ARTICOLI

Fake-news

I giornalisti italiani e Trump, se continua così butto il tesserino

di Roberto Santoro
| 01 Febbraio 2017

Trump come Hitler, il top delle fake news in circolazione torna in prima serata tv.

Tutte le news

Mein Kampf in edicola, per Renzi e Boschi ogni scusa è buona pur di non affondare al ballottaggio

di Marco De Palma
| 12 Giugno 2016

Maria Elena Boschi strumentalizza la decisione del Giornale di pubblicare Mein Kampf di Hitler per recuperare qualche punto al ballottaggio di Milano.

Tutte le news

Brexit, Johnson: l'Ue ha gli stessi obiettivi di Hitler

di Marco De Palma
| 15 Maggio 2016

I "disastrosi" fallimenti di Bruxelles hanno alimentato le tensioni tra gli stati membri e permesso alla Germania di accrescere il proprio potere, di influire sull'economia italiana e di "distruggere" la Grecia, ha spiegato  l'ex sindaco di Londra 

Tutte le news

GB, è tensione tra i labour: l'ex sindaco di Londra sospeso per le dichiarazioni su Hitler

di Annalisa Guidi
| 01 Maggio 2016

Il segretario Corbyn sospende dal partito l'ex sindaco di Londra.

Dibattito su "The Donald"/ 3

Come trasformare Trump in Hitler in cinque minuti

di Roberto Santoro
| 10 Marzo 2016

Quando toccava a Obama, tutti a stracciarsi le vesti per gli assurdi paragoni con Hitler. Se invece bisogna mascariare il Don c'è la fila.

Scienza e potere

Anche lo scienziato, in quanto uomo, è dominato dal potere politico

di Michele Marsonet
| 12 Novembre 2012

Fino a che punto possono gli scienziati prendere le distanze nei confronti del potere? La responsabilità morale degli uomini di scienza non può essere separata dal problema del potere politico. Non v’è dubbio che si debba tracciare una distinzione tra le responsabilità dello studioso e quelle del politico. Ma le conoscenze non conferiscono allo scienziato diritti particolari negli affari pubblici. Allo stesso modo, non è tenuto a rispondere del buono o cattivo uso che la collettività farà del frutto dei suoi lavori: lo scienziato è responsabile soltanto del loro valore scientifico. 

Bufale "storiche" dalle Olimpiadi passate

Alle Olimpiadi di Berlino davvero Hitler si rifiutò di dare la mano a Owens?

di Giovanni Marizza
| 30 Luglio 2012

È tempo di Olimpiadi e con esse tornano a galla anche certe ben riuscite bufale. Ad esempio le Olimpiadi di Berlino, svoltesi nella prima metà di agosto del 1936, sono nell’immaginario collettivo quelle di Jesse Owens, l’atleta statunitense di colore a cui Hitler si rifiutò di stringere la mano. Nulla di più falso.
 

Una mostra senza tabù sul Führer

La Germania può fare i conti con Hitler perché oggi ha una nuova identità

di Ubaldo Villani Lubelli
| 17 Gennaio 2011

In Germania sta facendo discutere la mostra "Hitler e i tedeschi", la cui chiusura è stata prolungata di tre settimane per l'alto accesso di pubblico. Il senso del progetto è spiegare che Hitler non fu l'unico responsabile dei crimini nazisti: dietro di sé ebbe un intero popolo pronto a seguirlo. Da qui la grandezza morale e la capacità di rielaborazione storica di un popolo e di una classe dirigente che nel corso degli ultimi decenni è riuscita reinventarsi un’identità.

Un libro, un programma

Storia politica ed editoriale del Mein Kampf, la Bibbia dei nazisti

di Claudio Siniscalchi
| 23 Maggio 2010

Il nazionalsocialismo è stato una religione politica. Insieme al comunismo la più potente e devastante delle religioni secolarizzate del Novecento. E questa religione ha fatto costantemente ricorso ad un “testo sacro”, il “Mein Kampf”, scritto dal suo fondatore, Adolf Hitler. Il gerarca nazista Hermann Göring lo definì a ragione «la nostra Bibbia».

