ARTICOLI

Presentato il DDL "Silenzio assenso"

#italiasemplice, la battaglia di Ncd per semplificare la burocrazia

di Elena de Giorgio
| 18 Luglio 2014

Il disegno di legge "Tempi brevi per le decisioni amministrative", una proposta coraggiosa.

Bussole

Macroregione, agli amici molisani dico: non cadiamo nel particolarismo

di Paolo Tancredi*
| 15 Maggio 2013

Le reazioni alla proposta di fusione tra Marche, Abruzzo e Molise in una nuova «Regione Adriatica» sono state contrastanti, come avviene ogniqualvolta rispunta l’ipotesi sul dimezzamento delle Regioni italiane. Colgo quindi l’invito che mi è stato rivolto dagli amici di Almosava per tornare sulla questione, rassicurando gli esponenti politici molisani che si sono espressi contro il progetto invitandoli a un dibattito non partigiano sulle riforme possibili.

Roccella (Pdl): "Maggiore sobrietà da parte dei ministri"

Idem su Unioni civili, un'altra "non priorità" del Governo Letta

di Elena de Giorgio
| 10 Maggio 2013

Il ministro per le Pari Opportunità, Josefa Idem, annuncia che presenterà un disegno di legge per le unioni civili. A reagire è l'on. Eugenia Roccella (Pdl) che amminisce: "Il ministro Idem pare non essersi resa conto che questo governo è frutto di uno sforzo di mediazione tra le diverse forze politiche per il bene del paese".

Bussole

Proviamo a dimezzare le Regioni italiane

di Paolo Tancredi*
| 26 Aprile 2013

Il sistema regionale italiano oggi va ripensato nello spirito federalista che è stato indicato dal Titolo V ma tenendo a mente che la ripartizione regionale prevista dalla Costituzione non è un moloch intoccabile. Bisogna dimezzare il numero delle Regioni, accorpare quelle più piccole non tanto e non solo per ridurre sperperi, episodi di corruzione e clientele, ma soprattutto per snellire e deburocratizzare il sistema, semplificarne l’assetto organizzativo, ridurre i costi e aumentare l’efficienza.

Il meglio de L'Occidentale Esteri

L'Europa intercettata. Visto dagli Usa siamo un continente sotto controllo

di Eric Weiner
| 28 Luglio 2010

In gran parte dell'Europa le intercettazioni sono pratica comune ma i cittadini sembrano ignorarlo. La "maglia nera" di chi ne fa un uso maggiore - e talvolta ne abusa - ce l'hanno Italia, la Gran Bretagna e i Paesi Bassi. Eppure, la Convenzione Europea dei Diritti Umani vieta le "intercettazioni arbitrarie". Ecco perché il disegno di legge presentato dal centrodestra italiano può contribuire a rendere l'Europa più attenta ai diritti civili, in un giusto equilibrio tra esigenze investigative, diritto alla riservatezza e informazione.