ARTICOLI

Tiggì divertenti

Tutti a Como contro i pericolosi fascisti mentre gli innocui No-Tav scatenano la guerra

di Assuntina Morresi
| 10 Dicembre 2017

I telegiornali raccontano che in Italia c’è un grande pericolo fascista, tanto che la sinistra si è ritrovata a Como per sfilare in segno di protesta. Intanto quei "bravi ragazzi" dei centri sociali e del movimento No-Tav tirano sassi e bombe carta alla polizia che si difende in assetto da guerra. 

Tutte le news

No Tav, il M5S dice ancora No. Foietta: "Da Appendino un rifiuto fuori dalla realtà"

di Simona Sorrentini
| 02 Dicembre 2016

La Appendino fa uscire Torino dall'Osservatorio sulla linea ad alta velocità. Il bis dello stop a Roma 2024,

Tutte le news

Torino, "pasionaria No tav" evade dai domiciliari per andare a sit-in

di Raffaella Cantoni
| 03 Novembre 2016

Nicoletta Dosio, che rivendica il suo non rispettare gli obblighi dell'autorità giudiziaria, era davanti al Tribunale con una cinquantina di manifestanti. Portata in Questura.

Tutte le news

Alessandria: scontri fra NO Terzo Valico e Forze dell'ordine. "Date i soldi ai terremotati"

di Marco De Palma
| 30 Ottobre 2016

Tensioni ad Alessandria tra i “No Terzo Valico” e le forze dell'ordine. Un centinaio di manifestanti hanno bloccato gli accessi al Centogrigio Sport Village.

Tutte le News

Grillo e la baita No Tav, Beppe concilia per 103 euro

di Pino Scanzi
| 21 Febbraio 2014

L'avvocato che difende Grillo dalla accusa di aver violato i sigilli della Baita del Cantiere di Chiomonte in Val Di Susa fa sapere che Beppe Caciara è pronto a sborsare un centone, 103 euro per amor di precisione, per "risolvere la sua posizione" nel caso di condanna a 9 mesi come richiesto dalla accusa. Nei giorni scorsi Grillo faceva il galletto agitando le manette sul blog e dicendosi sereno perché nove mesi in galera passano presto. Col cavolo.

Seguendo lo streaming

Renzi poteva chiedere a Grillo dei Tribunali rivoluzionari No Tav

di Pino Scanzi
| 20 Febbraio 2014

Oggi Beppe Grillo nello streming con il premier incaricato Matteo Renzi ha citato la battaglia dei No Tav come un esempio del conservatorismo M5S. Ecco, Renzi, invece di perder tempo a spiegare il suo programma a Grillo, che erà lì solo per fare campagna elettorale, avrebbe potuto fare al capocomico una bella domanda: che ne pensi caro Beppe del maxiprocesso, dei Noa e dei tribunali rivoluzionari No Tav?

Seguendo la stampa

No Tav, Grillo nei guai ma al Fatto si parla d'altro

di Pino Scanzi
| 08 Febbraio 2014

Nuova grana giudiziaria per Beppe Grillo che rischia una condanna a 9 mesi di reclusione per la violazione dei sigilli della Baita Clarea avvenuta nel 2010 con i No Tav. Intanto altre procure valutano se indagare il capocomico per "istigazione di militari a disobbedire alle leggi". Del resto la storia giudiziaria di Grillo è bella lunga, ma la voce delle procure, il Fatto Quotidiano (online), oggi parla di Sochi.

Sinistra alla frutta

Caro De Gregori arrivi tardi, la sinistra in cui credevi è finita

di Elena de Giorgio
| 01 Agosto 2013

Francesco De Gregori arriva tardi. Nella "clamorosa" intervista rilasciata ad Corriere della Sera, dopo anni di lontananza dalla politica, il cantautore non dice niente di nuovo a chi ha mollato da tempo una sinistra senza identità. Unita dall'antiberlusconismo e divisa su tutto il resto.

L'energia corre via

Dai “No-Triv” alle Biomasse, quel partito dei NO che impedisce la crescita

di Bernardino Ferrero
| 09 Aprile 2013

Sapevamo che in Italia si rischia la scomunica parlando di estrazioni petrolifere. Adesso scopriamo che sul banco degli imputati sono finite anche le biomasse. NO al nucleare, NO all’oro nero, NO al “petrolio verde”. Davanti a questa malintesa idea di ambientalismo si comprende come mai il nostro Paese non cresca più.

