ARTICOLI

Giorno di Festa

Grasso: mi si nota di più se faccio l’istituzionale o il teppista politico?

di Lodovico Festa
| 29 Novembre 2017

Anche una persona come Pietro Grasso che ha avuto meriti importanti nella lotta alla mafia si butta via inseguendo ora battute da politicante di quarta ora ridicole “pose istituzionali”.

Giorno di Festa

Mamma mia! La sinistra è nel magma fino al collo!

di Lodovico Festa
| 24 Novembre 2017

Un uomo diventato abbastanza saggio (anzi “molto saggio”, rispetto al panorama esistente) dice sullo stato attuale della sinistra: “Bisogna vedere se è un magma iniziale o finale” così Luciano Violante alla Repubblica del 15 novembre. Finale o iniziale, comunque è magma.

Coalizione fantaulivista

Per Renzi un Ulivo sempre più bonsai

di Carlo Mascio
| 22 Novembre 2017

Entusiasmi renziani a parte, sembra proprio che la nuova lista che dovrebbe nascere a fianco del Pd, più che ad un nuovo Ulivo assomiglia tanto ad una misera olivetta, persa in un cocktail poco riuscito. 

Censura

Toscana, quando l'antifascismo diventa un bavaglio

di Renato Tamburrini
| 13 Novembre 2017

Il gruppo consiliare Pd in Regione ha presentato una mozione con lo scopo di impegnare la presidenza a “vietare l’utilizzo di sale e spazi all’interno delle sedi del Consiglio regionale per le associazioni o manifestazioni che si richiamano al fascismo o che abbiano orientamenti razzisti, xenofobi, antisemiti, omofobi e, in generale, discriminatori". Con una dimenticanza importante: alla fine, chi decide? 

Giorno di Festa

Se Trump viene contestato anche quando cerca la pace

di Lodovico Festa
| 08 Novembre 2017

Nonostante Trump abbia messo in chiaro la disponibilità a trattare con Kim Jong Un, è stato ugualmente contestato da proteste pacifiste sottolineate con soddisfazione dai giornaloni. 

L'Isola al centrodestra

Musumeci presidente con il 40%, in Sicilia vince il centrodestra unito

di Carlo Mascio
| 06 Novembre 2017

Vince Musumeci sfiorando il 40% seguito da Cancelleri il 34,7%. Il candidato del Pd Fabrizio Micari invece si ferma al 18,7%, Claudio Fava scende al 6,1 e Salvo La Rosa non va oltre lo 0,7%. Il centrodestra unito conquista la Regione Sicilia. 

Giorno di Festa

Le democrazie occidentali saranno per sempre democratiche e occidentali?

di Lodovico Festa
| 03 Novembre 2017

 “Il grande problema delle democrazie occidentali in questa fase storica è costruire argini contro gli assalti alla diligenza” scrive Angelo Panebianco sul Corriere della Sera del 29 ottobre. E’ senza dubbio un grande problema per le democrazie occidentali, ma credo ve ne sia uno ancora superiore...

Il Rosatellum è legge

Abbiamo una nuova legge elettorale: e adesso andiamo a votare!

di Elena de Giorgio
| 26 Ottobre 2017

Il Rosatellum passa in mezzo alle polemiche, con gesti più o meno clamorosi in aula e fuori, insulti e grida d’allarme per la democrazia, un intervento notevole del senatore Verdini e l'uscita, ancora misteriosa, del Presidente Grasso dal Pd. 

Renzi style

#ViscoStaiSereno

di Carlo Mascio
| 19 Ottobre 2017

La “mozione di sfiducia” presentata in Parlamento dal Pd nei confronti del primo inquilino di Bankitalia è una forzatura istituzionale senza precedenti, che ha provocato l’irritazione del Colle, lo smarrimento del povero Gentiloni e lo sdegno di un furibondo Padoan. Obiettivo? Fare di Visco il capro espiatorio dei crac bancari che hanno offuscato l'immagine dell'ex premier. Ma, ormai, operazioni come queste riescono ad illudere solo gli “amici” del #TrenoPd. 

Giorno di Festa

Ma chi grida contro il Rosatellum, dov'era all'epoca dell'Italicum e del Tedeschellum?

di Lodovico Festa
| 11 Ottobre 2017

Pierluigi Bersani dov'era quando si fece una legge elettorale che non prevedeva un sistema per il Senato perché questo sarebbe stato trasformato da una legge poi abrogata dal referendum? I grillini dove erano quando Pd e Forza Italia tentarono di far approvare quella pur mediocre legge che era il cosiddetto tedeschellum?

Spunta l'appello dei professori universitari

Lo ius soli e la sinistra, alla fiera del politicamente corretto

di Eugenio Capozzi
| 09 Ottobre 2017

Cosa deve significare la cittadinanza nazionale in un paese occidentale nell'epoca della globalizzazione? Cosa significa "essere italiani"? 

Nozze con chi?

