ARTICOLI

Questa è la nuova Rai?

Se il "Tg1 del cambiamento" parla (solo) di eutanasia...

di Assuntina Morresi
| 20 Febbraio 2019

Nel servizio si è parlato solo ed esclusivamente di ‘vuoto legislativo sul fine vita’, ed è stato il presidente Fico a usare proprio il termine eutanasia. 

Eluana, dieci anni dopo

Chiesa, Governo, Centrodestra: l’impietoso "ten years challenge" del caso Englaro

di Gaetano Quagliariello
| 09 Febbraio 2019

Una sfida da praticare con atti concreti, anche a costo degli equilibri contingenti, del plauso popolare, delle posizioni di potere; non soltanto da declamare attraverso asserzioni di principio prive di conseguenze pratiche. 

La risposta a Claudio Martelli

Quagliariello: su Eluana ho detto solo la verità

di Gaetano Quagliariello
| 03 Marzo 2017

Su QN Claudio Martelli ha scritto che ho urlato assassino al padre di Eluana. Non è vero. Ma di fronte alla cappa di insopportabile ipocrisia che si sarebbe voluto far calare sulla vicenda ho detto soltanto la verità: Eluana non è morta, è stata ammazzata.

La legge sul fine vita

Ricordando Eluana Englaro

di Eugenia Roccella
| 09 Febbraio 2017

Otto anni fa moriva Eluana Englaro, oggi però in Parlamento torna il biotestamento con la proposta di consentire la morte per disidratazione. 

Bussole

Eluana e l'accanimento giudiziario

di Eugenia Roccella
| 08 Aprile 2016

La scomparsa di Eluana è rimasta un’intollerabile, bruciante sconfitta per chi sostiene il "diritto a morire".

In commissione legge su eutanasia

Per non dimenticare Eluana

di Eugenia Roccella
| 09 Febbraio 2016

Il 9 febbraio di sette anni fa moriva Eluana Englaro. Ne parliamo non solo perché questa data va ricordata ma anche perché in parlamento si riapre la discussione su questioni come l’eutanasia e il testamento biologico. E' anche l'occasione per un appello ai centristi della maggioranza a riflettere sul rischio di deriva antropologica che ha davanti questo governo.

Speciale Biopolitica/ 3

Roccella: "Abbiamo linee guida per i percorsi di cura, ora non siano eluse"

Intervista a Eugenia Roccella di Gianni Santamaria
| 09 Febbraio 2013

“Proviamo a vedere se è possibile aprire un dibattito non pressato da un’urgenza come quella del caso Englaro. Ad esempio sul consenso informato, che è un àmbito su cui credo si possa trovare condivisione, e sulla libertà di cura”. Temi alti che Eugenia Roccella declina nel giorno dedicato agli stati vegetativi e all’anniversario della morte di Eluana, tornando a ribellarsi all’idea che il dibattito resti piegato solo sul "fine vita", condizione nella quale queste persone non si trovano. (Tratto da Avvenire)

Agenda Biopolitica/ 2

Sacconi: "Servono subito gli Stati Generali della Bioetica"

Intervista a Maurizio Sacconi di Maria Antonietta Calabrò
| 09 Febbraio 2013

Maurizio Sacconi, senatore del Pdl,  ritiene che lo stanziamento di venti milioni di euro deciso dal governo per l'assistenza ai disabili più gravi sia insufficiente («meno di un terzo di quello che avevamo stanziato noi quando eravamo al governo») e torna a chiedere «una legge che impedisca altri casi di eutanasia». Nel quarto anniversario della morte di Eluana Englaro (tratto da Corriere della Sera)

Lo spettatore pagante

"Bella addormentata" di Bellocchio è un film malato

di Claudio Siniscalchi
| 09 Settembre 2012

Non sappiamo se al nuovo film di Marco Bellocchio venga assegnato o meno il Leone d’oro al Festival di Venezia. Se “Bella addormentata” vincerà il primo premio, o un premio minore, sarà un evento da salutare favorevolmente. Quello che è, invece, certo è che “Bella addormentata” è lo specchio cinematografico della sconfitta dell’umano nella nostra contemporaneità.

In attesa dell'approvazione definitiva del Senato

Sul biotestamento si combatte una battaglia di civiltà in nome di valori condivisi

di Cristiana Vivenzio
| 14 Luglio 2011

La legge sulle Dichiarazioni anticipate di trattamento approvata ieri alla Camera ci racconta molto di questo paese. Ci dice che ancora esiste un insieme di valori condivisi da difendere, che in nome di quei valori si è contro l’eutanasia e a favore della vita, contro l’accanimento terapeutico, ma anche contro l’abbandono di un paziente fortemente handicappato e soprattutto che non si può accettare che uno Stato, attraverso il suo sistema sanitario, si spenda per la morte e non per la cura dei propri cittadini.