Radiato subito

Quel sindaco comunista che ruppe con i No-Tav

di Roberto Santoro
| 18 Aprile 2012

Questo è un pezzo che andava scritto da tempo e l'occasione viene dalla storia di Ezio Paini, sindaco comunista di Giaglione, paesino savoiardo sulla rotta che porta al cantiere dell'Alta velocità di Chiomonte. E' una storia sui "valori non negoziabili" di una sinistra che non esiste più. Una sinistra che non marcia a braccetto dei duri No-Tav.

L'uovo di giornata

L'horror vacui "da cattivo" colpisce ancora

di Alma Pantaleo
| 01 Marzo 2012

Noi italiani siamo fatti così: siamo culturalmente predisposti alle semplificazioni, soprattutto se si tratta di fare la divisione tra buoni e cattivi. Ruoli che siamo anche molto bravi a estremizzare, vedi l'ormai famoso dualismo Schettino-De Falco. Un esempio pratico di questa teoria antropologicamente tutta nostra ci viene fornito dall’editoriale di Cinzia Leone sul Riformista di oggi.

La battaglia della Val di Susa

Le istituzioni difendano la Tav e la dignità di chi passa per "pecorella"

di Eugenio Del Vecchio
| 01 Marzo 2012

Al di là di facili beatificazioni, che sia realmente d'esempio il comportamento tenuto dal carabiniere pesantemente provocato dal militante No Tav Marco Bruno. Le istituzioni siano ferme e non si lascino intimorire da una minoranza di violenti. I lavori nei cantieri devono comunque proseguire, altrimenti saremmo di fronte ad una vera e propria resa.

Le manifestazioni si estendono in tutta Italia

Non si ferma la protesta No-Tav: auto in fiamme e blocchi stradali

di Eugenio Del Vecchio
| 28 Febbraio 2012

Resta ancora molto alta la tensione in Val di Susa dopo gli incendi delle auto degli attivisti No - Tav avvenuti questa notte nei pressi di Chianocco. Proseguono senza sosta i blocchi sull'Autostrada A-32 Torino - Bardonecchia e sulla statale 25 del Moncenisio. Manifestazioni di 'solidarietà' in tutta Italia.

Il No Tav in coma farmacologico

La domanda da farsi non è "Luca se l'è cercata?" ma perché lo ha fatto

di Roberto Santoro
| 27 Febbraio 2012

Luca Abbà, 37 anni, ieri è salito su un traliccio dell'alta tensione per protestare contro la Tav, la linea ferroviaria Torino-Lione. E' rimasto fulminato dalla corrente elettrica, è caduto da oltre 10 metri di altezza, è finito in coma farmacologico. Cosa lo ha spinto ad un gesto così estremo?

Il "pacchetto" per l'ordine pubblico di Maroni

L'autunno rischia di essere "caldo" così il governo dichiara guerra ai violenti

di Alma Pantaleo
| 20 Ottobre 2011

Dopo le macchine in fiamme e la pioggia di sampietrini, dopo il circolare di cifre discordanti (1.6, 5, 2.5 milioni di euro) sull’ammontare dei danni di quello che molti hanno denominato il “Sacco di Roma”, dopo 13 arresti fra i Black bloc e chi con volto coperto e spranghe di ferro ha devastato la Capitale sabato scorso, il governo lancia la linea dura sull’ordine pubblico, perché quella “inedita forma di terrorismo urbano”, progettata da “3mila delinquenti incappucciati” pronti a replicare il G8 di Genova, non si ripeta.

Dopo gli scontri tra polizia e manifestanti

Val di Susa, aperto il cantiere della Tav

di Paolo di Mauro
| 27 Giugno 2011

È stato aperto il cantiere per la realizzazione del primo tratto della Tav Torino-Lione, dopo che le autorità di Polizia avevano consegnato alla ditta interessata l'area nei pressi della Maddalena di Chiomonte (Torino). Stamattina la polizia aveva occupato la zona dove manifestanti No Tav avevano organizzato un presidio per tentare di contrastare l'inizio dei lavori. Negli scontri sono rimasti feriti 28 agenti, di cui cinque portati all'ospedale, e quattro manifestanti, in modo non grave.