ARTICOLI

Chiedete a Puccini se la "Fanciulla del West" è del sesso debole

di Giuseppe Pennisi
| 20 Aprile 2008


Troppo semplicistico rappresentare le protagoniste femminili dell'opera come il punto debole di tutta la messinscena. Puccini non aveva dubbi su chi davvero porta i pantaloni.

L'opera del mendicante e l'Italia di Veltroni

di Giuseppe Pennisi
| 06 Aprile 2008

La sera del 29 marzo, alla “prima” del nuovo allestimento di “L’Opera del medicante”, il Sindaco di Bologna, Sergio Cofferati, noto melomane, sedeva nella fila d’onore del Teatro Duse ma non aveva il volto particolarmente divertito...

La rivincita delle provinciali, sulle note di Donizetti

di Giuseppe Pennisi
| 16 Dicembre 2007


E se l’opera rinascesse in provincia? In molte città della provincia italiana si sono avviate iniziative poco note ma ben promettenti. Nuovi circuiti teatrali che nascono per fare sinergie e esportare spettacoli. Una di queste è il circuito creato nelle Marche e che proprio in queste settimane sta mandando in scena la Lucia di Lammermoor di Donizetti.

Tra polemiche e star, alla Scala va di scena Richard Wagner

di Giuseppe Pennisi
| 09 Dicembre 2007


Tra polemiche, suspense e messe in scena velleitarie la Scala di Milano ha inaugurato la sua stagione lirica col  “Tristan und Isolde” di Richard Wagner. Una stagione che promette bene e fa pensare - anche se non fino in fondo - che il periodo nero del teatro milanese sia stato lasciato alle spalle.

In Russia un piccolo teatro privato sfida il Bolshoj e vince

di Giuseppe Pennisi
| 02 Dicembre 2007


Se l’inaugurazione della Scala la sera di Sant’Ambrogio rischia di saltare, se lo sciopero delle maestranze non trova soluzione,  a Catania sbarca la moscovita Helikon Opera con “La fidanzata dello Zar” di Nicolaj Rimsky-Korsakov. E’ un teatro puramente privato che 18 anni fa ha lanciato una sfida al polveroso Bolshoj.

La lirica calca i palcoscenici. Ma delle sale cinematografiche

di Giuseppe Pennisi
| 21 Ottobre 2007


La vita non è soltanto meravigliosa ma anche paradossale. Proprio mentre nel Parco della Musica di Roma (luogo creato per la musica alta) si delira per la veltroniana Festa del Cinema, una cinquantina di sale cinematografiche (in gran parte di provincia) viene "salvata" grazie all’opera lirica. 

Se l'opera lirica si affida al mercato

di Giuseppe Pennisi
| 08 Ottobre 2007

Mentre si metteva a punto la legge finanziaria, al ministero dei Beni e delle Attività Culturali si discuteva animatamente se e come introdurre incentivi alla maggiore economicità nella gestione dei teatri lirici. Ci si proponeva di favorire un meccanismo di premialità: i teatri che chiudono i bilanci in pareggio od in utile dovrebbero ricevere un premio per programmare stagioni più ricche nel futuro. Ma nel nostro “orientamento quotidiano” abbiamo visto come non è necessario chiudere i bilanci consuntivi in passivo (e correre da Pantalone in cerca di aiuto) per fare buona lirica.

Salviamo la Norma da una messa in scena tibetana e un po' nazista

di Giuseppe Pennisi
| 05 Agosto 2007

Chi dall'estero critica i nostri registi lirici potrebbe trovare una parziale conferma ai propri giudizi assistendo alla Norma messa in scena a Macerata in questi giorni. Una rappresentazione sotto il profilo musicale da ricordare tra le migliori ascoltate in questi ultimi anni. Anche se i problemi seri vengono con le scene, i costumi e la regia.

Lirica: solo in Italia alla fine paga Pantalone

di Giuseppe Pennisi
| 08 Luglio 2007


Questa estate, secondo il periodico “L’Opera”, in Italia sono in programma 42 festival di musica lirica: da quello di Abano Terme a quello di Volterra, in rigoroso ordine alfabetico. Molti sono di piccola portata. Altri sono vecchie cariatidi. Altri ancora cercano di rinnovarsi attorno a temi specifici e di contenere i costi. In varia misura, comunque, tutti i 42 festival sono supportati dal finanziamento pubblico. Uno spreco di risorse e opportunità, come insegnano i cugini d'Oltralpe.