"Secret History of America"

Il vero pericolo per gli americani è studiare la Storia secondo Oliver Stone

di Alma Pantaleo
| 15 Gennaio 2010

Va bene essere sovversivi e andare controcorrente, ma quando si arriva a definire Stalin "un eroe" e Hitler "un capro espiatorio" allora si esagera tanto da cadere nel ridicolo. Esattamente la sorte toccata al regista Oliver Stone, tre volte premio Oscar, che ha deciso di riscrivere – a modo suo – la Storia americana. Per spiegare agli studenti del suo Paese che tutto il male viene dagli Stati Uniti.

Operazione Valchiria

Hitler non deve morire: il mancato colpo di Stato del 20 luglio 1944

di Vito Punzi
| 27 Luglio 2008

Con ottima tempestività rispetto alla ricorrenza è uscito libreria un appassionato pamphlet dedicato al fallito attentato a Adolf Hitler del 20 luglio 1944, la cosiddetta “Operazione Walkiria”, e al tentativo di colpo di Stato che sarebbe dovuto seguire.

La storia dei se

E' proprio vero che al nazismo non c'era alternativa?

di Vito Punzi
| 15 Giugno 2008

Troppo spesso il destino tragico della Repubblica di Weimar è stato dipinto come ineluttabile. Difficile trovare voci pronte a scommettere sulla possibilità che la storia avrebbe potuto prendere altre strade rispetto alla corsa nazista verso l’abisso della Seconda Guerra Mondiale. Difficile ma non impossibile.

Documenti

Il metropolita ortodosso che si affidò ad Hitler

di Vito Punzi
| 25 Maggio 2008

Nel 1936, Hitler riconobbe la Chiesa Russo-Ortodossa. L’intento era chiaro: attivare i circa 15.000 profughi russi contro il bolscevismo. Il regime nazista si presentò in quell’occasione tollerante ed aperto. E i russi-ortodossi pensarono di trovarvi una speranza di riscatto.

Ogni tempo ha il suo Faust

di Vito Punzi
| 13 Aprile 2008


A duecento anni, da quella Pasqua del 1808, in cui Johann Wolfgang Goethe, quasi sessantenne, pubblicò la prima parte della sua tragedia, il successo di Faust si rinnova continuamente. Il segno inequivocabile della modernità dell'opera dello scrittore tedesco.

Per i comunisti italiani Bush è peggio di Stalin

di Diego Randazzo
| 09 Novembre 2007

Nell’intervista rilasciata ieri ad Affari Italiani, l’eurodeputato del Pdci Marco Rizzo si spertica nell’elogio dell’Unione Sovietica, di Lenin e Stalin (giudicato migliore di Bush), giustificando lo sterminio di milioni di persone in nome della realizzazione del comunismo. Come se ce ne fosse ancora bisogno, il comunista Rizzo ha offerto a chi crede ancora alla favola del comunismo buono, del comunismo dal volto umano, la possibilità di ricredersi.

Tom Cruise e i guai di Scientology in Germania

di Bernd Bergmann
| 20 Luglio 2007


Il film “Valkyrie” con Tom Cruise ha incontrato diverse difficoltà già prima della sua produzione iniziata il 19 luglio. Il film è incentrato sul fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Le autorità hanno proibito l’uso dei luoghi originali a Berlino e la scelta di Tom Cruise per impersonare l’attentatore Graf von Stauffenberg è stata molto criticata per la sua appartenenza a Scientology.

George L. Mosse, vittima e giudice del nazismo

di Davide G. Bianchi
| 17 Giugno 2007


Emilio Gentile è l’autore de Il fascino del persecutore. George L. Mosse e la catastrofe dell’uomo moderno, biografia intellettuale dello studioso tedesco. Ebreo costretto alla fuga dalla Germania di Hitler, George L. Mosse ha dedicato la sua vita allo studio del nazismo e non si stancava di sottolineare come fosse necessario non solo condannare, ma anche capire quanto era accaduto. Come spiega chiaramente Emilio Gentile “Mosse è stato una vittima del nazismo che ha voluto conoscere da storico il suo persecutore”.