ARTICOLI

Quello che interessa a Renzi è vincere il referendum

"Dàlli alla sindaca!". Il Pd, i giochi e Roma

di Elena de Giorgio
| 22 Settembre 2016

Premessa: siamo per le Olimpiadi a Roma. Ma l'attacco alla Raggi è così completo, così palesemente strumentale e servile, che non possiamo fare a meno di dissociarci.

Tutte le news

Olimpiadi, la Raggi tiene già pronto il 'no' e non si presenta all'incontro con Malagò

di Raffaella Cantoni
| 21 Settembre 2016

Il numero uno del Coni era arrivato alle 14.30 in Campidoglio per incontrare la prima cittadina, ma non si è presentato nessuno.

Tutte le news

Raggi stretta tra nomine e Olimpiadi, Di Battista: "Governare Roma più difficile che guidare Paese"

di Marco De Palma
| 17 Settembre 2016

Martedì Virginia Raggi torna in Aula al Comune di Roma. Sul tavolo la nomina del nuovo assessore al bilancio e la decisione sulle Olimpiadi.

Tutte le news

Olimpiadi, Grillo anticipa la Raggi: "Roma 2014, no grazie!"

di Annalisa Guidi
| 09 Settembre 2016

Il leader anticipa Virginia Raggi. E il fedelissimo della Casaleggio associati attacca la sindaca: "I media non c'entrano, a Roma non va. Spero non perda il simbolo".

Tutte le news

Olimpiadi, il governo ha il piano 'b': se la Raggi dice no per Roma, c'è Milano. Intanto si aspetta l'incontro con Malagò

di Annalisa Guidi
| 29 Agosto 2016

Uscita pubblica della prima cittadina della capitale. "Per i Giochi tutto rinviato all'incontro con il presidente del Coni dopo l'estate. Nessun mal di pancia nel Movimento per gli incarichi e persone dello staff pagate il giusto. La metropolitana deve arrivare al Colosseo poi capiremo cosa fare".

Tutte le news

Boschi: l'Italicum non si tocca. A Roma è scontro sulle olimpiadi

di Marco De Palma
| 14 Giugno 2016

Boschi: non cambieremo l'Italicum. A Roma, scontro Giachetti Raggi sulle Olimpiadi.

Piazza Rossa

Godiamoci Sochi senza gufare

di Roberto Santoro
| 07 Febbraio 2014

Prendono il via le Olimpiadi invernali di Sochi in Russia e la stampa occidentale fa incetta di storie a sfondo corruzione, delle persecuzioni contro i gay (4 arresti), dei dentifrici-bomba negli aerei e del pericolo terrorismo, sottolineando anche il più piccolo inconveniente della vetrina scelta da Putin per rilanciare la potenza del Cremlino. Non sarà che l'Occidente sta gufando un po' troppo?

Non solo Londra

Le gare più significative delle (p)olimpiadi italiche

di Giovanni Marizza
| 09 Agosto 2012

L’entusiasmo degli spettatori è salito alle stelle quando la squadra dei politici italiani di ieri e di oggi ha fatto il suo ingresso in campo guidata dal portabarbera Giuseppe Saragat. Sono le Polimpiadi italiche, che per due settimane hanno dato vita a uno spettacolo unico. Ecco una sintesi delle gare più significative.

Il mea culpa sul doping

Alex Schwazer: quando il "suicidio" del campione è la rinascita dell'uomo

di Andrea Andrei
| 08 Agosto 2012

“Non ci si può fermare a ventitré anni, dopo aver vinto un’Olimpiade”. No, le parole di Alex Schwazer in conferenza stampa non sono quelle di chi vuol fare la vittima. Sono parole di autentica disperazione. Parole di chi, oltre al lavoro e a buona parte della sua vita, ha perso la passione. Perché se non ce la fai, o sei abbastanza forte da mollare in tempo, uscendo tra i fischi, oppure vai incontro all’autodistruzione. E la sua colpa più grande è stata di non aver saputo gettare la spugna.

L'inquietante legame siriano-libanese

Hezbollah offre aiuto al raìs traballante

di Fiamma Nirenstein
| 06 Agosto 2012

Uno dei mantra mediorientali è la necessità di conservare la pace nel Paese dei Cedri, il Libano. Ma la stabilità del Libano è un castello al cui interno sono già penetrati i guerrieri più sovversivi, gli Hezbollah, la milizia sciita filo-iraniana, custode degli interessi della Siria di Assad, che a sua volta li ha rimpinzati di armi. (tratto da Il Giornale)

Gli atleti israeliani morti nel '72 gettati nell'oblio

Male ha fatto il CIO a non ricordare il massacro delle Olimpiadi di Monaco

di F.N.
| 02 Agosto 2012

Su ogni Olimpiade che si apre si addensa tutto il secolo, sempre. Le pulsioni e gli umori, e non i migliori, del momento si posano sui suoi fragili pavesi, sulla sua retorica universalista e pacifista. Come oggi assistiamo a quella che Giuseppe De Bellis ha definito “le Olimpiadi islamiche”, così abbiamo visto le olimpiadi naziste del 1936, quelle comuniste nel 1980, quelle cinesi-autoritarie del 2008. Nel 1972, fu l’anno delle Olimpiadi terroriste.

Figli e figliastri olimpici

Elogio degli 'eroi per un giorno', straordinari atleti senza copertina

di Ezio Bussoletti
| 01 Agosto 2012

Tiro all’arco, carabina, canoa, judo, scherma sino ad oggi. Qui primeggiamo rispettati da tutti e misconosciuti in patria naturalmente. Nella scherma femminile abbiamo addirittura umiliato le altre nazioni arrivando nei primi tre posti del fioretto. In tutti questi casi non si è sentito parlare di attività sessuali né di consumo di preservativi, ma soltanto di sofferenza, di sforzo, di continuità e serietà.

