre 30 miliardi. Nulla di nuovo. Ecco il solito schema "tassa e spendi" tipico dei governi di sinistra. E a pagare sono sempre i cittadini. 

Italia impreparata

Ma dove va il governo italiano senza Draghi e il "quantitative easing"?

di Carlo Mascio
| 24 Agosto 2017

Se da un lato Draghi continua a difendere a spada tratta la sua politica monetaria espansiva, dall'altro i tedeschi non vedono l'ora che questa venga archiviata. Ma se i tassi di interesse tornano a salire, l'Italia è nei guai. 

Il governo canta vittoria sul PIL ma con il debito che abbiamo c'è poco da rallegrarsi

di Bernardino Ferrero
| 12 Agosto 2017

L’Italia torna a crescere? Lentamente. Il Financial Times, nei giorni scorsi, ha provato a mettere in fila alcuni dati. In primis le stime del Pil che secondo il vice ministro dell’Economia Morando possono arrivare all’1,3-1,4% nel 2017. Tuttavia, checché ne dicano governo e renziani, anche il Ft conferma che c’è poco da stare allegri. 

Pressione fiscale reale al 48,8%

Fisco ingiusto ed eccessivo, il "tassa e spendi" della sinistra ci impoverisce

di Bernardino Ferrero
| 05 Agosto 2017

42,5%. A tanto ammonta la pressione fiscale prevista per il 2017 in base ai dati diffusi dalla Cgia di Mestre. Ma non è tutto. Il peso delle tasse sui contribuenti italiani fedeli al fisco, invece, sarà superiore di oltre 6 punti: la pressione fiscale reale, infatti, è prevista al 48,8%. 

Profondo debito

Il Fondo monetario, l’Italia e le "fake news" del Pd

di Carlo Mascio
| 24 Luglio 2017

Secondo il Fondo Monetario Internazionale, l'Italia torna a "crescere" ma non certo per i meriti della Renzinomics, come ci vuole far credere il Pd. 

Se Padoan guarda Renzi, l'Italia cadrà nel fosso

di Marco De Palma
| 17 Luglio 2017

Sprizza ottimismo, il ministro della economia Padoan, dopo che Bankitalia, con toni insolitamente filogovernativi, ha alzato di qualche zero virgola le previsioni di crescita per l’Italia, +1,4% per il 2017. 

Il debito italiano continua a crescere ma per Renzi è tutta colpa di Bruxelles

di Carlo Mascio
| 17 Luglio 2017

Le previsioni sballate del ministero dell'Economia su "volutary disclosure bis" e Ape social, che hanno fatto venir meno 3,5 miliardi di euro fondamentali per il varo della manovra autunnale, e i fallimenti della Renzinomics, fondata sul classico schema "tassa e spendi", mandano il debito pubblico alle stelle. Ma per Renzi è tutta colpa dell'austerity europea. 

Deficit e immigrazione

Migranti in cambio di debito, Renzi non cambia mai

di Carlo Mascio
| 07 Luglio 2017

Mentre i partner europei a Tallin chiudono la porta in faccia all'Italia, Renzi interviene alla Direzione del Pd e chiede di mettere in mora il fiscal compact. E' il solito Renzi: prendiamoci i migranti se li scambiamo con la "flessibilità", vedi debito, garantita da Bruxelles.

"Crescita spaziale"?

Per Gentiloni l’Italia torna a rivedere le stelle (con il binocolo)

di Carlo Mascio
| 29 Giugno 2017

Che succede? La "Renzinomics" ha iniziato di colpo a funzionare e il Pil italiano tornerà a crescere come dicono Confindustria e Standard&Poor's? Poco e niente, se consideriamo l'indicatore del sentimento economico (ESI) della Commissione Ue.

Spending review

Ecco perché non crediamo a Gutgeld quando dice che la spending review ha funzionato

di Carlo Mascio
| 22 Giugno 2017

Dopo la presentazione dei risultati della spending review dei governi Renzi e Gentiloni ci è sorta spontanea una domanda: se è vero che la spending ha funzionato, risparmiando 30 miliardi di euro, come mai il debito pubblico continua ad aumentare?

Su tasse e crescita il governo faccia pace con se stesso

di Carlo Mascio
| 20 Giugno 2017

Da una parte l’annuncite di Gentiloni e Padoan che tornano alla carica con il mantra renziano: “Cresciamo poco ma cresciamo”. Dall’altra il ministro Calenda convinto che “la crescita non è sufficiente” e non servono “leggi simbolo sulle tasse”. Se questo è il tasso di dialogo nel governo si capisce perché l'esecutivo è allo sbando.

Doccia fredda dall'Ocse

Italia in ripresa ma solo per governo e renziani

di Bernardino Ferrero
| 09 Giugno 2017

"Avremo sorprese positive" diceva Padoan in occasione della presentazione del Def. Ma di positivo per ora c'è ben poco. "La ripresa italiana resta moderata" dice l'Ocse che avverte: se non si punta su  "innovazione e competitività" saranno guai.