l'Occidentale Biopolitica

"Solo con il consenso informato possiamo garantire la libertà di scelta"

di Eugenia Roccella*
| 08 Luglio 2011

L’interpretazione delle volontà anticipate data dalla sentenza Englaro ha innescato un meccanismo paradossale: in nome del principio di autodeterminazione si è scavalcato quello del consenso informato. Il consenso informato è la forma giuridica con cui possiamo garantire la libertà di scelta. Come è possibile, senza di esso, affermare l’autodeterminazione? (Intervento in Senato nel corso della discussione sul disegno di legge in materia di fine vita e Dat - 9 marzo 2011)

Si spaccano Pd e Terzo polo

Il Cav. scrive ai deputati: il testamento biologico non può attendere

di Cristiana Vivenzio
| 28 Aprile 2011

Berlusconi stringe sul testamento biologico. Lo fa inviando una lettera a tutti i suoi deputati in cui li richiama – così come avvenuto coi senatori – ad un impegno responsabile nell’affrontare le questioni del fine vita. Berlusconi sa che sul testamento biologico si giocano molte partite.

Il blog del direttore

Fini è il leader perfetto di un mondo perfetto (e silenzioso)

di Giancarlo Loquenzi
| 10 Febbraio 2010

Venuto a sapere della lettera inviata da Silvio Berlusconi alle suore Misericordine in occasione dell’anniversario della morte di Eluana Englaro, Gianfranco Fini ha immediatamente replicato: “Avrei preferito il silenzio”. Da un lato niente di nuovo: ogni volta che Berlusconi parla, Fini preferirebbe che tacesse. Ma questa volta c’è qualcosa in più che vale la pena di notare.

Un precedente

Quando Cossiga firmò un decreto di Martelli contro una sentenza

di Giovanni Formicola
| 07 Febbraio 2009

Nel lontano 1991 - ma la Costituzione vigente era la stessa, proprio la stessa - la supema Corte di Cassazione stabilì con sentenza, all'esito di tutti i relativi gradi di giudizio, che erano decorsi i termini massimi di custodia cautelare per una quarantina d'imputati per reati di mafia, e che quindi costoro dovessero essere scarcerati.

Decreto-Eluana

Con tutto il rispetto è Napolitano a sbagliare non Berlusconi

di Giancarlo Loquenzi
| 07 Febbraio 2009

Questo è un editoriale sulle regole e non su Eluana o Beppino, quindi mettete da parte insulti e maledizioni almeno fino ad aver letto l’ultima riga. Oggi tutti i giornali – con tutti i loro opinionisti in gran spolvero – ci raccontano dell’immensa ferita che Berlusconi avrebbe inflitto alla democrazia, ci spiegano la sua sconfinata arroganza, e il suo inaudito ardire nella sfida con Napolitano...

Estremi rimedi

Il decreto "Salva-Eluana" si può fare ma solo con l'accordo del Quirinale

di Nicolò Zanon
| 05 Febbraio 2009

Il decreto legge del governo è una soluzione per salvare Eluana ma perché abbia afficacia sono necessarie alcune condizioni: innanzi tutto che il Governo abbia la forza e la voglia di assumersi il rischio – politico e giuridico – di un nuovo conflitto con la magistratura, dato che sul caso specifico di Eluana c'è una sentenza in corso di esecuzione. Ma soprattutto occorrerebbe capire se il Capo dello Stato, alla fine, deciderà di firmarlo.

Fine vita

Neanche a Udine c'è qualcuno disposto a far morire Eluana

di Cristiana Vivenzio
| 16 Gennaio 2009

È passato più di un mese da quando la sentenza della Cassazione ha reso definitiva la sorte di Eluana e da quando il ministro Sacconi ha emanato un atto di indirizzo, che di fatto dichiarava illegale la sospensione di alimentazione e idratazione nelle strutture del sistema sanitario nazionale. Un mese durante il quale nulla è cambiato.

Odio il lunedì

Dopo Eluana tutti d'accordo: serve una legislazione anche per morire

di Gaetano Quagliariello
| 04 Agosto 2008

La vicenda di Eluana ha messo fine all'illusione che le vicende legate alla vita, alla morte e alla determinazione di quel sottile confine che le separa possano restare al di fuori della sfera pubblica. Ora lo sanno anche i laici e i cattolici più restii.

Procura di Milano contro la Corte d'Appello

Caso Englaro, oggi voto al Senato. Cassazione sotto accusa

di Federico Dollina
| 01 Agosto 2008

Lo straordinario incastro temporale tra il ricorso del Pg di Milano contro il decreto della Corte d'Appello su Eluana Englaro e le due tappe del percorso parlamentare che condurrà all'elevazione del conflitto di attribuzione contro la Cassazione da parte del Senato e della Camera, sembra aver ribaltato le carte in tavola. 

Scontro nel Pdl

Su Eluana gli opposti fondamentalismi non fanno i conti con la realtà

di Federico Dollina
| 25 Luglio 2008

Se appena un anno fa, quando a guidare il Paese c'era l'Unione con le sue drammatiche contraddizioni, una palla di vetro avesse mostrato quel che sta accadendo in Parlamento attorno al caso Englaro, sarebbe stato assai difficile dar credito al vaticinio, tanto lontana è la realtà dei fatti da ogni più sfrenata fantasia.