L'uovo di giornata

Le ielle olimpiche di "TutanCameron"

di Alma Pantaleo
| 01 Agosto 2012

Niente medaglie. Tutti addosso a David Cameron. Con la spettacolare cerimonia di venerdì scorso allo stadio di Stratford sembravano finite le grane, tra falle nella sicurezza e polemiche sui costi e i privilegi per gli sponsor, per la preparazione di Londra ai Giochi olimpici. E invece, a soli quattro giorni dall’inaugurazione, per gli inglesi si è già tragicamente aperto un nuovo, sfortunato, capitolo di queste Olimpiadi 2012: la sfiga. L’‘uccellaccio del malaugurio’ sarebbe, per i più, il primo ministro “TutanCameron” – ribattezzato così dai giornali d’Oltremanica – reo, con la sua presenza sugli spalti, di aver portato iella agli atleti inglesi che fin’ora hanno collezionato solo sconfitte, facendosi scalzare da tutti nel medagliere.

Bufale "storiche" dalle Olimpiadi passate

Alle Olimpiadi di Berlino davvero Hitler si rifiutò di dare la mano a Owens?

di Giovanni Marizza
| 30 Luglio 2012

È tempo di Olimpiadi e con esse tornano a galla anche certe ben riuscite bufale. Ad esempio le Olimpiadi di Berlino, svoltesi nella prima metà di agosto del 1936, sono nell’immaginario collettivo quelle di Jesse Owens, l’atleta statunitense di colore a cui Hitler si rifiutò di stringere la mano. Nulla di più falso.
 

La terza edizione dei Giochi "made in Uk"

Tra polemiche e sfide, Londra accende il braciere delle Olimpiadi 2012

di Alma Pantaleo
| 26 Luglio 2012

Millenovecentootto, 1948, 2012. Ci (ri)siamo. Tra qualche ora la torcia trasportata da 8.000 teodofori accenderà il braciere dello stadio olimpico di Stratford, dopo 70 giorni di viaggio. Londra si prepara, così, per la terza volta nella sua storia ad ospitare i Giochi Olimpici. Per molti, però, “one Olympics too many”: Londra non aveva bisogno, in questa fase storica, di un’altra Olimpiadi.

A poco più di un mese dall'inizio dei Giochi

Quell'inspiegabile no al minuto di silenzio per le vittime di Monaco '72

di Eugenio Del Vecchio
| 14 Giugno 2012

Attraverso l’interposizione del vice ministro degli Esteri israeliano, Danny Ayalon, al Comitato olimpico internazionale (Cio) era giunta la semplice richiesta di due vedove degli uccisi – Ankie Spitzer, vedova dell’allenatore di scherma Andrei Spitzer, e Ilana Romano, vedova del sollevatore di pesi Yossef Romano: un minuto di silenzio durante la cerimonia d’apertura dei Giochi olimpici di Londra. Incredibile ma vero, il Cio non ha concesso il suo benestare.

Ansia alle stelle dopo le minacce del Fai

Londra, le Olimpiadi e quell'esasperata "paura del terrorismo"

di Alma Pantaleo
| 29 Maggio 2012

Sulla torcia olimpica di Londra soffia il vento del terrore. Anzi, del terrorismo. Oltre all’onnipresente spauracchio che gli eredi di Osama Bin Laden colgano l’occasione dei Giochi per portare alla ribalta internazionale e mediatica l’immagine di Al Qaeda, in queste ore c’è un altro fantasma che disturba il sonno dei londinesi: il Fai.

Un paese che va al contrario

Il 'caso Olimpiadi' dimostra che in Italia non c'è più visione del futuro

di Rodolfo Bastianelli
| 15 Febbraio 2012

E’ così anche le Olimpiadi finiscono in archivio. Il governo ha detto no alla possibilità che Roma ospiti i giochi del 2020, un gesto motivato dal fatto che l’organizzazione rischia di gravare troppo sui conti pubblici e, forse, di essere inquinata anche da episodi di malaffare e corruzione. Probabilmente ha ragione. Resta però il fatto che in Italia ormai si è incapaci di guardare avanti e di avere una visione positiva del futuro.

Benedetta Roma

Le Olimpiadi a Roma sarebbero state per l’Italia una vittoria di Pirro

di Benedetto Marcucci
| 14 Febbraio 2012

La decisione del Governo Monti sulla candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2020 ne conferma il realismo e la serietà. Più degli eventuali benefici economici che, secondo molti, ne sarebbero potuti derivare, hanno pesato considerazioni economiche e, soprattutto, i rischi evidenti di un’eventuale bocciatura, sia per il prestigio del Paese, sia per il bilancio dello Stato. E’ ovvio pensare alla Grecia, passata da un malriposto trionfalismo su Atene 2004 a un amaro risveglio di cui tutti paghiamo le conseguenze.

La sfida per le Olimpiadi

Con gli Stati generali la Roma di Alemanno prova a ripartire

di Michele Ruschioni
| 24 Febbraio 2011

Gli Stati generali della città di Roma convocati da Gianni Alemanno, rappresentano un’ottima opportunità sotto molti punti di vista. Gli oltre duecento progetti illustrati possono rilanciare l’azione governativa del sindaco e modificare realmente il volto della Capitale. Mancano due anni e qualche mese al termine del mandato: se almeno una parte di tutte le iniziative enunciate vedranno la luce, Alemanno avrà tutte le ragioni per chiedere nuovamente la fiducia ai romani.