Mdp-Pisapia, quel matrimonio che non s’ha da fare

di Carlo Mascio
| 07 Ottobre 2017

Diciamoci la verità: tra Pisapia e Mdp l’amore non è mai sbocciato. Gli ex Pd hanno fatto di tutto per incoronare il buon Giuliano leader della nuova “cosa” che dovrebbe nascere a sinistra, ma l’ex sindaco di Milano ha trovato quasi sempre vie di fuga pur di non rimanere intrappolato nell’abbraccio dei compagni di Articolo 1. E forse le ultime divergenze sul Def hanno segnato l’avvio delle grandi manovre dello “sganciamento pisapiano”, a maggior ragione dopo l’apertura di Renzi ad una “coalizione ampia di centrosinistra” annunciata proprio ieri nella Direzione Pd, che di fatto equivale ad un vero “invito a nozze". 

Ex Pd nel mirino

D'Alema, il Def e il piano renziano per far fuori i "fuoriusciti" di sinistra con la legge elettorale

di Carlo Mascio
| 04 Ottobre 2017

D'Alema (almeno per una volta) non c'entra niente. È Renzi che, portando avanti una legge elettorale (il Rosatellum 2.0) che penalizza non poco gli scissionisti Mdp, ha provocato l'ennesima spaccatura con gli ex Dem ai quali però il Pd, per assurdo, chiede di continuare a sostenere il governo e la manovra economica. Richiesta, ovviamente, rispedita al mittente con l'uscita di Mdp dalla maggioranza. 

Dati Istat

Se il Jobs Act funziona solo d'estate

di Carlo Mascio
| 03 Ottobre 2017

Secondo l'Istat, ad agosto la disoccupazione è calata dell 0,2% grazie all'aumento di contratti a termine che, soprattutto durante la stagione balneare, in genere registrano un trend positivo. Renzi esulta ma l'aumento dei contratti stabili promessi con il Jobs Act per ora si vede solo con il binocolo. 

Affanno Dem

Codice antimafia, l’ennesima mancetta Pd per non perdere consensi (rincorrendo i 5 Stelle)

di Bernardino Ferrero
| 29 Settembre 2017

Con il nuovo Codice Antimafia, mettendo corrotti, stalker e terroristi sullo stesso piano dei mafiosi, basterà anche una semplice accusa per far scattare il sequestro preventivo di tutti i beni. Per gli esperti produrrà solo danni, ma il Pd tira dritto pur di poter gridare "abbiamo combattuto la corruzione", continuando così l'eterna rincorsa ai 5 Stelle (che fino ad ora non ha portato bene).  

Matchpoint

Centrodestra unito con qualsiasi legge elettorale: ecco lo scacco matto a Renzi (e al M5S)

di Carlo Mascio
| 22 Settembre 2017

Le forze di centrodestra hanno un vero matchpoint tra le mani: solo se decidono di andare unite in ogni caso (coalizione o listone unico che sia), potranno costringere Renzi a rimettere mano alla legge elettorale. Altrimenti, finiranno per fare il gioco del segretario Dem, ovvero andare al voto con l'attuale legge. Che significa, con ogni probabilità, andare incontro ad un "caos istituzionale". 

Mozione in Senato

Sulle banche Idea "costringe" il governo a tutelare i risparmiatori truffati

di Bernardino Ferrero
| 19 Settembre 2017

Fino ad ora, il governo aveva sempre tergiversato sulle due richieste contenute nella mozione di Idea, ovvero sulla possibilità di poter rimborsare quei risparmiatori rimasti a secco a seguito dei fallimenti bancari, e, soprattutto, sull’ipotesi di accertare con maggiore chiarezza le responsabilità degli amministratori, prevedendo le relative pene. Ora invece non può più fare finta di niente. 

Tra Pd e Mdp

L'eterna indecisione del "renziano" Pisapia

di Bernardino Ferrero
| 09 Settembre 2017

Da dove viene questa eterna indecisione dell’ex sindaco di Milano? La risposta probabilmente sta nel fatto che Pisapia, checché ne dicano i compagni di Mdp, è in fin dei conti un renziano nel cuore. Che, per giunta, sta recitando un ruolo non suo.

Questione di prospettiva

E Minniti diventa popolare ribaltando le politiche di Renzi

di Carlo Mascio
| 09 Settembre 2017

Inutile negare: l’uomo del momento, la figura chiave tra i membri del governo (e non solo) non è il premier Paolo Gentiloni, bensì il ministro dell’Interno Marco Minniti. Non è un mistero infatti che Minniti in questi mesi ha lentamente conquistato spazio sulla scena pubblica. Motivo? La popolarità del ministro dell'Interno deriva praticamente dall’aver sconfessato e ribaltato le politiche fallimentari portate avanti dal Governo Renzi soprattutto sul fronte immigrazione. 

Farse renziane

Renzi: "avete rubato lo dice a sua sorella" e intanto il Pd frena sulla Commissione d'inchiesta

di Carlo Mascio
| 08 Settembre 2017

“Avete rubato lo dice a sua sorella”. Matteo Renzi ha liquidato così, in modo tutt’altro che elegante, Giovanna Mazzoni, 69enne ferrarese, che alla Festa dell’Unità di Bologna ha contestato pubblicamente il decreto salva-banche varato dal suo Governo reo di essere stato la causa della perdita dei risparmi di una vita. Ma, ora come ora, al Pd di banche proprio non vogliono sentir parlare. Non a caso in Parlamento la Commissione d'inchiesta sugli istituti di credito è ferma al palo, non certo per colpa delle opposizioni.