ARTICOLI

Tutte le news

OCSE, Sacconi: fare il contrario, detassare immobili

di Redazione
| 15 Febbraio 2017

"Noi dobbiamo fare il contrario di ciò che suggerisce l'Ocse: costringere i comuni entro tetti di tassazione più contenuti e ridurre il prelievo sulle transazioni".

yNCD, il blog

Fondi immobiliari e affitti d'oro, il rischio è scoraggiare investitori esteri

di Elisabetta Pero
| 14 Febbraio 2014

Benchè il DL Destinazione Italia abbia cercato di rendere più appetibile il nostro paese agli occhi degli investitori esteri (ampliamento asset cartolarizzabili, imposte sostitutive), come hanno scritto i giovani di
Youth_NCD nel loro blog, le questioni "recesso ad nutum" e liquidazione  fondi non vanno sicuramente ad incoraggiare ulteriormente gli investitori esteri.

Le misure (sbagliate) del governo Monti

La tassa sul mattone rischia di far sparire tutto il ceto medio

di Francesco Forte
| 26 Gennaio 2012

Negli ultimi tre anni, ci informa uno studio della Banca di Italia, la concentrazione della ricchezza è aumentata di parecchio, dando luogo a nuovi squilibri sociali. Nel 2008 il 10 per cento delle famiglie italiane più abbienti possedeva il 40 per cento della ricchezza: attualmente la sua quota è aumentata al 45%. Se questa quota aumenta, vuol dire anche che il ceto medio si sta impoverendo. Il governo Monti farebbe bene a tenerne conto. (Tratto da Il Giornale)

 

 

I soliti attacchi alla Chiesa

Chi parla di "vergogna dell'Ici" dimostra solo di essere in malafede

di Marco Tarquinio
| 08 Dicembre 2011

C’ è un fantasma che s’aggira per l’Italia. Il fantasma dell’Ici "non pagata" dalla Chiesa cattolica sulle attività a fini di lucro che si svolgono all’ombra dei campanili. Il fanta­sma che sarebbe figlio di un’ingiusta esenzione di legge. Si tratta della solita campagna di mistificazione di chi intende colpire la Chiesa e il mondo non profit. Questo è la vera "vergona dell'Ici". (Tratto da Avvenire)

Perché vendere il patrimonio pubblico

Usiamo gli immobili per ridurre il debito

di Alberto Mingardi**
| 15 Luglio 2011

Caro direttore, in una congiuntura preoccupante come quella che stiamo vivendo, servono strategie coraggiose, come da lei auspicato. Coraggioso sarebbe un impegno esplicito di tutte le forze politiche a mantenere invariati i saldi della manovra presentata dall'attuale governo, indipendentemente da ciò che avverrà nei prossimi mesi. In questo quadro servono iniziative per ridurre debito e spesa, e che possano creare certezza, seguendo una tabella di marcia trasparente e dando chiari segnali ai mercati.(tratto dal Corriere della Sera)

Perché vendere il patrimonio pubblico

Usiamo gli immobili per ridurre il debito

di Francesco Valli***
| 15 Luglio 2011

Caro direttore, in una congiuntura preoccupante come quella che stiamo vivendo, servono strategie coraggiose, come da lei auspicato. Coraggioso sarebbe un impegno esplicito di tutte le forze politiche a mantenere invariati i saldi della manovra presentata dall'attuale governo, indipendentemente da ciò che avverrà nei prossimi mesi. In questo quadro servono iniziative per ridurre debito e spesa, e che possano creare certezza, seguendo una tabella di marcia trasparente e dando chiari segnali ai mercati.(tratto dal Corriere della Sera)

Perché vendere il patrimonio pubblico

Usiamo gli immobili per ridurre il debito

di Linda Lanzillotta*
| 15 Luglio 2011

Caro direttore, in una congiuntura preoccupante come quella che stiamo vivendo, servono strategie coraggiose, come da lei auspicato. Coraggioso sarebbe un impegno esplicito di tutte le forze politiche a mantenere invariati i saldi della manovra presentata dall'attuale governo, indipendentemente da ciò che avverrà nei prossimi mesi. In questo quadro servono iniziative per ridurre debito e spesa, e che possano creare certezza, seguendo una tabella di marcia trasparente e dando chiari segnali ai mercati.(tratto dal Corriere della Sera)